kel'thuzad

Agli Echo la first kill di Kel’Thuzad, ma è testa a testa su Sylvanas con i LIMIT

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Kel’Thuzad – Dopo neanche una settimana dall’inizio della run progress su Sanctum of Domination troviamo già cinque gilde della scena mondiale impegnate nell’ultima fight del raid, ovvero la celebre Sylvanas ventolesto che pare stia vendendo molto cara la sua pelle anche contro i raider più forti di America ed Europa.

I primi a riuscire a combattere contro l’endboss del raid sono stati proprio gli europei degli Echo, che hanno abbattuto Kel’Thuzad nel corso della sessione di raid dello scorso 17 Luglio. Poco dopo di loro è toccato poi ai Complexity Limit, che nonostante il ritardo accumulato sul nono boss dell’incursione si ritrovano ora fianco a fianco con i loro più agguerriti rivali.

Nel corso dei primi due giorni di fight sull’ultimo boss, gli americani dei Limit sono infatti riusciti a performare meglio rispetto agli Echo, portando l’encounter ad una percentuale più bassa. Entrambe le gilde, cosi come anche i BDGG, i Method ed i Pieces, che seguono a ruota, dovranno ancora faticare molto prima dell’abbattimento di Sylvanas.

Alcuni esperti hanno addirittura ipotizzato che non si riuscirà ad abbattere il boss prima della fine della settimana, un qualcosa che sarebbe semplicemente impensabile se si considera le velocità con cui sono stati fatti fuori i primi nove boss di tutta l’incursione.

La top 10 del ranking globale dopo la WFK di Kel’Thuzad

# Gilda Reame
1 Echo EU-Tarren Mill 9/10 (M)
2 Complexity Limit US-Illidan 9/10 (M)
3 BDGG US-Illidan 9/10 (M)
4 Method EU-Twisting Nether 9/10 (M)
5 Pieces EU-Stormscale 9/10 (M)
6 Aversion EU (DE)-Blackhand 7/10 (M)
7 FatSharkYes (r) EU-Kazzak 7/10 (M)
8 Impact (r) EU (FR)-Archimonde 7/10 (M)
9 Club Camel US-Area 52 6/10 (M)
10 Instant Dollars (r) US-Mal’Ganis 6/10 (M)

Ed in Italia? 

La situazione delle gilde italiane appare purtroppo “congelata” all’ultimo aggiornamento pubblicato la scorsa settimana, con  gli Unreal ancora in prima posizione forti della loro seconda kill, e con le altre poche organizzazioni impegnate nel mitico ancora ferme a 1/10.

Sicuramente quello di Sanctum of Domination non verrà ricordato come uno dei raid più semplici di WoW, considerato anche e soprattutto il fatto che solamente le prime 50 gilde del mondo sono riuscite a mandare al tappeto 4 o più boss dell’incursione, ma speriamo sinceramente che almeno le gilde di testa della nostra community riescano a trovare delle performance migliori nei giorni a venire (e già da questa sera ovviamente).

Throne of Thunder e Blackrock Foundry tra i raid migliori di tutti i tempi: ecco la classifica dei PRO

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sulla corsa al progress!

Il progress sui vari boss

La replica della kill su Kel’Thuzad

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701