Warcraft 3, la parola al Team Italy

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Siamo lieti di presentarvi gli amici di Powned del Team Italy, un numeroso gruppo di giocatori di Warcraft 3 il cui obiettivo finale è quello di radunare tutta la community italiana del celebre titolo Blizzard.

Insieme a questa community cercheremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi di proporre contenuti, attività ed eventi che siano legati a doppio filo con il gioco strategico e che possano stimolare la crescita ed il consolidamento di una community, quella dei giocatori di Warcraft, certamente importante ed ancora poco rappresentata in Italia.

Ciao Thunder, benvenuto su Powned! 

Ciao a tutti, sono Mattia, “ThunderHorn” sul campo di battaglia, co-admin del Team Italy, la principale community tutta italiana attiva su Warcraft III!

ThunderHorn, quando è iniziata la tua avventura su Warcraft 3?

Ho iniziato a giocare nel lontanissimo 2002, sulla prima – gloriosa – versione della piattaforma Battle.net; a quel tempo ero conosciuto come “kitcarson”. Dopo aver completato la campagna in single player ho iniziato subito a coltivare un genuino interesse per l’aspetto “competitivo” del gioco: sono così entrato a far parte di diversi clan italiani (Yuza e nightForce per dirne alcuni), con i quali ho partecipato a diversi tornei e leghe, organizzati principalmente da ESL Italia.

E della versione Reforged che pensi? A partire dal lancio del gioco fino ad arrivare alla questione delle classificate. 

Effettivamente il lancio del gioco non è stato un gran successo, anche tralasciando il deplorevole fenomeno del “review bombing”. I suoi sviluppatori dovevano rispettare una tabella di marcia, ma data la poca manodopera e sotto le pressioni aziendali si sono ritrovati a dover rilasciare frettolosamente un gioco incompiuto, cosa che ha portato al taglio di molte delle caratteristiche promesse a suo tempo. Tuttora i più gravi disagi sono dati dalla mancanza di un vero sistema di partite classificate, profili e clan che erano capisaldi della vecchia versione del gioco.

Anche se la community, specialmente per il punto legato alle classificate, ha saputo metterci una “pezza”…

La cosa stupenda è che le più gravi lacune di Activision-Blizzard sono state prontamente colmate dalla community internazionale!
I ragazzi di w3champions.com sono infatti riusciti a creare una piattaforma di gioco parallela ai server ufficiali e perfettamente integrata nell’interfaccia del menu principale che offre fra l’altro partite a bassa latenza in base alla regione di provenienza, un matchmaking raffinato per tutte le modalità di gioco, un sistema classificato basato su leghe e divisioni, profili e nuove mappe. Praticamente un sogno!
Essa è già ultrapopolare e viene percepita dalla community internazionale come la ladder ufficiale do Warcraft III. Ci giocano infatti anche moltissimi nomi noti, fra cui Grubby, ToD, e i migliori player asiatici, come Infi, Fly e via dicendo.

Thunder, tornando alla vostra community di Team Italy, dove vi trovate tra giocatori? 

Il punto di appoggio della community è il nostro server discord: (clicca qui). Da lì, per quanto riguarda le attività di clan, facciamo un po’ di tutto: prepariamo e disputiamo le clan war (v. sotto), organizziamo partite personalizzate fra di noi per divertirci o per chi vuole migliore con una particolare razza, oppure creiamo delle squadre formate da due o più giocatori per giocare su Battle.net o w3champions.

Ed i vostri progetti per il futuro (esclusi quelli che proporremo insieme ovviamente) su Warcraft 3?

R: Recentemente abbiamo partecipato a uno dei principali tornei internazionali per clan, la New Warcraft 3 League (nwc3l), ottenendo un ottimo quinto posto nel girone. Nei nostri progetti per il futuro, oltre a partecipare alla prossima stagione della nwc3l e alle altre competizioni a clan che prenderanno forma (penso specialmente a quella organizzata dai ragazzi di warcraft3.info), c’è la voglia di ottenere risultati positivi nella Nations League che inizierà a ottobre: una competizione tra nazioni dove rappresenteremo ufficialmente l’Italia!
A prescindere da tutto, comunque, l’obiettivo principale resta quello di crescere ancora di più come community, fare gruppo e aggregare tutti i giocatori italiani di Warcraft III, dimostrando così ai principali “operatori del settore” che una scena italiana esiste ed è più attiva che mai!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701