Valorant sarà la nuova pietra miliare degli esports?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con un nuovo video pubblicato direttamente sul suo canale You Tube (da poco rinominato in “Hammer Down“) il celebre Alberto Herc Pahle ha voluto dire la sua sul nuovissimo Valorant, sparatutto di Riot che farà presto il suo ingresso ufficiale nella scena mondiale degli esports.

In particolare, abbiamo sentito l’opinione di Herc circa le cose e le caratteristiche che lo hanno maggiormente colpito, come il fatto che sul gioco avremo dei server con 128 di tickrate, almeno 30 fps su buona parte dei computer con i requisiti minimi (anche i pc di svariati anni fa) e da 60 a 144 fps sulle configurazioni moderne…tutti dettagli che presentano Valorant come un gioco di primissima fascia, che andrà ad incidere pesantemente sulla diffusione e sulla crescita degli esports.

Dall’obiettivo di mantenere sotto i 35 ms i giocatori nelle più grandi città del globo, allo sviluppo di un sistema anti-cheat efficace che sia attivo sin dal primo giorno, Valorant si presenta come un gioco caratterizzato da alcune specifiche peculiarità…come la precisione degli spari e dei colpi ed un sistema di gioco estremamente fluido che vuole aspirare a diventare il vertice del competitivo FPS per il prossimo decennio.

Valorant avrà una fase di Closed Beta!

Di seguito andiamo quindi a sentire l’opinione di Herc, dai fattori che lo hanno più convinto a quelli che al momento lo lasciano ancora dubbioso…ecco il parere di un esperto conoscitore di Overwatch e del mondo degli sparatutto, al suo primo incontro ufficiale con Valorant!

Il video


Valorant sarà la nuova pietra miliare degli esports?
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701