Valorant – La guida completa all’Operator di Wardell

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Lo specialista del ruolo cecchino di Valorant, Matthew ‘Wardell’ Yu, attualmente membro dei ”TSM”, ha spiegato in un video le linee guida da seguire se si vuole migliorare ad usare l’Operator.

In un precedente articolo, noi di Powned, avevamo già parlato di un possibile nerf all’Operator che dovrebbe arrivare entro una o due patch. Ciò nonostante vogliamo comunque riportare le parole di Wardell, perchè riteniamo che le linee guida da lui riportate valgano non solo per il cecchino, ma anche in generale per migliorare degli aspetti del gioco soprattutto ad elo bassi.

Riportiamo di seguito i punti cardine della guida, invitandovi comunque a seguire Wardell su Twitch, ed il canale del TSM dai quali abbiamo estrapolato questa guida.

Valorant e Operator – Gli Easy-Shots

Il primo argomento trattato da Yu è proprio quello dei cosiddetti ”colpi facili”, ossia il tipico colpo da fermi su bersaglio fermo. Il pro-gamer consiglia di non essere frettolosi sparando non appena si vede qualcosa in movimento sullo schermo, ma di non essere nemmeno troppo pazienti nel calibrare la mira perfetta: in tutti e due i casi vi troverete probabilmente morti pochi istanti dopo. Altro fattore chiave del posizionamento per un perfetto Easy Shot, dice Wardell, è la comprensione del movimento che il nemico farà. Sarà un classico Jiggle Peek? O magari sarà un Wide Peek? Dovremo quindi capire come si muoverà l’avversario nei prossimi istanti per effettuare un colpo perfetto.

Valorant e Operator – Come riprendersi da un colpo mancato

Chiaramente il fattore ”miss” non è trascurabile, dato che in molte partite gli avversari si comporteranno in maniera anomala, oppure la nostra mira farà schifo come al solito. Wardell consiglia di non puntare tutto sul singolo colpo, ma di considerare tutto quello che succederà di lì a poco senza andare nel panico e rimanere fermi. La prima cosa da fare è trovare riparo e non prepararsi per il prossimo colpo nella stessa posizione dove avete sparato il primo. Cambiare posizione renderà nervoso l’avversario, che potrà correre verso di voi, ed ingaggiare un combattimento più ravvicinato, oppure attendere nella stessa posizione dove vi ha visti la prima volta. Ad ogni modo dovreste sempre cercare di uscire dal riparo trovato molto lentamente e guardare bene gli angoli man mano che si scoprono. Così riprenderete il vantaggio di posizionamento che vi permetterà di recuperare il vantaggio iniziale perso con il miss.

Valorant e Operator – Il Flick

Cosa è il flick? Possiamo definirlo come un movimento repentino del mirino sullo schermo quando il nostro bersaglio si trova fuori dalla linea di tiro attuale. Wardell su questo argomento è molto chiaro: ci vuole la giusta sensibilità del mouse e un lungo allenamento della memoria muscolare. Reagire coscientemente alla presenza di un nemico poco a destra del nostro mirino, prima che lui spari a noi ad esempio, non è possibile: il corpo dovrà reagire da solo e sapere già quale è il movimento che dovrà effettuare per rispondere prontamente ad una situazione di pericolo.

Valorant e Operator – Economia

Se vogliamo giocare con l’arma più costosa del gioco non possiamo non guardare al lato più veniale del gameplay: l’economia. Sappiamo che per giocare il nostro round di Operator dovremo avere circa 6000 crediti per permetterci arma, scudi e abilità. Nel caso dunque non riuscissimo a vincere il primo round dovremo giocare il secondo senza acquistare nulla di nulla, mentre nel caso lo vincessimo potremmo acquistare qualcosa di economico, come il Marshall, che ci permetta di fare magari qualche kill e risparmiare per un eventuale acquisto di un Operator al round 3.

Wardell sconsiglia vivamente di acquistare Bucky, Judge, e le pistole all’infuori della Classic quando si vuole puntare a comprare l’Op, risparmiate sempre il più possibile. Differente è invece la sua posizione sulle pistole quando i soldi avanzano: potete comprare quella che volete per accompagnare l’Operator, senza nascondere che la sua preferita è la Frenzy, secondo lui molto sottovalutata attualmente.

Valorant e Operator – Gli angoli

La scelta della pozione sulla mappa corrisponderà ad un buon 50% delle vostre prestazioni quando userete l’Operator. Quali sono gli angoli più convenienti da accaparrarsi? Wardell consiglia di trovare sempre angoli che non permettano al nemico di andare di Pre-Fire e che vi diano una buona via d’uscita nel caso le cose si mettessero male. Come riconosco un buon angolo? Pratica, tanta pratica, dice Wardell. Cercate video sulla faccenda e provate voi stessi per vedere quante volte morite e quante riuscite invece voi ad uccidere gli avversari da quella posizione.

Questi erano i punti cardine della guida di Wardell su Valorant, vi ricordiamo che potrete trovare il video di Wardell in versione integrale cliccando QUI.

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701