Valorant – Come sfruttare al meglio il Vandal

Valorant – Come sfruttare al meglio il Vandal

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Come menzionato in un precedente articolo (che potrete trovare cliccando QUI), il Vandal é stato incoronato da Riot stessa come arma più letale del 2020. Vi presentiamo in questo articolo una breve guida esplicativa con tutto quello che c’é da sapere sull’arma in questione, dai dati più formali alle migliori tattiche per ”top fraggare” nei vostri match.

Vandal: Statistiche danni e Spray

Il Vandal possiede un caricatore da 25 colpi che, diversamente dalla maggior parte delle armi presenti nel gioco, non fanno danni diversi a seconda della distanza. A prescindere infatti dalla lontananza del vostro bersaglio, i proiettili causeranno sempre un one-shot con un colpo alla testa (160 danni), 40 danni per il torso e 32 per le gambe. Ricordiamo inoltre che il Vandal possiede un rateo di fuoco che varia da 9.75, per il fuoco senza mirare, a 8.78 colpi al secondo per il fuoco mirato.

Lo spray dell’arma é uno dei più difficili da controllare in tutto il gioco. Dopo aver sparato appena un paio di proiettili il pattern dello spray inizia a muoversi e dopo il quinto proiettile la traiettoria inizierà a muoversi verso l’alto, momento nel quale l’andamento dei proiettili sarà quasi impossibile da controllare.

Intorno al nono colpo sparato, la vostra arma andrà prima verso sinistra poi verso destra. A questo punto di solito i pro consigliano di seguire quanto più possibile l’oscillazione del Vandal con la coda dell’occhio, e di muovere il mouse nella direzione opposta, così da riuscire a mantenere un minimo di precisione, almeno sulla corta distanza.

Vandal: Come ottimizzarlo

Il Vandal, insieme al Phantom, é l’arma perfetta per un round ‘‘buy” classico. Il costo abbastanza elevato di 2900 crediti, viene compensato dalla sua grande versatilità, sia a medio che a lungo raggio, ma attenzione a valutare sempre bene la situazione economica della tua squadra: se i tuoi stanno effettuando un round di risparmio non cercare di forzare l’acquisto del Vandal é la scelta migliore, in quanto si rischia di regalare agli avversari quasi 3000 crediti. É sempre meglio lasciare ai pro le giocate 1 v 5!

Un altro consiglio utile per ottimizzare la letalità del Vandal é di cercare di mantenere la distanza dal bersaglio e fare del proprio meglio per posizionare il mirino su angoli e punti ciechi all’altezza della testa del potenziale nemico. Per queste ragioni i pro consigliano spesso di adottare un playstyle basato sul mantenimento della posizione, e di cercare di non flankare mai con quest’arma.

Il Vandal, come già visto, richiede uno stile di gioco prevalentemente conservativo. Tenendo a mente i dati forniti sopra, potremmo considerare Sage l’agente migliore da affiancare a quest’arma, che é naturalmente fornita di un particolare playstyle passivo. Nonostante ciò, se si possiede un buon comparto mira tutte queste regole vengono meno, ed anche un duellante come Phoenix potrà ”fraggare” perfettamente con poche raffiche ben assestate.

 

Articoli Correlati:

 


Valorant Champions Tour 2022, tutto quello che dovete sapere (Date, Orari, Formato e Squadre)

Valorant Champions Tour 2022, tutto quello che dovete sapere (Date, Orari, Formato e Squadre)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Tra volti nuovi, sorprese ed un overhaul che dovrebbe ridare freschezza e novità all’intero settore, il Valorant Champions Tour 2022 è finalmente pronto ad aprire i battenti per tornare a dare grande spettacolo.

Ad oggi abbiamo anche tutti i nomi delle squadre partecipanti che dopo un anno torneranno a sfidarsi, anche se in una location diversa rispetto allo scorso anno. A fare da scenario alla grande azione su Terra Futura sarà la città maggiore della penisola anatolica, Istanbul.

Come al solito i team partecipanti verranno divisi in gruppi, dove si affronteranno per guadagnarsi un posto alla fase a Doppia-Eliminazione, alla quale tuttavia potranno accedere solo otto squadre.

Valorant Champions Tour 2022, ecco come si svolgerà l’evento

Vediamo dunque come sono stati divisi i team nei quattro diversi gironi del Group Stage:

  • Gruppo A: Paperex, Edward gaming, Leviatan e Team Liquid;
  • Gruppo B: Optic Gaming, Boom Esports, Zeta Division, Loud;
  • Gruppo C: FunPlusPhoenix, KRU Esports, XSet e Xerxia;
  • Gruppo D: DRX, Furia Esports, Fnatic e 100Thieves.

Gruppi generalmente bilanciati ad eccezione del Gruppo D, che invece si pone come un vero e proprio girone infernale per i poveri DRX, che nonostante le ottime prestazioni nel circuito coreano si troveranno ad affrontare tre squadre tra le migliori in circolazione.

valorant champions tour 2022

La competizione avrà inizio il 31 Agosto 2022 e culminerà con la finalissima, che si svolgerà il 19 di Settembre. Seguite i canali ufficiali di Valorant su Twitch per ogni informazione in merito a spostamenti e modifiche al torneo.

Che ne pensate? Chi si porterà a casa questo Valorant Champions Tour 2022? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:


TenZ e Kyedae danno UN GRANDE ANNUNCIO, festa su Valorant ed in casa Sentinels

TenZ e Kyedae danno UN GRANDE ANNUNCIO, festa su Valorant ed in casa Sentinels

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con un recente post sui loro profili social, TenZ e Kyedae, la coppia che scoppia di Valorant, hanno ufficialmente annunciato di essersi scambiati le promesse di matrimonio, che dovrebbe ormai svolgersi a brevissimo.

La notizia, circolata proprio in questo ore in tutto il mondo di Valorant, ha chiaramente ridestato l’interesse dei fan e degli appassionati, mostrando ancora una volta come i videogiochi non siano solo opere su schermo, ma vera e propria arte che riesce anche ad unire le persone.

Tuttavia, come dichiarato da TenZ stesso, i due non sono stati proprio sinceri con i propri fan e nonostante mostrino in live moltissimi aspetti della loro vita, ce n’è uno che avevano trascurato per un bel po’ di tempo.

TenZ e Kyedae, i più amati di Valorant, si sposeranno? Ecco l’annuncio

Condividendo con la community una foto molto romantica per celebrare il loro terzo anno insieme, TenZ ne ha approfittato per dare un annuncio che ha sì scaldato i cuori, ma anche reso molto perplesso qualcuno:

”Felice anniversario all’amore della mia vita. Davvero, è incredibile come il tempo passa velocemente quando ti godi la vita. Comunque in realtà ci siamo scambiati le promesse 8 mesi fa, ma l’abbiamo tenuto segreto fino ad ora.”

Reazioni commosse da parte dell’intera community si sono succedute nelle ultime ore, con moltissimi colleghi dei due streamer che hanno scelto di congratularsi pubblicamente, come Jessica Kim dei Gen.G, WestJett e gli stessi ”piani alti” dei Sentinels, la squadra in cui milita TenZ.

E allora VIVA IL ROMANTICISMO, anche nei videogiochi! Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:


VCT 2023: ecco tutti i dettagli sul prossimo anno competitivo

VCT 2023: ecco tutti i dettagli sul prossimo anno competitivo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Oggi Riot Games ha annunciato nuovi piani per la creazione di un ecosistema espanso del VCT 2023. I Challengers si svolgeranno in 21 circuiti regionali nelle Americhe, in APAC e nell’EMEA, con l’obiettivo di far emergere i migliori nuovi talenti.

I Challengers svolgeranno un ruolo importante nello scoprire nuovi talenti, mettere alla prova squadre che aspirano a giocare nelle leghe internazionali e creare un ponte tra il mondo professionistico e il gioco amatoriale. Queste leghe offriranno competizioni altamente organizzate con qualificazioni aperte che raggrupperanno le squadre migliori in due fasi di gioco multi-settimanale nel corso della stagione regolare.

Inoltre, le squadre che partono nei Challengers avranno un percorso diretto verso le leghe internazionali e fino agli eventi globali.

I dettagli del VCT 2023

Le dichiarazioni di Whalen Rozelle, responsabile delle iniziative eSport di Riot Games

“Nel corso degli ultimi mesi, l’enorme richiesta da parte delle squadre di competere nell’ecosistema dell’eSport di VALORANT ci ha portato ad espandere i nostri piani per i VCT Challengers“, commenta in proposito Whalen Rozelle, responsabile delle iniziative eSport di Riot Games. “Un ecosistema dei Challengers forte è fondamentale per il successo a lungo termine dell’eSport di VALORANT. Riteniamo che collegare ogni livello della piramide sia il modo migliore per offrire alle aspiranti stelle l’opportunità di splendere e alle squadre quella di partecipare a competizioni importanti.”

Gli eventi del VCT 2023

L’anno prossimo, le leghe Challengers in ciascuno dei tre territori culmineranno in una nuova serie di eventi: Ascensione Challengers. I tre tornei Ascensione decreteranno le migliori squadre nei rispettivi territori. Le squadre che conquisteranno la vittoria in uno dei tre tornei Ascensione Challengers guadagneranno un posto nella lega internazionale dell’anno successivo.

Tramite il sistema di promozione dei Challengers, le tre leghe internazionali aumenteranno di una squadra ogni anno, fino a raggiungere il tetto di 14 squadre nel 2027. Le squadre che vinceranno un torneo Ascensione Challengers conquisteranno una promozione di due anni alla lega internazionale del loro territorio.

Le squadre promosse avranno l’opportunità di mostrare il proprio valore contro quelle della lega internazionale durante la stagione del VCT 2023, ricevere benefici lega simili e la stessa possibilità di qualificarsi a eventi globali come Masters e Champions. Dopo due anni, le squadre torneranno nelle rispettive leghe per farsi di nuovo strada nei tornei Challengers e Ascensione.

La parola chiave è Rivoluzione

L’annuncio di oggi è solo una parte dei rivoluzionari piani di Riot Games per il VALORANT Champions Tour 2023. All’inizio dell’anno, Riot ha annunciato di voler creare tre leghe internazionali per il miglior livello di competizione possibile nella stagione 2023.

Questo nuovo modello sarà dedicato a un numero selezionato di squadre e comprenderà collaborazioni a lungo termine, senza quote di partecipazione. Nell’ottica di assicurare stabilità continua all’eSport con la crescita più rapida al mondo. Riot Games creerà qualcosa di completamente nuovo sulla scena degli eSport competitivi, eliminando le quote di ingresso e partecipazione per le organizzazioni selezionate e supportandone il successo grazie a collaborazioni durature.

Nel corso del 2022, Riot Games avvierà un processo di candidatura per individuare i migliori partner a lungo termine, con l’obiettivo di trasformare VALORANT nello sparatutto eSport più grande del mondo. Le squadre che rientreranno nei criteri di selezione riceveranno un supporto finanziario da parte di Riot Games sotto forma di uno stipendio annuale. Avranno inoltre l’opportunità esclusiva di collaborare a eventi e prodotti del gioco.