Valorant – Cheater nei Movistar Riders, é polemica

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il panorama competitivo di Valorant si trova ancora in fase di formazione e di certo i Movistar Riders non sono tra le squadre più conosciute, ma il caso che ha coinvolto Rui ‘rapaztriste‘ Fonseca non é passato inosservato alla scena ed é subito scattata la polemica.

Con una comunicazione ufficiale i Movistar Riders hanno reso nota l’esclusione con effetto immediato di rapaztriste dal loro roster causa cheating. Il fatto sarebbe avvenuto durante una partita del 16 Gennaio del Valorant Rising Series (LVP), denunciato da alcuni compagni di squadra del giocatore che avevano notato dei comportamenti sospetti.

La successiva indagine a quattro mani condotta da Riot e LVP hanno portato alla conferma dell’uso, cito testualmente, ”di risorse non consentite all’interno del gioco per ottenere un vantaggio competitivo”.

L’organizzazione, mortificata dall’accaduto, ha dichiarato: ‘‘vogliamo scusarci con LVP e Riot per quello che è successo e ringraziarli per la loro velocità e la loro disponibilità a trovare una soluzione al problema. Naturalmente, vogliamo anche estendere le nostre sincere scuse a tutti i fan di Valorant e ai partecipanti al torneo “.

Ammirevole la reazione della community che, sebbene indignata dall’accaduto, ha supportato il club e si é complimentata con l’organizzazione dei Movistar per la prontezza d’azione nell’ avviare l’indagine, andando contro i propri interessi, e l’immediata esclusione del giocatore dal loro roster.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!

 

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701