Valorant – 5 cose di cui il gioco ha un disperato bisogno

Valorant – 5 cose di cui il gioco ha un disperato bisogno

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Valorant, si é ricavato un posto nell’Olimpo dei successi videoludici dell’anno, ma nonostante la fama guadagnata il gioco si trova ancora in una fase piuttosto embrionale rispetto alle potenzialità di sviluppo che presenta. In particolare ci sono delle funzionalità e delle aggiunte che la community chiede da sempre, ne abbiamo raccolte 5 per sapere cosa ne pensi l’ambiente italiano.

Selezione della mappa

L’arrivo di Icebox, in particolare, ha davvero scatenato il caos tra i player. Il dodge continuo di questa mappa da parte dei giocatori che non avevano voglia di impararla ha creato non pochi problemi al sistema classificato.

La soluzione più immediata sarebbe quella di lasciare ai player la possibilità di selezionare su quali mappe vogliano giocare, cosa che negli ultimi Ask Valorant é stata totalmente esclusa, a causa dei lunghi tempi di coda che ne conseguirebbero. Non perdete la speranza però, perché con l’arrivo di nuove mappe e di nuovi giocatori, gli sviluppatori potrebbero ritrovarsi forzati ad aggiungere questa funzionalità in favore di un ambiente di gioco più competitivo, nel quale la scelta mappa può cambiare le sorti delle partite.

mappe valorant

Punizioni AFK

Uno dei punti sottolineati più spesso dalle community di tutto il mondo é il bisogno di migliorare il sistema che rilevi i giocatori scorretti, ed in particolare gli AFK. Bannare chi si disconnette e chi va AFK non é certo la soluzione a questo dilagante fenomeno, in quanto non in tutte le regioni ci sono connessioni ottimali che permettano di identificare i chiari casi di disconnessione volontaria.

Alcuni hanno proposto un sistema punitivo in stile Dota 2 (se un giocatore va AFK per 5 minuti la sua squadra può lasciare la partita senza penalità), ma sull’argomento gli sviluppatori di Valorant ricordano che gli smurf potrebbero usare questa funzione per fare squadra con altri giocatori per salvarli in caso di sconfitta. L’intera discussione attorno alla faccenda é un vero e proprio triangolo delle Bermuda, con il quale Riot dovrà per forza confrontarsi per assicurare un futuro roseo a Valorant.

Replay

Allo stato attuale delle cose, l’unico modo per controllare dove avete sbagliato nell’azione decisiva di un game, o di rivedere una giocata particolarmente bella, é di registrare direttamente voi la partita. Ricordiamoci però che una registrazione non é sempre possibile su tutti i tipi di PC e molti giocatori si trovano esclusi da questa meccanica importantissima per il miglioramento dei rendimenti in-game.

Risulta abbastanza strano che Riot non abbia ancora introdotto questa funzionalità su Valorant vista la pregressa esperienza con League of Legends, nel quale il sistema di replay esiste già.

valorant

Tornei interni

Una delle funzioni più innovative lanciate su LoL negli ultimi anni é il Clash, che sebbene abbia avuto un brusco inizio, adesso ha reso giocare insieme agli amici molto più divertente.

Analogamente a quello che già succede su LoL, infatti, Riot potrebbe introdurre un sistema che classifichi i giocatori in divisioni, per rendere le partite più equilibrate possibile e mettere in palio specifiche carte giocatore o aspetti arma, in modo da dare ai giocatori qualcosa per cui giocare, un obiettivo, da raggiungere magari insieme a qualche amico.

Fix ai suoni

Uno dei problemi di cui si sente più spesso parlare é quello dei suoni su Valorant. Molti giocatori hanno lamentato difficoltà nel capire se il suono dei passi ad esempio venisse da destra o da sinistra, o nel valutare la distanza effettiva dei passi rispetto alla loro posizione.

Riot ha ultimamente confermato che questo argomento non é per ora  tra i loro piani prioritari, sebbene continuino lavorarci sin dall’uscita del gioco.

 

Che ne pensate? Abbiamo scordato qualcosa? Fatecelo sapere con un commento, la discussione é aperta!

Articoli Correlati:

 

 

 

Valorant, il sistema di BAN delle MAPPE non arriverà mai? Rimane la speranza per i BAN agli Agenti

Valorant, il sistema di BAN delle MAPPE non arriverà mai? Rimane la speranza per i BAN agli Agenti

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

La rapida espansione di Valorant degli ultimi due anni e mezzo, sia dal punto di vista delle mappa di gioco che dei personaggi utilizzabili, ha lasciato molto perplessi giocatori e professionisti, che si sono più volte chiesti se i BAN delle mappe e degli agenti arriveranno mai sul gioco.

Sebbene infatti i personaggi non siano ancora poi così tanti e le mappe siano ancora relativamente poche, rispetto ad esempio a quelle di Counter Strike, la community non ha dimostrato un grande apprezzamento per la randomizzazione soprattutto per quello che riguarda la scelta delle mappe di gioco.

Inoltre, guardando ai ”cugini” di casa League of Legends, notiamo che il sistema di BAN dei personaggi è diventato nel tempo un caposaldo del titolo. Ovviamente questo a fronte di oltre 140 personaggi giocabili.

La risposta dei Devs sui BAN delle MAPPE

Interrogato sulla questione, il Competitive Designer di Valorant Jon Walker ha spiegato perché non avremo mai il BAN delle MAPPE: ”Questo non è qualcosa che stiamo attualmente pianificando per un normale game in coda competitiva, perché in questo momento vogliamo davvero rafforzare l’apprendimento di come giocare tutte le mappe (invece di evitare sempre quelle specifiche)”.

”Detto questo, riteniamo che valga la pena esplorare un sistema di selezione delle mappe in un ambiente adatto a complesse strategie di squadra come la nostra modalità torneo pianificata. È ancora un work-in-progress, ma ne vediamo il potenziale in uno spazio in cui le squadre avranno pianificato le giocate e le composizioni degli agenti per varie mappe”.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Valorant Masters e Valorant Champions: svelate le sedi

Valorant Masters e Valorant Champions: svelate le sedi

Profilo di Rios
 WhatsApp

Riot Games ha appena annunciato le sedi dei Valorant Masters e dei Champions, due dei più grandi eventi del circuito esports internazionale. I Masters si terranno a Copenaghen, mentre i Champions avranno sede ad Istanbul in Turchia.

A questi tornei parteciperà soltanto il meglio che la scena mondiale ha da offrire, con i team che lotteranno fino alla fine per portare a casa la vittoria. Saranno dei campionati davvero molto combattuti, destinati ad offrire tanto spettacolo ed anche tantissime emozioni.

Insomma, se siete fan dello sparatutto tattico di Riot Games dovete prepararvi per i più grandi eventi del circuito competitivo.

Le sedi dei Valorant Masters e dei Valorant Champions

Il comunicato di Riot

Oggi siamo emozionati nell’annunciare dove si terranno gli ultimi due eventi internazionali del VALORANT Champions Tour 2022!

 

Prima di tutto, le migliori squadre degli eventi regionali dei Challengers della Fase 2 si scontreranno a Copenaghen, che ospiterà il secondo evento Masters della stagione. Dal 10 al 24 luglio, il torneo vedrà affrontarsi dodici squadre per la conquista di punti, premi e gloria nel VCT. Siamo ansiosi di portare il nostro prossimo evento internazionale in una nuova città e nelle settimane a venire annunceremo altri dettagli in merito.

Il VALORANT Champions Tour concluderà la stagione 2022 a Istanbul! Il Champions rappresenta l’adunata di fine anno delle sedici migliori squadre del mondo, che si affrontano per il titolo di Campioni del mondo di VALORANT.

 

Dal 2 al 18 settembre, l’evento vedrà la partecipazione di sedici squadre, dieci delle quali si qualificheranno in base alle loro prestazioni durante la stagione regolare e sei nelle Last Chance Qualifiers che si terranno ad agosto.

Vogliamo che i nostri principali eventi internazionali siano giocati di fronte a un pubblico dal vivo ed entrambe queste città ci hanno permesso di raggiungere questo obiettivo, fornendoci al contempo le migliori garanzie che le squadre qualificate avrebbero potuto partecipare in tutta sicurezza. Siamo felici di comunicare i primi dettagli di questi due eventi, di cui forniremo ulteriori informazioni nelle prossime settimane.

Valorant, grosso NERF a Chamber nella patch 4.09 di domattina!

Valorant, grosso NERF a Chamber nella patch 4.09 di domattina!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Nuovo giro, nuova corsa per tutti gli appassionati di Valorant che a partire da domani potranno scaricare l’aggiornamento 4.09 del gioco. Senza girarci troppo attorno, la novità principale di questa patch 4.09 è sicuramente il NERF a Chamber, l’armaiolo francese mai troppo elegante.

Oltre al NERF, di cui troverete maggiori informazioni poco più in basso, gli sviluppatori ci introducono anche a delle migliorie grafiche per quello che riguarda la ultimate di Fade, in questi giorni additata troppo spesso come ”troppo sfarfallante”.

Oltre queste due modifiche più importanti, solo qualche bug fix ed alcuni aggiornamenti e migliorie tecniche per le funzionalità Esport e la modalità spettatore che dovrebbe migliorare di molto l’esperienza a livello ocmpetitivo. Senza ulteriori indugi vediamo insieme i dettagli.

NOTE SULLA PATCH 4.09 DI VALORANT – i dettagli del NERF a Chamber

Valorant_2022_E4A3_Article_Divider_Fade_838x110_MB01.jpg

FADE

  • Crepuscolo (X) – Ora, lanciando l’Ultima di Fade, dovrebbero vedersi meno texture sfarfallanti sui muri diagonali. Aggiunti anche degli effetti visivi per maggiore chiarezza e impatto visivo
  • Cattura (Q) – Cambiati gli effetti visivi della sfera per una presentazione più dinamica in prima persona e nella selezione dell’agente

chamber.jpg

CHAMBER

Al momento, Marchio di fabbrica di Chamber risulta più efficace degli altri strumenti dei Guardiani per quanto riguarda affidabilità e potenziale, il che non ci sembra appropriato, data la quantità di strumenti difensivi di cui dispone Chamber nel resto del suo kit. Crediamo che l’identità di Chamber sia definita dalla sua mobilità nel combattimento difensivo e dalle sue armi esclusive, così abbiamo deciso di ridimensionare la sua capacità globale di proteggersi dagli attacchi alle spalle e ottenere informazioni, aumentando le possibilità di aggirare la singola trappola rimasta, che ora è più costosa. Ciò vuol dire che d’ora in poi Chamber dovrà scegliere se sfruttare egoisticamente il suo Marchio di fabbrica o posizionarlo per aiutare i suoi compagni di squadra.

Una nota veloce sui Guardiani: quando pensiamo al ruolo del Guardiano, pensiamo alla sua abilità generale di mantenere il controllo della mappa e di difendere il territorio. Crediamo che i Guardiani (e i giocatori che li usano) dovrebbero avere diverse possibilità e metodi per controllare e difendere, che sia attraverso l’utilizzo delle abilità di stallo da usare reattivamente con Sage, dei gadget di Cypher per proteggersi dagli attacchi alle spalle o delle armi e i dispositivi per il combattimento difensivo di Chamber. Come per tutti i nostri agenti, è importante che Chamber abbia debolezze e punti di forza ben definiti. Se lo scegliete per le sue capacità di disingaggio e l’arsenale di armi, dovete essere consapevoli che state rinunciando a un’altra competenza (come le trappole o lo stallo) in cui eccellono i suoi compagni. Come sempre, abbiamo gli occhi puntati sulle modifiche a Chamber, e interverremo se lo vedremo eccessivamente in difficoltà in difesa. —Jay Watford, lead designer degli agenti, e Dan Hardison, progettista di gioco

  • Marchio di fabbrica
    • Costo aumentato: 150 crediti >>> 200 crediti
    • Cariche ridotte: 2 >>> 1
    • Portata dell’effetto sonoro aumentata

AGGIORNAMENTI ALLA MODALITÀ COMPETITIVA

  • Cambio capogruppo: ora è possibile cambiare il capo del proprio gruppo
    • Per farlo, il capogruppo in carica deve cliccare con il pulsante destro sul nome del giocatore al quale vuole trasferire il comando e poi scegliere “Nomina capogruppo” nel menu a tendina
  • Apportati aggiornamenti e modifiche minori all’interfaccia

FUNZIONALITÀ ESPORT

  • Aggiunta la possibilità per gli spettatori di aprire/chiudere la classifica

BUG RISOLTI

AGENTI

  • Risolto un bug per il quale a volte non era possibile attivare Folata di Jett se veniva usata immediatamente dopo aver fatto curvare il fumogeno di Nuvola di fumo
  • Risolto un bug per il quale a volte l’indicatore dell’Ultima di Jett restava attivo dopo aver lanciato tutti i kunai

SISTEMI DI GIOCO

  • Risolto un problema per il quale, attivando abilità come Apripista di Skye o Drone sorvegliante di Sova mentre si premeva il tasto per “Usa”, poteva essere inviato il comando “Usa” inavvertitamente

Insomma, cosa ne pensate community di questa ennesima patch di Valorant? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: