viper quarantena

Il buff per Viper è necessario? Riot non la pensa cosi

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

No Buff – Doccia gelata per molti giocatori appassionati di Viper, agente di Valorant caratterizzato per un livello di competitività che non è certamente tra quelli “eccezionali” e migliori dello sparatutto Riot.

Infatti, secondo quanto riferito dagli sviluppatori, non vi dovrebbero essere ulteriori bilanciamenti per l’agente più rappresentativa di Valorant che sarà cosi destinata ad altri mesi di panchina nelle partite competitive. Pur essendo l’agente immagine del gioco, è da tempo che i giocatori sottolineano come Viper sia, indiscutibilmente, l’agente meno competitivo (e quindi anche il meno scelto) del gioco.

Lo scorso 29 Settembre abbiamo assistito ad un aggiornamento per l’agente che nonostante questo è rimasta tra le meno scelte del pool di personaggi disponibili su Valorant, e sono infatti proseguite anche nel mese di Ottobre e di Novembre le richieste dei giocatori di applicare una serie di nuove modifiche, più consistenti, sulla velenosa Viper.

Ad uno di questi post ha recentemente risposto il dev Altombre che, purtroppo, ha sgretolato i desideri di molti di vedere una nuova Viper in azione. Altombre ha infatti spiegato che non possono applicare delle modifiche che potrebbero alterare gli equilibri del meta nel bel mezzo del First Strike, e che quindi sono per il momento da escludere buff in arrivo per questo personaggio.

Il post sul mancato Buff di Viper

Il processo sarà inoltre lungo, perchè sempre riportando le parole di Altombre, il vero e proprio buff di Viper avrà bisogno di diversi piccoli interventi di “fix” che saranno pubblicati con svariate patch future…una volta che tutti questi “aggiustamenti” saranno pronti, si potrà procedere con i nuovi bilanciamenti.

Ancora qualche mese di amara presenza in competitivo per Viper quindi, con la speranza che nei primi mesi del prossimo anno il suo “morso” possa tornare a livelli di pericolosità decisamente più importanti!

Articoli correlati: 


Il buff per Viper è necessario? Riot non la pensa cosi
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701