First Strike EU: momenti salienti e Top5 Agenti più importanti

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

First Strike Eu – A pochi giorni di distanza dalla fantastica cavalcata verso la vittoria del Team Heretics, andiamo ad analizzare alcuni aspetti più tecnici del First Strike europeo, riportando degli estratti ufficiali di osservazioni e valutazioni fatte direttamente dai devs e dagli organizzatori del torneo.

Iniziamo parlando di quelli che sono stati, senza alcun dubbio, i cinque agenti più importanti e fondamentali tra quelli che si sono sfidati nel corso del Campionato. Partendo quindi da Omen, l’agente in assoluto più giocato di tutto il torneo, fino ad arrivare all’altrettanto giocata Raze andiamo a vedere la classifica stilata dalla divisione Esport di Riot:

Top5 Agenti First Strike EU

Lo scorso weekend, i Team Heretics hanno lasciato di stucco un’intera regione aggiudicandosi il First Strike: Europe di VALORANT La squadra ha lottato con le unghie e con i denti contro alcune delle organizzazioni più celebri dell’eSport europeo, e ha saputo uscirne vincitrice contro ogni pronostico. Il First Strike è stato solo un assaggio di quella che sarà la scena professionistica di VALORANT nel prossimo futuro, ma ci ha permesso di vedere in azione le strategie e gli agenti usati dai professionisti per conquistare il trofeo.

Allo stato attuale delle cose, in VALORANT sono disponibili tredici agenti. Durante il First Strike: Europe, ne sono stati utilizzati dodici. Ovviamente, alcuni agenti si sono dimostrati più popolari di altri, visto che alcuni giocatori hanno i loro preferiti su determinate mappe o hanno semplicemente maggiore familiarità con loro perché hanno potuto utilizzarli per più tempo.

Vediamo più da vicino quali sono stati gli agenti più gettonati dell’evento principale di First Strike: Europe e come sono stati usati nelle varie mappe disponibili.

Omen

Omen è stato l’agente più usato nel First Strike: Europe, segnando la sua presenza in 30 incontri nel corso dell’evento principale. Il suo punto di forza è la sua estrema versatilità. È efficace in attacco e ancora di più nelle situazioni di difesa grazie alla sua mobilità e ai suoi fumogeni ricaricabili.

Paranoia è una delle abilità normali da ingaggio migliori del gioco. Il ridotto tempo di ricarica e la velocità di attraversamento della mappa rendono difficile schivarla persino ai giocatori più abili. Con gli avversari annebbiati, Omen può avvicinarsi rapidamente per poi allontanarsi con un teletrasporto, oppure (come fa Patryk “paTiTek” Fabrowski dei G2 in questa clip) teletrasportarsi in mezzo al fumo per uccidere furtivamente Auni “AvovA” Chahade dei Team Heretics.

https://clips.twitch.tv/BillowingDignifiedFriseeImGlitch

Grazie alla sua Ultima, Viandante spettrale, Omen può sfondare le posizioni chiave o sbucare da angoli inaspettati. Fumogeni, annebbiamenti e teletrasporti lo rendono una scelta sempre appropriata, e gli valgono una percentuale di selezione del 78,9% e un tasso di vittorie del 50%.

Sage

Sage aggiunge grande utilità a qualsiasi formazione. La sua Ultima, Respiro vitale, può essere una delle abilità più potenti del gioco se usata al momento giusto. Riportare in vita un alleato in una situazione 1 contro 1 con la bomba piazzata può raddoppiare le possibilità di vincere un round.

Christian “loWel” Garcia Antoran dei Team Heretics ha dimostrato il potenziale di questo agente piazzando muri e lanciando Cristallo rallentante in punti chiave durante la difesa, ma anche tagliando fuori i nemici durante gli assalti offensivi, tant’è che il capitano non ha cambiato agente per tutto l’evento principale. Queste strategie consolidate con Sage sono state un componente fondamentale per la vittoria dei Team Heretics al First Strike: Europe. Il ridotto tempo di preparazione delle sue utilità combinato con la sua Ultima rendono Sage uno dei supporti migliori sulla scena professionale di VALORANT, come testimoniato dalle sue 16 presenze in varie mappe durante l’evento.

Sova

In VALORANT, le informazioni sono cruciali. Sapere dove si trovano e dove stanno guardando gli avversari può decidere o condannare una difesa o un assalto. Inoltre, i professionisti di VALORANT conoscono le mappe come le loro tasche. Conoscono le tempistiche dei rush, degli assalti lenti e persino quanto impiega un giocatore a camminare dal punto di generazione a un altro punto specifico sulla mappa.

Il sonar di Sova può sventare un assalto sul nascere con una Freccia sonar ben piazzata, cosa che si è dimostrata particolarmente utile sia in Ascent che in Bind, dove l’agente ha avuto grande successo (rispettivamente 4 e 14 presenze, con una percentuale di scelta del 100% su entrambe). Questo è dovuto soprattutto al fatto che sono entrambi ambienti aperti, ed è facile che una Freccia sonar trovi un nemico senza essere notata.

Ma questa abilità non è efficace solo negli spazi aperti. Nella clip che segue, tratta dal round finale in Bind tra Heretics e SUMN FC, vediamo Muhammad “Moe40” Hariff dei SUMN far rimbalzare una freccia in un corridoio per scovare AvovA degli Heretics, permettendo così a Kostas “tsack” Theodoropoulos di eliminarlo e conquistare la vittoria.

https://clips.twitch.tv/SleepyConfidentHerringBuddhaBar

Cypher

Nell’ambiente professionistico di VALORANT, lo Spionaggio di Cypher rappresenta il sesto uomo della squadra. Se usata in una strozzatura chiave, la telecamera può fornire informazioni per tutto il round finché non viene distrutta. Le squadre di professionisti condividono continuamente ciò che avviene sui loro schermi, e Cypher aggiunge un’ulteriore fonte di preziose informazioni.

Il vantaggio che può fornire è evidente nella seguente clip di Haven: osservate bene la minimappa e vedrete Johan “Meddo” Renbjörk Lundborg dei FunPlus Phoenix piazzare Spionaggio proprio sotto il Punto C e usare la telecamera per determinare che i SUMN FC non stanno passando da quell’angolo, in modo da poter ruotare verso il Punto A e dare una mano in un eventuale scontro.

https://clips.twitch.tv/BoredFunnyMonkeyKappaPride

Cypher, come Sova, è fondamentale per raccogliere informazioni sui punti da aggredire o difendere. Sappiamo che per i professionisti questi due agenti sono fondamentali perché in più occasioni sono stati scelti insieme: Cypher ha una percentuale di scelta del 60,5% in tutto l’evento principale, ed è stato visto all’opera su 23 mappe. VALORANT è un gioco in cui avere informazioni è importante per organizzare le giocate, e, più dettagli si ottengono, maggiori sono le probabilità che la strategia scelta dia i suoi frutti.

Raze

Non tutti gli agenti forniscono informazioni o utilità alla squadra. Alcuni vogliono solo sparare e fare più danni possibili. Raze ne è l’esempio perfetto. Se il resto della squadra fornisce muri, fumogeni e visione, lei si occupa di avanzare e sfondare. I professionisti sono d’accordo con questa filosofia, visto che nell’evento principale Raze è stata il secondo agente più selezionato ed è apparsa in 28 incontri.

Sfruttando in combinazione la sua Ultima, Sensazionale, e i Pacchi esplosivi, i giocatori professionisti riescono a tuffarsi rapidamente in uno scontro e ottenere quell’uccisione cruciale che serve per sfondare le difese. Oscar “mixwell” Cañellas Colocho dei G2, per esempio, è straordinariamente bravo a trovare ingaggi creativi, cosa che gli permette di creare momenti memorabili in ogni incontro, come dimostra in questa clip della partita in Bind contro gli Heretics.

https://clips.twitch.tv/TalentedScaryJalapenoSoBayed

Sempre sulle pagine del sito ufficiale, i devs hanno anche voluto raccogliere quelli che secondo il punto di vista degli organizzatori sono stati i momenti più emozionanti e “cruciali” dell’intera competizione,

LA CADUTA DEI G2

I G2 hanno fatto il loro ingresso nel First Strike: Europe senza neanche una sconfitta nei tornei di VALORANT. In questa prima stagione del nostro eSport, si sono rapidamente imposti come una delle squadre più forti del vecchio continente, e i fan si chiedevano quanto sarebbe durata la loro serie positiva.

Purtroppo per loro, i Team Heretics ci hanno messo lo zampino. I futuri vincitori hanno incontrato i favoriti in semifinale, spedendoli a casa dopo tre incontri combattutissimi. I Team Heretics hanno vinto il primo incontro per 13-10. La maggior parte delle vittorie di entrambe le squadre è arrivata in difesa: solo uno dei dieci successi dei G2 è stato possibile piazzando la Spike. Il secondo scontro è stato un trionfo annunciato per i G2, che si sono imposti per 13-5, ma la determinazione degli Heretics nel match conclusivo ha messo fine alla corsa dei loro avversari con un sofferto 13-11 su Split. Ora resta da vedere se questa sia stata solo una parentesi nel dominio europeo dei G2 o un segno che la concorrenza si sta facendo più agguerrita.

https://clips.twitch.tv/VainFr…

LA RIMONTA DEI SUMN FC CONTRO I FUNPLUS PHOENIX

Il cammino dei Team Heretics in questo torneo verrà ricordato a lungo, non solo per la vittoria sui G2 ma anche per la conquista del titolo. Tuttavia, sono i secondi classificati, ovvero i SUMN FC, ad aver dato vita all’incontro più emozionante grazie all’incredibile rimonta sui FunPlus Phoenix in semifinale.

Anche il loro doveva essere uno scontro a senso unico, proprio come quello tra G2 e Heretics, visto che contrapponeva una squadra esperta a una formazione decisa solo all’inizio dello scorso ottobre; prima del First Strike: Europe, i FunPlus Phoenix erano stati eliminati solo dai G2. Per questo motivo, quando il primo incontro si è concluso con uno schiacciante 13-4 per i FunPlus Phoenix, sembrava che i giochi fossero già chiusi. I SUMN FC però non si sono scoraggiati, e grazie a due vittorie di seguito in Haven e Bind (rispettivamente per 13-6 e 13-8, quindi con un ottimo margine) hanno sconvolto anche la seconda semifinale.

La giocata migliore è stata quella in cui tre membri dei SUMN FC hanno previsto il tentativo di Kirill “ANGE1” Karasiow di aggredirli e si sono accampati sotto al Condotto in Split per poi farlo fuori. Un momento tanto divertente quanto notevole che mostra il talento dei SUMN nel leggere non solo il gioco ma anche i loro avversari.

https://www.twitch.tv/valorant…

LA SERIE DI MVP DI LOWEL

Tra poco parleremo di un paio di grandi giocate individuali, ma Christian “loWel” Garcia Antoran merita un discorso a parte. Essere l’MVP di un torneo è un’impresa notevole, che però diventa straordinaria se pensiamo che loWel si è aggiudicato il titolo di HyperX MVP in finale e di Giocatore della Serie HyperX sia nella semifinale che ai quarti contro i Team Liquid. loWel ha dimostrato una costanza eccezionale per tutto l’evento.

Costanza espressa anche nella sua scelta degli agenti, o meglio dell’agente, dato che ha ricoperto sempre il ruolo di Guardiano con Sage. Freddo, calmo e razionale, ha espresso tutto il suo stile nel paziente e decisivo colpo di pistola che ha portato i Team Heretics sull’1-0 nel primo round della finale.

https://clips.twitch.tv/Encour…

L’UCCISIONE FINALE DI MISTIC NEL FUMO IN BIND

I SUMN FC non si aggiudicano solo la palma di miglior incontro del torneo, ma forse anche quella di miglior giocata del torneo. In finale, James “Mistic” Orfila ha fatto l’impossibile in Bind, sparando attraverso il fumo mentre giocava con Viper.

Con quella mossa, Mistic è riuscito a eliminare con un solo colpo alla testa Melih “pAura” Karaduran nonostante potesse solo intravederne la sagoma. È il genere di colpo che si spara alla cieca e con poche speranze prima di abbandonare una zona, ma ogni tanto centra il bersaglio… e per farlo non c’è momento migliore della finale, no?

https://clips.twitch.tv/Modern…

PAURA VINCE IL DUELLO

Anche se verrà ricordato come vittima della giocata spettacolare di Mistic, la stella degli Heretics è stato anche protagonista di diversi momenti grandiosi. Nell’ultima mappa della semifinale contro i G2, su un punteggio di 5-5, si è trovato in uno scontro 1 contro 1 tra lui e Oscar “mixwell” Cañellas Colocho.

Con un leggero vantaggio di salute, pAura ha seguito le orme del suo capitano e ha optato per un approccio paziente, eliminando l’avversario proprio mentre voltava l’angolo e regalando alla sua squadra un importante vantaggio per 6-5.

https://www.twitch.tv/valorant…

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701