Ecco come si svilupperà il competitivo di Valorant nell’episodio 2

Ecco come si svilupperà il competitivo di Valorant nell’episodio 2

Profilo di Stak
 WhatsApp

Valorant Episodio – Gli sviluppatori di Riot hanno fornito alcune interessantissime informazioni riguardo al nuovo anno competitivo di Valorant, in arrivo a partire dal rilascio dell’attesissimo episodio 2.

Con l’inizio del nuovo episodio infatti, i devs vogliono rimuovere ogni dubbio su quanto si può essere vicini a salire di grado, rendendo più facile vedere come i giocatori se la stanno cavando rispetto ai migliori, e ricompensando adeguatamente anche il tempo che verrà investito nelle competitive.

Le modifiche saranno moltissime, e gli sviluppatori hanno preferito concentrarsi sulle seguenti novità:

Caratteristiche principali

  • Classifiche regionali per i giocatori di grado Immortale e Radiante
  • Limite massimo di 2 membri per gruppo per i giocatori di grado Immortale e Radiante
  • Modifiche alle ricompense grado e di fine Episodio
  • Frecce di progresso sostituite da barra dei progressi + valore numerico per indicare più esplicitamente la distanza dalla promozione/retrocessione
  • Svariate migliorie alla qualità dell’esperienza

DETTAGLI Competitivo nuovo episodio Valorant

Classifiche regionali

  • Le classifiche sono consultabili dal client di gioco e in versione web su playvalorant.com
    • Giocatori di grado Radiante (i primi 500 di una regione)
    • Giocatori di grado Immortale (circa l’1% dei giocatori di Competitive di una regione)
      • Il grado Immortale ora è uno solo, e utilizza l’icona Immortale 3
    • Grado classifica e Punti competitivi (PC)
    • Riot ID, titolo e carta giocatore
    • Partite vinte per Atto
    • Possibilità di anonimizzarsi (il nome verrà sostituito con “Agente segreto”)
  • Le classifiche sono separate per ogni regione: NA, EU, APAC, BR, LATAM, KR
  • Requisiti per entrare in classifica:
    • Almeno 50 partite competitive registrate sull’account
    • Necessario giocare almeno 1 partita competitiva a settimana (entro un periodo di 7 giorni) per rimanere in classifica
    • I giocatori bannati non verranno mostrati in classifica

Contesto: vogliamo che i giocatori di ciascuna regione possano vedere chi sono i migliori. Vogliamo anche essere sicuri che consideriate affidabile la classifica, in modo da spingere i giocatori a guadagnarsi il diritto di entrarvi e restare attivi per rimanerci.

Sistema gradi aggiornato

  • Addio frecce, RIP
  • Aggiunti una nuova barra dei progressi e i punti competitivi, che indicano la vicinanza al grado precedente/successivo
    • Da Ferro a Diamante verrà mostrata la barra dei progressi; da Immortale in poi, il sistema viene sostituito dal grado in classifica
  • Informazioni punti competitivi:
    • Minimo 10 PC guadagnati con una vittoria o persi con una sconfitta
    • Massimo 50 PC guadagnati con una vittoria
    • Massimo 30 PC persi con una sconfitta
    • Massimo 20 PC guadagnati con un pareggio (per prestazioni individuali)
      • Solo da Ferro a Diamante, dove teniamo conto delle prestazioni individuali 
    • Protezione dalla retrocessione, che avviene solo perdendo a 0 PC
      • In caso di retrocessione, non si scenderà sotto 80 PC al nuovo grado
    • Premio di promozione, per cui il grado successivo comincia a minimo 10 PC con una vittoria
    • La maggior parte di PC viene da vittorie o sconfitte (risultato della partita)
      • Si guadagna sempre PC con una vittoria e si perde sempre PC con una sconfitta
    • Vincere con un risultato schiacciante (e con una prestazione individuale eccezionale a gradi bassi) aiuta a salire di grado più velocemente
  • Cerimonia ed effetto visivo celebrativo alla promozione al grado successivo 
  • Pagina di informazioni sul grado aggiornata; ora fornisce informazioni sulle ricompense grado di ciascun Episodio

Contesto: il nostro attuale sistema di gradi non fornisce informazioni accurate sulla vostra posizione tra un grado e l’altro, quanto guadagnerete per ogni partita, e perché vi muovete di grado. Con queste modifiche, speriamo che il sistema di gradi sia più facile da comprendere, più trasparente e corretto, e che sia più difficile perdere velocemente gradi durante le giornatacce in cui non vi entra un colpo. 

Modifiche alle ricompense grado e di fine Episodio/Atto

  • L’Episodio 1 finisce l’11 gennaio alle 22:00 per tutte le regioni. Le partite competitive verranno disabilitate in quel momento, e idealmente riabilitate all’inizio dell’Episodio 2 (patch 2.0) il giorno successivo
    • Fusi orari: PT (NA), CDT (LATAM), BRT (BR), GMT (EU), SGT (APAC), KST (KR). L’orario viene visualizzato anche nel client di gioco, nella pagina Carriera: Grado Atto
  • Aggiunte ricompense di grado per l’Episodio 1: degli accessori arma basati sul grado Atto più alto raggiunto durante l’Episodio 1. Verranno conferiti all’inizio dell’Episodio 2 o poco dopo
  • Per ciascuna partita, nel grado Atto comparirà un triangolo rappresentante il grado con cui si è concluso tale incontro
    • Prima, era necessario ottenere una vittoria a quel grado
  • Lo stemma del grado Atto finale sarà testimonianza della posizione classificata finale al termine di un Atto
  • A ogni Atto corrisponde una nuova progressione di punti competitivi per il grado iniziale
  • Reso il numero di partite di piazzamento costante per ciascun Atto (5), a prescindere da se si è già fatto o meno un piazzamento iniziale. Il grado più alto raggiungibile in questo modo è Platino 3
  • Razionalizzata la distribuzione dei gradi
    • Ridotto significativamente il numero di giocatori Ferro e aumentata la percentuale di giocatori in Bronzo, Argento, Oro, Platino e Diamante 
  • Rimosso l’occultamento del grado di un giocatore durante un Atto; il grado ora viene nascosto solo per i giocatori che non hanno completato il piazzamento

Contesto: vogliamo ricompensare adeguatamente il tempo investito nelle Competitive e riconoscere l’abilità effettiva. Gli accessori arma rappresentanti il grado permettono ai giocatori di mostrare l’abilità raggiunta nel corso di un Atto (il grado Atto maggiore di quell’Episodio) e, per i giocatori di grado elevato nella Classifica di Valorant, lo stemma mostrerà quanto un giocatore è stato in grado di salire entro la fine dell’Atto.

Gli sviluppatori di Riot non si sono voluti risparmiare in quanto a spiegazioni e chiarimenti riguardo tutto il pacchetto di novità in arrivo, con i devs Ian “Brighteyz” Fielding e Jon “EvrMoar” Walker che hanno anche risposto ad alcune interessanti domande della stampa internazionale.

Ecco quanto riportato sul comunicato ufficiale di Riot riguardo all’episodio 2 di Valorant ed alle scelte fatte per il Competitive:

Quali obiettivi vi eravate posti nella creazione delle Competitive?

Per l’Episodio 2, il nostro obiettivo nell’aggiornare il sistema di gradi era quello di mostrare ai giocatori che abbiamo ascoltato i loro commenti e continuiamo a farlo, realizzando quello che è stato più richiesto dalla comunità: un sistema di gradi più corretto e trasparente, che ricompensi maggiormente i risultati raggiunti, e un modo per mostrare chi è il migliore (si, le classifiche sono finalmente arrivate)!

A cosa vi siete ispirati? C’è qualcosa di specifico che volevate trasmettere con le Competitive?

Le fonti d’ispirazione sono molteplici. La più profonda e nobile è la passione con la quale i giocatori si sono lanciati nel gioco competitivo, per cui si può dire che è la comunità che principalmente ci ispira. Siamo anche noi stessi giocatori ai quali piace giocare ad altri titoli in modo competitivo. Abbiamo cercato di sfruttare ciò che abbiamo appreso altrove per adattarlo in un modo che pensiamo i giocatori di VALORANT possano apprezzare.

C’è qualche aneddoto relativo alla creazione delle Competitive che volete condividere?

Una delle cose più interessanti relative al lavoro sulle competitive è che le abbiamo aggiunte abbastanza avanti nel ciclo di sviluppo di VALORANT. Volevamo innanzitutto assicurarci di creare un gioco bilanciato, un servizio in grado di supportare un’integrità competitiva elevata. Abbiamo discusso animatamente su quanto valesse la pena di rilasciare il nostro sistema di gradi, cercando nel contempo di non ritardare troppo l’uscita del gioco, sapendo che avremmo imparato molto dai giocatori, e soprattutto con la consapevolezza di dover supportare un lancio su così larga scala. Da giocatori, sentivamo che valesse la pena rilasciare almeno una versione leggera del gioco competitivo sin dall’inizio. Ma ciò che ci ha convinti è stato il parere dei giocatori esterni durante il playtest, che sono stati concordi nel dirci che si aspettavano il gioco competitivo al lancio o subito dopo. Questo ci ha dato la sicurezza necessaria ad accelerare la scaletta del rilascio del gioco competitivo.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Valorant, diverse migliorie (ed anche un OMEN NUOVO) con la patch 4.10, ecco i dettagli completi

Valorant, diverse migliorie (ed anche un OMEN NUOVO) con la patch 4.10, ecco i dettagli completi

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Patch 4.10 Omen – Ennesimo periodo di calma piatta per lo sparatutto di casa Riot Games che dopo il ”caos” che ha inevitabilmente accompagnato il rilascio del nuovo Agente, adesso si prepara per l’inizio delle fasi più avanzate del Valorant Champions Tour.

Tra le principali novità di questo aggiornamento, alcune migliorie a livello grafico per le schermata di sblocco degli agenti ed un nuovo modello per Omen, molto più ricco di dettagli rispetto alle precedenti versioni.

A fare da protagonisti in questo aggiornamento saranno anche i nuovi grafici delle prestazioni (Errore dei colpi, che mostra i valori di errore degli ultimi colpi sparati sul proprio client). Senza ulteriori indugi, andiamo dunque a vedere tutti i dettagli!

Patch 4.10 di Valorant, i dettagli importanti e le modifiche ad Omen

AGGIORNAMENTI AGLI AGENTI

  • Ora tutte le barre dei progressi/della carica delle abilità dei seguenti agenti sono nella stessa posizione e hanno la stessa dimensione:
    • Reyna
    • Cypher
    • Breach
    • Fade
    • Jett
    • Omen
    • Phoenix
    • Raze
    • Skye
    • Yoru

OMEN

  • Aggiornato il modello del personaggio a uno ad alta fedeltà più ricco di dettagli

AGGIORNAMENTI ALLE MAPPE

HAVEN

  • Rimossi alcuni collisori microscopici che permettevano di raggiungere punti non previsti:
    • Non è più possibile salire camminando a ridosso della copertura del Punto A
    • Non si può più salire in cima alla copertura del Punto C senza usare le abilità

SISTEMI DI GIOCO

  • Aggiunto un nuovo grafico delle prestazioni, Errore dei colpi, che mostra i valori di errore degli ultimi colpi sparati sul proprio client. Si tratta delle stesse informazioni visibili attivando le impostazioni di errore del reticolo, ma il grafico dovrebbe aiutare i giocatori a valutare meglio le proprie prestazioni dopo uno scontro

Aggiornamenti sull’uniformità del gameplay

Per maggiori informazioni sui grafici delle prestazioni sottostanti e sui bug risolti, consultate l’articolo Aggiornamento sull’uniformità del gameplay di VALORANT – Parte 2.

  • Risolto un problema per il quale i picchi di ping o di framerate potevano creare un buffering eccessivo dell’elaborazione dei comandi che durava per alcuni secondi. Quando ciò avveniva, potreste aver riscontrato:
    • Un aumento della latenza dell’esecuzione dei vostri comandi lato server, che poteva essere percepibilmente più lunga del vostro ping
    • Un ritardo aggiuntivo nella vostra prospettiva sugli altri giocatori, che poteva darvi meno tempo per reagire
    • In entrambi questi casi, le latenze aggiuntive non figuravano nel grafico “RTT rete medio/massimo” o nei valori del ping riportati sulla classifica della partita
  • Aggiunto un nuovo grafico delle prestazioni, Jittering RTT rete, per aiutarvi a capire se avete problemi di rete non indicati nei valori di RTT rete medio/massimo
  • Aggiunto un nuovo grafico delle prestazioni, Ritardi RTT rete + elaborazione, che illustra l’effettiva latenza che riscontrate a causa del tempo andata/ritorno di rete più i tempi di elaborazione dei comandi processati dal server

BUG RISOLTI

Agenti

  • Ora le battute relative alla distruzione dei propri dispositivi sono udibili da tutti gli alleati. Le abilità legate ai dispositivi compresi sono le seguenti:
    • Chamber: Marchio di fabbrica e Rendez-vous
    • Killjoy: Torretta e Roboallarme
    • Cypher: Protocollo di cattura e Spionaggio
    • Yoru: Infiltrazione
  • Risolto un bug per il quale Partenza in quarta di Neon si fermava automaticamente dopo aver utilizzato Corsia di sorpasso o Saetta relè
  • Risolto un problema per il quale gli osservatori vedevano i nemici di Viper con un alone rosso quando erano vicini ma al di fuori di Rischio biologico
  • Corretto un problema per cui il raggio di Rendez-vous di Chamber non appariva agli osservatori
  • Ora Incendiario (Q) di Brimstone applica i danni in blocchi da 1 (anziché da 15) come le altre abilità di danni ad area nel gioco
    • La quantità di danni al secondo dovrebbe essere rimasta invariata

Contenuti estetici

  • Risolto un bug che provocava un leggero sfarfallio negli effetti visivi della linea trasparente dei modelli Protocollo durante l’esame, la mira, la ricarica e altro ancora

Sistemi di gioco

  • Risolto un bug per il quale a volte le configurazioni dei tasti per agenti specifici non funzionavano correttamente anche se il menu delle impostazioni le indicava come applicate
    • Questa correzione è stata implementata nella patch 4.09, ma volevamo essere sicuri non ci fossero più problemi prima di considerare la questione risolta
  • Risolto un bug per il quale, in rare circostanze, il rapporto di combattimento non appariva per l’intera partita

PROBLEMI NOTI

  • Le barre di piazzamento e disinnesco della Spike non appaiono agli osservatori con l’interfaccia minimale attivata, anche quando stanno osservando l’agente che sta piazzando o disinnescando

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Valorant, finalmente si inizia a parlare di una SERIE TV in stile Arcane

Valorant, finalmente si inizia a parlare di una SERIE TV in stile Arcane

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Dopo le promesse disattese che prevedevano l’arrivo di un accenno alla lore di Valorant nella prima metà del 2022, l lamentele della community non si sono fatte attendere, ma ora sembra che gli sviluppatori abbiamo già un’idea che riguarda il mondo delle Serie TV.

Guardando infatti al successo di Arcane, la serie tv ambientata nel mondo di League of Legends, non è difficile aspettarsi che mamma Riot cerchi di sfruttare al massimo anche la popolarità di Valorant in maniera simile, magari con degli interessanti spin-off sulle origini degli Agenti.

Sebbene infatti in Italia Valorant potrebbe essere considerato un FPS di nicchia, nel resto del mondo il gioco è molto popolare. Basti pensare che ad ogni ora si registrano tra i 600.000 e gli 800.000 player a livello globale connessi contemporaneamente.

Una serie tv su Valorant? Una conferma potrebbe già essere arrivata

Una sorta di risposta al quesito di cui sopra, è stata data dal Creative Director di Valorant David Nottingham, che in uno dei suoi ultimi blog-post scrive:

”Arcane è stato fantastico! Mentiremmo se affermassimo di non avere speranze e sogni di consegnare un giorno qualcosa di simile nell’Universo Valorant, ma wow, i nostri cugini LoL hanno fissato un’asticella follemente alta con la serie!”

“Fin dall’inizio, abbiamo deciso di creare un universo ampio con una profondità di personaggi per supportare qualsiasi potenziale esperienza futura che crediamo i giocatori vorrebbero, incluso l’intrattenimento premium.”

“MA… non aspettatevi niente troppo presto,” sottolinea. “Rimarremo iper-concentrati sul gioco per un po’ di tempo e c’è ancora molto che vogliamo fare per continuare ad espandere l’universo di Valorant”.

Insomma community, che ne pensate di questa idea? Una serie tv su Valorant riscuoterebbe lo stesso successo di Arcane? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento!

Articoli Correlati:

Valorant, il sistema di BAN delle MAPPE non arriverà mai? Rimane la speranza per i BAN agli Agenti

Valorant, il sistema di BAN delle MAPPE non arriverà mai? Rimane la speranza per i BAN agli Agenti

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

La rapida espansione di Valorant degli ultimi due anni e mezzo, sia dal punto di vista delle mappa di gioco che dei personaggi utilizzabili, ha lasciato molto perplessi giocatori e professionisti, che si sono più volte chiesti se i BAN delle mappe e degli agenti arriveranno mai sul gioco.

Sebbene infatti i personaggi non siano ancora poi così tanti e le mappe siano ancora relativamente poche, rispetto ad esempio a quelle di Counter Strike, la community non ha dimostrato un grande apprezzamento per la randomizzazione soprattutto per quello che riguarda la scelta delle mappe di gioco.

Inoltre, guardando ai ”cugini” di casa League of Legends, notiamo che il sistema di BAN dei personaggi è diventato nel tempo un caposaldo del titolo. Ovviamente questo a fronte di oltre 140 personaggi giocabili.

La risposta dei Devs sui BAN delle MAPPE

Interrogato sulla questione, il Competitive Designer di Valorant Jon Walker ha spiegato perché non avremo mai il BAN delle MAPPE: ”Questo non è qualcosa che stiamo attualmente pianificando per un normale game in coda competitiva, perché in questo momento vogliamo davvero rafforzare l’apprendimento di come giocare tutte le mappe (invece di evitare sempre quelle specifiche)”.

”Detto questo, riteniamo che valga la pena esplorare un sistema di selezione delle mappe in un ambiente adatto a complesse strategie di squadra come la nostra modalità torneo pianificata. È ancora un work-in-progress, ma ne vediamo il potenziale in uno spazio in cui le squadre avranno pianificato le giocate e le composizioni degli agenti per varie mappe”.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati: