valorant pro

Asuna – il Pro di Valorant minacciato di MORTE dopo le provocazioni in partita!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nonostante la convincente prestazione che é fruttata al team degli 100Thieves, capitanati dal celebre streamer Hiko, uno schiacciante 2-0 ai danni degli Havan Liberty nel Valorant Champions Tour, nelle ultime ore si é parlato di ben altre situazioni che hanno visto coinvolta la squadra nordamericana ed in prima persona Peter ‘Asuna’ Mazuryk.

Anche se crediamo che chiunque abbia visto un po’ di competitivo di Valorant ne abbia già sentito parlare, per chi non lo conoscesse, Asuna é il membro più giovane degli 100Thieves, nonché l’unico privo di un passato come giocatore professionista di Counter Strike, che sin dalla sua entrata nel team ha stupito la scena con le sue fantasiose ed aggressive giocate in solitaria.

Un’usanza che in questi anni si é fatta sempre più frequente nel mondo dell’esport, ma non solo, é quella di mostrare spezzoni delle comunicazioni tra i giocatori, che puntualmente vengono registrata per garantire il rispetto delle regole e linee guida della competizione.

Una di queste, che ritraeva Asuna durante una piccola provocazione nei confronti di un avversario, é recentemente stat cancellata da chi la aveva condivisa a causa della mole di minacce che stava ricevendo il giocatore, reo di aver detto gli avversari che ”stavano solo perdendo tempo con la pausa tecnica.”

”Eliminato il tweet sugli scherzi del team mentre erano in partita perché ho visto che Asuna stava ricevendo minacce di morte. Non ci credo che devo dirlo, ma vi prego, non inviate minacce ai giocatori che si divertono e basta, datevi una regolata per l’amor del cielo.”

”D’ora in poi limiteremo le rivelazioni riguardo quanto si dicono i giocatori perchè non si possono avere delle cose belle che subito un folto gruppo di individui insorgerà von delle cose assurde così, a caso. Se sei uno di quelli che ha fatto una cosa cosa del genere sappi solo che sei davvero una delusione ed una brutta persona.”

Insomma, che questa sia la fine dell’usanza di rendere pubbliche la comunicazioni in chat vocale? Probabilmente no, ma di certo segnali come questo occorso ad Asuna su Valorant spingono in direzione opposta alla sportività e a tutti i pregi del settore esportivo. Cosa ne pensate? Come al solito non mancate di farci sapere la vostra con un commento in community!

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701