Italian Esports Open – Intervista a PrO

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Si è appena conclusa l’avventura dell’italiano Luca “PrO” D’Emilio all’Italian Esports Open, il torneo di StarCraft: Remastered organizzato all’interno della cattedrale di San Romano da ESL Italia a Lucca Comics and Games 2017.

Dopo un avvincente match contro il polacco Draco, dove l’italiano ha dovuto cedere il passo all’interno del group stage B, abbiamo avuto il piacere di intervistarlo per voi.

Thiael: Ciao Luca, peccato per la serie. Tuttavia, cosa ne pensi di questo rilancio di StarCraft I in edizione remastered da parte di Blizzard?

PrO: Ciao a te. Da una parte l’ho trovata una cosa davvero interessante perché ha riavvicinato giocatori come me che avevano abbandonato StarCraft poco dopo l’uscita del II. Molti dei giocatori di questo evento non avevano più preso in mano il gioco con consistenza e questa è stata una buona opportunità. Ma ad esser sincero non ci vedo un gran futuro, il gioco è molto complesso e difficilmente avrà sviluppo soprattutto come torneistica.

T: Oltre a StarCraft, segui altri giochi? E nel tempo libero?

P: Oltre al Poker online gioco ad Heartstone e CS:GO. Mi piace seguire qualche evento ma quando non sono impegnato a giocare preferisco uscire o andare in palestra. Anche perché sono uno di quei giocatori che giocano quando sono ispirati, non mi impongo nulla. E, per questo, vado molto a periodi.

T: Per concludere, cosa ne pensi della recente comunicazione del CIO sugli Esports a livello olimpico?

P: Personalmente non sono molto convinto. Ci sono stati in passato dei tentativi che si sono risolti in un nulla di fatto. Soprattutto a livello italiano siamo in una fase ancora molto embrionale, ci sono persone che impiegano tempo e risorse ma, purtroppo, questo è ancora molto lontano da poter esser la base di qualcosa di veramente solido e duraturo.

Luca "emppirk" Tavanti

Classe 1986, mangia pane e microchip fin da quando ne ha memoria. Esperto in audio/video professionale, lavora in un laboratorio di recupero e restauro di supporti analogici a Firenze e gestisce uno studio di registrazione a Montecatini. Dal 2014 in Powned si occupa di streaming, realizzazioni eventi live e tutto quello che riguarda la produzione di materiale audio/video.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701