The O.C.

The O.C.: i sei momenti più drammatici della serie

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dall’inizio della quarantena, sono molte le saghe che stanno accompagnando i nostri momenti liberi davanti alla TV. In particolare una, The O.C. trasmessa ogni sera su Italia 1.

The O.C. è la serie creata da Josh Schwartz (Gossip Girl) andata in onda dal 2003 al 2007 ed è ambientata a Newport Beach, frazione di Orange County (da qui l’acronimo del titolo). La serie, con diverse sfaccettature mette in risalto i conflitti generati dai privilegi dei giovani ricchi e il desiderio di rivalsa dei meno fortunati. Creando così un mix di situazioni spesso drammatiche.

Al centro di queste storie, che hanno letteralmente scioccato intere generazioni di ragazzi e ragazze (soprattutto negli anni 2000) ci sono i cari Ryan Atwood (Benjamin McKenzie), Seth Cohen (Adam Brody), Marissa Cooper (Mischa Barton), Summer Roberts (Rachel Bilson) e tutti gli altri che non sono da meno nel contribuire al delirio di alcuni momenti memorabili della serie. Dunque, abbiamo deciso di ricordarne alcuni, ma se non avete mai visto la serie, attenti, perché potreste imbattervi in degli spoiler!

Joe Henderson pubblica una nuova foto dal set di Lucifer 5

1) Marissa “in botta” a Tijuana

(Stagione 1, Episodio 7)

Per festeggiare l’ultimo fine settimana delle vacanze estive, Seth convince Ryan ad accompagnarlo a Tijuana, in Messico, e si uniscono anche Summer e Marissa. Arrivati a Tijuana, Marissa scopre Luke (il fidanzato) in compagnia di Holly, una delle sue migliori amiche, la quale le rivela che Luke l’aveva fatto molte altre volte. Tornata all’hotel Marissa trova nella borsetta di Summer degli analgesici (che Summer aveva comprato per la sua matrigna), scappa dall’albergo, li ingerisce con dell’alcool e, quando gli altri la ritrovano, è collassata in un vicolo.

2) Oliver in preda a una crisi

(Stagione 1, Episodio 18)

Marissa lega velocemente con Oliver Trask, un ragazzo con gravi problemi mentali conosciuto nella sala d’attesa dello psichiatra che avevano in comune. E intraprenderà con lui uno strano rapporto di amicizia e interesse sentimentale (soprattutto da parte di lui che pare ossessionato dall’idea di farla lasciare con Ryan e provare a conquistarla). Col tempo, e dopo aver messo a repentaglio la sua storia con Ryan, Marissa si accorge delle menzogne di Oliver e quando gli chiede spiegazioni, lui ha una crisi nervosa. Marissa sola con lui nella sua camera d’albergo, riesce appena in tempo a chiamare Ryan che, accompagnato da Sandy, corre in suo aiuto e la salva da un Oliver armato di pistola.

3) Il triangolo Ryan, Marissa, Trey

(Stagione 2, Episodio 24)

L’arrivo a Newport di Trey Atwood, fratello maggiore di Ryan appena uscito di prigione, stravolge gli equilibri della famiglia Cohen e delle amicizie che gravitano intorno al ragazzo di Chino. Più volte Ryan ha provato a fidarsi di lui, ma Trey non ha mai perso occasione per farlo ricredere.

Trey toccherà il fondo nel momento in cui, strafatto, decide di aggredire fisicamente Marissa, che riesce a liberarsi procurandogli una ferita in testa con un bastone. La vicenda raggiunge il culmine quando Ryan lo viene a sapere e decide di affrontarlo. Marissa giunge sul posto e “risolve” la rissa violenta tra i due sparando un colpo di pistola a Trey che rimane a terra in una pozza di sangue sotto lo sguardo attonito degli amici.

4) Il drammatico addio di Johnny

(Stagione 3, Episodio 14)

Dopo il tragico “incidente” con Trey, Marissa viene spedita in una scuola pubblica, la Newport Union School. Qui conosce un gruppo di adolescenti tra cui Johnny Harper, timido e con il talento del surf. Mentre insegue il sogno di diventare un surfer professionista, viene investito da un auto che gli costerà un’operazione molto delicata al ginocchio. Questo evento, unito all’amore non corrisposto di Marissa, lo spingono in una profonda depressione: ubriaco, una sera si sporge troppo da una scogliera e precipita giù morendo pochi istanti dopo.

5) La straziante fine di Marissa

(Stagione 3, Episodio 25)

I quattro amici, ormai prossimi a trasferirsi al College, decidono di passare il pomeriggio insieme, prima della partenza di Marissa. Alla fine però arriva il momento dei saluti e Ryan e Marissa partono per l’aeroporto seguiti da Volchock (con cui Marissa aveva avuto una storia) ed Heather. Ha inizio un inseguimento che termina con un incidente provocato da Kevin, il quale fugge. La stagione termina con Marissa ormai sul punto di morte tra le braccia di Ryan, l’unico ragazzo che abbia davvero amato. Sulle note di Hallelujah, si consuma forse il momento più drammatico dell’intera serie.

6) Il terremoto a Newport

(Stagione 4, Episodio 16)

Un forte terremoto colpisce Newport negli episodi conclusivi della quarta, e ultima stagione di The O.C. Tutti i personaggi ne scontano le pesanti conseguenze: Kirsten scivola e teme di aver perso il bambino che aspetta da Sandy, Ryan è ferito e il tetto della casa dei Cohen è crollato. Questo evento cambierà per sempre le vite di ognuno di loro.

Poco tempo dopo, i Cohen abbandonano Newport, ma Ryan decide di trattenersi ancora un po’ nella casa che ha amato tanto prima di lasciarla per sempre, che il terremoto ha reso ormai inagibile. Ripensando alla prima notte passata lì, al mattino seguente e al momento in cui i Cohen decisero di adottarlo. Dopo aver lasciato l’abitazione con la sua auto rivede per un istante Marissa, pensando che farà sempre parte di lui come un dolce ricordo.

Siete d’accordo con noi che questi sono alcuni dei momenti più drammatici e traumatizzanti dell’intera serie The O.C.? Fateci sapere come la pensate nei commenti.

Potrebbero interessarvi anche:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701