Stranger Things: i creatori e Netflix citati in giudizio per plagio

Stranger Things: i creatori e Netflix citati in giudizio per plagio

Profilo di Torcia
 WhatsApp

Stando a quanto riportato dal noto sito The Wrap, Netflix e i creatori di Stranger ThingsMatt e Ross Duffer, sono stati citati in giudizio per plagio.

La casa di produzione Irish Rover Entertainment, afferma che l’idea dello show di successo è stata rubata da una sceneggiatura chiamata “Totem“. Secondo la causa (presentata mercoledì presso il tribunale federale della California), Stranger Things avrebbe copiato alcuni elementi dal lavoro scritto da Jeffrey Kennedy. Inclusi “trama, sequenze, personaggi, tema, dialoghi, atmosfera e ambientazione, come pure il concept art protetto da copyright“.

A quanto pare (dettaglio anche questo riportato nel documento) i due progetti sono collegati da un uomo di nome Aaron Sims, che ha lavorato in un primo momento a stretto contatto con Kennedy. Sims, afferma la causa, in seguito licenziato, è stato poi assunto per creare il concept art per le prime due stagioni di Stranger Things.

Le parole di Kennedy e le somiglianze con Stranger Things

Kennedy dichiara di aver avuto l’idea di Totem dopo la morte di un suo amico d’infanzia che soffriva di epilessia. “Durante la loro infanzia insieme nelle zone rurali dell’Indiana” – si legge nel documento – “Kennedy e il suo amico affrontavano la costante minaccia del ‘demone personale’, l’epilessia, che creava come fulmini nel suo cervello. Questi fulmini o sequestri, lo mandavano in una sorta di realtà alternativa dove il demone risiedeva“.

Ma non è tutto. In Totem Kennedy aveva inventato un personaggio di una ragazzina con i superpoteri che aiutava i suoi amici a trovare l’uscita da questa realtà soprannaturale e a combattere contro gli spiriti che la abitavano. Secondo gli avvocati, la somiglianza con la Undici di Millie Bobby Brown sarebbe fin troppo evidente.

Stranger Things

Ecco le dichiarazioni di Netflix

Irish Rover Entertainment fa causa per violazione del copyright e cerca danni non specificati. Un rappresentante di Netflix ha così replicato: “Mr. Kennedy ha spacciato queste teorie cospirative inverosimili per anni. Anche se Netflix gli ha ripetutamente spiegato che i fratelli Duffer non avevano mai sentito parlare di lui o della sua sceneggiatura inedita fino a quando non ha iniziato a minacciare di denunciarli. Dopo che ci siamo rifiutati di cedere alle sue richieste di pagamento, ha presentato questa citazione infondata. Non mancano le persone che vorrebbero rivendicare il merito per aver creato Stranger Things. Ma la verità è che lo show è stato concepito in modo indipendente dai fratelli Duffer ed è il risultato della loro creatività e del loro duro lavoro“.

Una causa simile è stata presentata nel 2018 da un uomo di nome Charles Kessler, il quale affermava che l’idea di Stranger Things fosse sua. Dicendo che aveva dato l’idea ai fratelli Duffer ad una festa del Tribeca Film Festival del 2014. Kessler lasciò cadere le accuse il giorno prima del processo.

Community, voi cosa ne pensate? La discussione è aperta!

Articoli correlati:

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano con un nuovo film: Il più bel giorno della nostra vita

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano con un nuovo film: Il più bel giorno della nostra vita

Profilo di Victor
 WhatsApp

Il più bel giorno della nostra vita sarà il nuovo film di Aldo Giovanni e Giacomo, un trio comico che, ovviamente, non ha bisogno di presentazioni. La pellicola sarà diretta da Massimo Venier, il quale ha già diretto diversi successi del trio. Nelle ultime ore, oltre all’annuncio del lungometraggio sono stati rivelati altri interessanti dettagli.

Anzitutto sappiamo che saranno presenti anche Antonella Attili, Elena Lietti, Luca Mascino, Margherita Mannino, Gioivanni Anzanldo, Pietro Ragusa, Roberto Citran e molti altri ancora. Vi lascerò inoltre, qui sotto, la sinossi ufficiale del film.

Il più bel giorno della nostra vita – sinossi

In una grande villa, sita sul lago di Como, si accingono i preparativi per le nozze di Elio e Caterina, pronti a celebrare il giorno più bello della loro vita e anche quello dei loro genitori, in particolare dei padri Giovanni e Giacomo. I due sono amici d’infanzia, hanno frequentato le stesse scuole e condiviso ogni cosa, dall’azienda familiare Sagrate Arredi fino alle vacanze. Ora il matrimonio tra i rispettivi figli va ulteriormente a confermare questa amicizia di lunga data, indissolubile e fraterna.

Per queste nozze non hanno badato a spese: hanno organizzato ben tre giorni di festeggiamenti, chiamato un Cardinale per celebrare il matrimonio, servito vini prestigiosi e contatto chef stellati; insomma, il meglio del meglio. Inoltre, l’organizzazione è stata affidata a un maître, molto caro, noto come “il Riccardo Muti del catering”.
Alla festa, però, si presenta in compagnia di Margherita, ex moglie di Giovanni, anche Aldo, il nuovo compagno della donna. Un uomo simpatico ed espansivo, ma soprattutto casinista, che finisce per abbattersi sulla celebrazione come un vero e proprio tornado con diverse gaffes e incidenti molto costosi. Nonostante Giovanni e Giacomo provino in ogni modo a contenere il caos creato da Aldo, quest’ultimo finisce per essere solo una misera goccia che fa traboccare un vaso già colmo. È così che viene a galla un malessere fino a quel momento nascosto, che rischia di mandare all’aria non solo l’amicizia storica tra Giacomo e Giovanni, ma lo stesso matrimonio. L’irruento arrivo di Aldo porterà tutti a fare i conti con i propri dubbi e soprattutto con il coraggio che richiede raggiungere la felicità che si desidera.

 

Ammetto di essere molto curioso riguardo a questo nuovo film del trio, soprattutto visto quanto successo ha (giustamente) riscontrato “Odio l’estate”. E voi cosa vi aspettate? Fatecelo sapere nei commenti.

Noi continueremo a tenervi aggiornati riguardo alle novità del trio sulla nostra sezione serie tv e film.

Game Of Thrones: in arrivo il sequel incentrato su Jon Snow

Game Of Thrones: in arrivo il sequel incentrato su Jon Snow

Profilo di Rios
 WhatsApp

HBO ha annunciato lo sviluppo di una nuova serie di Game Of Thrones, un sequel diretto che avrà come protagonista il criticato Jon Snow. Ad interpretare il personaggio troveremo nuovamente Kit Harington, attore britannico amatissimo dai fan della saga.

La storia dovrebbe ripartire esattamente da dove l’abbiamo lasciata, e dovrebbe anche mostrarci alcuni dei volti più noti del Continente.

Molti personaggi amati dal pubblico potrebbero tornare sulle nostre TV, facendo sussultare tutti quelli che hanno creduto che le loro vicende fossero ufficialmente terminate.

Dopo una stagione finale dolceamara (più amara che dolce), HBO ha l’occasione di riscattarsi e riconquistare il cuore di milioni di fan delusi.

Il sequel di Game Of Thrones

Una nuova storia?

Il finale di Game Of Thrones è stato gestito in maniera terrificante da HBO, che ha chiuso in maniera maldestra una storia che conquistato tantissime persone.

Alcune scelte di sceneggiatura non sono state molto chiare, e senza il supporto dei libri di George R.R. Martin (in ritardo con le pubblicazioni) su cui basarsi si è fatta fin troppa fatica nel far quadrare le cose.

Forse proprio per questi motivi HBO ha deciso di annunciare questo sequel di Game Of Thrones, per restituire dignità all’opera ed ai personaggi in primis.

Decidere d’incentrare la prossima serie su Jon Snow ha un certo senso, visto che la sua storia è rimasta abbastanza aperta (visto che è stato esiliato da Westeros e si è diretto oltre la Barriera) e potrebbe portare ad un nuovo inizio.

Infatti, benché tutto riprenderà da dove lo abbiamo lasciato, questo sequel potrebbe aprire le porte ad un racconto tutto nuovo, a dei temi tutti nuovi.

Sicuramente è una scommessa, al momento, perché il disastro dell’ottava stagione non sarà dimenticato facilmente. Speriamo che questo sequel possa dare il giusto rilancio alla serie, che non meritava un finale come quello che ci è stato proposto.

Chris Evans fa i complimenti ad Anthony Mackie, il nuovo Capitan America dell’MCU

Chris Evans fa i complimenti ad Anthony Mackie, il nuovo Capitan America dell’MCU

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con gli eventi mostrati in Avengers Endgame e poi in Falcon and the Winter Soldier, abbiamo avuto la conferma definitiva che Chris Evans ha definitivamente abbandonato il suo ruolo da Capitan America in favore dell’attore Anthony Mackie, nuovo difensore a stelle e strisce dell’MCU.

Sebbene alla fine di Endgame, con la famosa scena del passaggio di scudo tra Steve Rogers e Sam Wilson, la community dei fan avesse reagito abbastanza male, sembra che le cose siano cambiate grazie ad un ottimo lavoro dei Marvel Studios.

La ”breve” finestra di The Falcon and The Winter Soldier ha infatti mostrato al pubblico un aspetto inedito di Sam Wilson, un vero e proprio ”renewal” di un personaggio che effettivamente nel corso delle precedenti fasi dell’MCU aveva avuto ben poco spazio per mostrarsi.

Il nuovo Capitan America dell’MCU riceve l’approvazione di Chris Evans

Intervistato in occasione del lancio del nuovo film Disney ”Lightyear”, Chris Evans è stato interrogato anche sulla fase della sua vita post-Capitan America.

”Ho perso circa 10 kilogrammi, le persone di solito mi incontrano e mi chiedono se sto bene. Non ho più nemmeno dovuto spingere così tanto in palestra. Alla fine è tutto diverso, per 10 anni hai sempre avuto un film dietro l’angolo… ne finisci uno e poi sai esattamente che cosa dovrai fare nel prossimo anno.”

”Mi manca, era un ruolo a cui tenevo davvero tanto, sono davvero i 10 anni migliori della mia vita professionale, senza dubbio. Non c’era nessuno meglio di (Anthony Mackie) per prendere il ruolo, sono molto fiero di lui e non vedo l’ora di vedere cosa si inventeranno in futuro. Se c’è qualche rimpianto è solo per i bei ricordi che riaffiorano.”

Che ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: