La nostra opinione sulla nuova “Sabrina”: tra adolescenza e magia!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

GRAZIE A NETFLIX, LA STREGA PIÚ CONOSCIUTA DEGLI ANNI ’90 TORNA SUL PICCOLO SCHERMO MOSTRANDOSI IN UNA VESTE COMPLETAMENTE NUOVA ED INEDITA.

La serie-cult anni 90 “Sabrina: vita da strega” riecheggia ancora nella memoria della maggior parte dei telespettatori. Una trama dal carattere gioviale e spensierato, rivolta prevalentemente ad un pubblico di bambini e ragazzi.

Siamo a Westbridge: è il giorno del sedicesimo compleanno di Sabrina Spellman (all’epoca interpretata da Melissa John Hart), una tipica adolescente americana che vive con le sue zie, Hilda e Zelda. Le due confessano a Sabrina una notizia sorprendente: é un essere magico, per metà umana e metà strega e dovrà rimanere con loro finché non sarà abile a destreggiarsi con i suoi poteri.

La ragazza inizia a condurre la sua vita come una teenager che si rispetti: stringe le sue prime amicizie al liceo di Westbridge, come con la simpatica Jenny; prende una forte cotta per il bello Harvey Kinkle; é costretta a fronteggiare la popolare Libby Chessler che non perde mai occasione di metterle i bastoni tra le ruote. Ai compiti del liceo, Sabrina alterna anche lo studio del magico libro di famiglia sotto la supervisione del gatto nero parlante Salem: uno stregone privato dei suoi poteri e trasformato in un gatto dal Concilio delle Streghe a causa del suo tentativo di conquistare il mondo.

Le avventure esilaranti e fresche della streghetta e del gatto nero si susseguono una dopo l’altra, raggiungendo un discreto successo presso il pubblico, portando anche alla creazione di una serie animata, con tanto di sigla cantata da Cristina D’Avena nella versione italiana.

Nel 2018 NETFLIX decide di intraprendere le riprese sulla storia di Sabrina, focalizzandosi sull’aspetto più lugubre ed horror della storia,  come solitamente l’immaginario collettivo che il termine “strega” evoca.

Basandosi sui fumetti di Roberto Aguirre-Sacasa (nonché regista della serie) e Robert Hack, la storia non viene stravolta del tutto dalla classica ma questa svela una Sabrina psicologicamente più messa a dura prova: ella dovrà ponderare su una moltitudine di scelte ardue che genereranno una variazione di tono delle puntate.

Trailer

Coerentemente con l’intera atmosfera messa in risalto, il telefilm presenta anche diverse scene cruente, dimostrando come gli spettatori dello show siano stati pensati più maturi rispetto a quelli degli anni ’90.

I PERSONAGGI

  • SABRINA SPELLMAN, interpreta da Kiernan Shipka, è un’adolescente per metà umana e metà strega, che al contempo frequenta la Baxter High e percorre il suo cammino verso l’oscuro rituale.
  • HARVEY KINKLE, interpretato da Ross Lynch, fidanzato di Sabrina e completamente ignaro delle forze oscure che cospirano per tenere lui e Sabrina separati. Scoprirà di appartenere ad una dinastia di cacciatori di streghe ma decide di voler rifiutare le sue origini.
  • Hilda Spellman, interpretata da Lucy Davis, una delle due zie streghe della protagonista. Esperta nel preparare pozioni, la sua natura materna ed il suo caldo senso dell’umorismo nascondono però una vena macabra e malvagia.
  • Zelda Spellman, interpretata da Miranda Otto, é l’altra zia di Sabrina. È austera, orgogliosa, disciplinata e devota. É convinta che non vi sia onore più grande di servire il Signore Oscuro come membro della Chiesa della Notte.
  • Ambrose Spellman, interpretato da Chance Perdomo, è il cugino stregone di Sabrina, condannato agli arresti domiciliari dal Concilio delle Streghe a causa di un tentato crimine contro il Vaticano. Gli è proibito pertanto lasciare la casa in cui vive, con Sabrina e le zie Spellman.
  • Mary Wardwell/Madame Satana (interpretata da Michelle Gomez) l’insegnante preferita di Sabrina, nonché sua mentore alla Baxter High.
  • Rosalind “Roz” Walker (interpretata da Jaz Sinclair) è la sfacciata ed emancipata figlia del reverendo di Greendale, migliore amica di Sabrina. Scoprirà che le donne della sua famiglia sono state maledette(dopo aver perso la vista in giovane età, possono avere delle visioni che svelano il passato ed il futuro).
  • Prudence Night, interpretata da Tati Gabrielle, una studentessa dell’Accademia delle Arti Occulte che nutre un profondo rancore nei confronti di Sabrina in quanto mezza mortale. È il capo di un trio di streghe, le Sorelle Sinistre.
  • Agatha, interpretata da Adeline Rudolph è anch’ella studentessa dell’Accademia delle Arti Occulte, seconda delle Sorelle Sinistre.
  • Padre Faustus Blackwood, interpretato da Richard Coyle, è il Sommo Sacerdote della Chiesa della Notte, oltre che il preside dell’Accademia delle Arti Occulte. Spietato e ambizioso, Blackwood nasconde un piano terrificante e oscuro che lo metterà indirettamente in conflitto con Sabrina.
  • Nicholas Scratch, interpretato da Gavin Leatherwood: un giovane stregone dell’Accademia delle Arti Occulte che si innamora di Sabrina.
  • Susie/Theo Putman, interpretato da Lachlan Watson, all’inizio della serie il suo nome è Susie, è una dei migliori amici di Sabrina e Rosalind, insieme alle quali fonderà il club scolastico WICCA.

Insomma, Sabrina torna ad incantare il pubblico comparendo sotto nuovi abiti, proprio come per magia dopo una trasformazione. Sembra quasi che il suo personaggio sia stato protagonista di un ciclo di maturazione che l’ha voluta prima gaudente e frizzante per i più piccoli e poi mesta e cupa per una generazione adulta. Che sarà proprio quello stesso pubblico degli anni ’90 il destinatario di questa nuova versione, ora cresciuto e pronto per venire a contatto con la nuova strega?


La nostra opinione sulla nuova “Sabrina”: tra adolescenza e magia!
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701