Peaky Blinders

Peaky Blinders: la sesta stagione non sarà l’ultima

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Peaky Blinders – “Il passato non è un mio problema. E il futuro non è una delle mie preoccupazioni.” – recita Thommy Shelby in una delle sue frasi più celebri. Non dimentichiamo che si tratta di uno dei migliori interpreti della sua generazione.

Dopo lo stop dei set dovuto alla pandemia da coronavirus, il governo britannico ha dato l’ok per sbloccare le produzioni in corso. Le riprese dell’entusiasmante serie TV con Cillian Murphy riprenderanno dalla sesta stagione. Tuttavia l’ideatore di Peaky Blinders, Steven Knight, ha già annunciato, con grande gioia per i fan della serie, che non sarà l’ultima.

La data di messa in onda dalla produzione BBC nel Regno Unito non è ancora ufficiale – probabile, quindi, che avvenga nel 2021 – tenendo conto che lo streaming disponibile su Netflix avverrà solo sei mesi dopo l’uscita in madrepatria. Peaky Blinders non solo racconta di una famiglia di gangster nella Birmingham degli anni 20′, ma descrive una realtà concreta che ora più che mai sembrerà astratta ai nostri giorni.

Attack on Titans: annunciato il trailer della stagione 4

Nessuno si è salvato dopo la Grande Guerra, neppure i superstiti tornati in patria dalle proprie famiglie. Ripercussioni nella vita privata, sociale, economica e politica non ha risparmiato nessuno. Potrebbe sembrare forzato paragonare una guerra con la pandemia degli ultimi mesi eppure, oggi come allora, la nostra amata nazione risulta devastata ed il popolo è chiamato a stringere i denti e a unire le forze.

Knight, creatore della serie, ha saputo coinvolgere e intrecciare le avvincenti e drammatiche avventure di una famiglia per metà zingara con la storia dei libri di scuola. Il passato non è un nostro problema, ma impariamo da esso e il futuro non sarà una delle nostre preoccupazioni.

Peaky Blinders: alcuni dettagli

Cillian Murphy è un brillante attore che, sebbene solo ora sembra aver raggiunto una certa notorietà (e sebbene venga eclissato dalla fama mondiale di cui gode il personaggio a cui spesso lo associamo, il calcolatore e stratega, forse manipolatore, Thomas Shelby), abbiamo già visto in azione in diversi film tra cui “Dunkirk“, l’epico “Inception” con la brillante e mai deludente partecipazione da protagonista di Leonardo Di Caprio e in “Il cavalerie oscuro” nei panni de “lo spaventapasseri”.

Articoli correlati:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701