One Piece: Red è primo al box office giapponese

One Piece: Red è primo al box office giapponese

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

Il film One Piece: Red è appena uscito nelle sale giapponesi ed è già primo al box office.

One Piece è sempre stato un anime popolare sia in Giappone che nel resto del mondo, l’opera di Eiichiro Oda segue le avventure del pirata Monkey D. Rufy che ha come obiettivo diventare il Re dei pirati.

Il manga è in corso dal 1997, attualmente è formato da 103 volumi ed è entrato nel Guinness dei primati per il maggior numero di copie vendute, ovvero 320 milioni.

Anche l’anime non è da meno, iniziato nel 1999, è divenuto incredibilmente popolare ed ora consta di 1000 e passa episodi. Inoltre, sappiamo che un adattamento live-action dell’opera è in arrivo su Netflix.

La serie è composta anche dai film, con il più recente, One Piece: Red uscito questa settimana che ha già registrato incassi considerevoli.

One Piece: Red è un grande successo

Il film è uscito nelle sale IMAX del Giappone e nel weekend si è classificato al primo posto, con la vendita di 1,58 milioni di biglietti, con un guadagno di 2,254 miliardi di yen nei primi due giorni.

La pellicola rappresenta un netto miglioramento in termini di guadagno del precedente film One Piece: Stampede, guadagnando il 78% in più solo nei primi due giorni.

Trama

Di cosa parla One Piece: Red? Il nome “Red” nel titolo ci fa capire su cosa verte la trama, ovvero sul pirata Shanks “Il Rosso”, colui che ha ispirato Rufy ad inseguire il sogno, il film ai si concentrerà maggiormente su Uta, la figlia di Shanks.

Il film è diretto da Goro Taniguchi e Tsutomu Kuroiwa che ha scritto anche altri film di One Piece e la sceneggiatura di questa pellicola. Eiichiro Oda, lo stesso creatore del manga, è stato il produttore esecutivo.

Attualmente One Piece: Red non ha ancora una finestra di rilascio per l’Italia, come è accaduto per i precedenti film, aspetteremo annunci ufficiali.

Non vedi l’ora che il film esca anche in Italia? Faccelo sapere nei commenti!

Articoli correlati:

Assassin’s Creed: Tutto quello che sappiamo sulla serie TV

Assassin’s Creed: Tutto quello che sappiamo sulla serie TV

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

Assassin’s Creed è uno dei più grandi franchise videoludici di sempre, da quando il primo titolo è sato rilasciato nel 2007, la serie ha continuato a rilasciare giochi quasi ogni anno.

Nell’ottobre 2020, Netflix ha annunciato l’uscita di una serie TV basata sul franchise videoludico .

Inoltre, recentemente è stata annunciata l’uscita di Assassin’s Creed Jade, un videogioco mobile ambientato nell’antica Cina, in uscita nel 2023.

Questa non è la prima volta che viene realizzato un live-action del gioco, precedentemente nel 2016 è uscito nelle sale un lungometraggio con Michael Fassbender e Marion Cotillard, ma fu un fallimento commerciale e di critica.

Ora, Ubisoft è pronta per un nuovo tentativo, ma stavolta sottoforma di serie TV live-action ed ecco tutto quello che sappiamo finora.

Data di uscita

Al momento, non esiste una data di uscita specifica della serie TV. Tuttavia, il produttore della serie Marc-Alexis Côté ha dichiarato: “La serie è ancora nelle sue fasi iniziali ma posso assicurare che sarà un adattamento live action epico”.

Trama

Attualmente ci sono pochi o nessun dettaglio sulla trama o sull’ambientazione della serie. Netflix ha specificato che lo spettacolo sarà un adattamento live-action “di genere diverso” della serie videoludica.

Nei giochi, la trama principale spesso fonde un’ambientazione moderna con una storica, con personaggi provenienti dall’Antica Grecia, dalla Rivoluzione Francese, dall’Antico Egitto e altro ancora.

Ancora non è noto se la serie seguirà la narrazione del gioco e includerà personaggi realmente esistiti o una storia completamente nuova.

Al momento non ci sono trailer, filmati o immagini trapelati dall’adattamento Netflix, quindi i fan della serie dovranno pazientare ancora un po’.

Vedrai la serie Tv su Assassin’s Creed? La discussione è aperta!

Articoli correlati

Ryan Gosling in trattative con i Marvel Studios

Ryan Gosling in trattative con i Marvel Studios

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

Ryan Gosling è recentemente tornato nel film The Grey Man su Netflix, dopo essersi preso una pausa nel 2018 per passare più tempo con la sua famiglia.

L’attore non è mai stato contrario nel prendere parte a film “mainstream”: Le pagine della nostra vita e La La Land sono un chiaro esempio, ma deve ancora assumere il ruolo da supereroe.

Secondo quanto riferito, Ryan Gosling ha incontrato i Marvel Studios per quanto riguarda un ruolo nel MCU, ma non sarà Ghost Rider.

Ryan Gosling potrebbe essere Iron Fist

Secondo un nuovo post di Tales from the Mod Queue su Reddit, Ryan Gosling ha già avuto un incontro con la Marvel per un futuro ruolo, in molti hanno pensato di vederlo nei panni di Ghost Rider, ma non sarà così.

La Marvel ha discusso in modo specifico la possibilità che Ryan Gosling interpreti Iron Fist, precedentemente interpretato da Finn Jones nella serie Netflix.

Il post recita che: “Gosling vuole recitare in un progetto di arti marziali e non siamo sicuri se c’è un nuovo progetto di Iron Fist in sviluppo, se Marvel vuole che assuma un ruolo da protagonista o antagonista una tantum, ecc..”

Finora solo due attori hanno ripreso i loro ruoli dalle serie Netflix della Marvel: Charlie Cox nei panni di Daredevil e Vincent D’Onofrio nei panni di Kingpin.

Cosa ne pensi di Ryan Gosling nel ruolo di Iron Fist? La discussione è aperta!

Articoli correlati:

Il nuovo film di Joker è stato ritirato per violazione di copyright

Il nuovo film di Joker è stato ritirato per violazione di copyright

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

The People’s Joker, un nuovo film basato sul personaggio della DC Comics, è stato ritirato da due festival cinematografici per problemi di copyright.

Durante l’attuale stagione dei festival, The People’s Joker, un nuovissimo film non ufficiale sul “principe pagliaccio del crimine”, doveva essere presentato nei cinema di tutto il mondo.

Da allora il film è stato rimosso a causa di problemi legati ai diritti, nonostante abbia debuttato al Toronto International Film Festival.

Ciò significa che il film non verrà più proiettato al Fantastic Fest di Austin o al TIFF come originariamente previsto.

Cos’era The People’s Joker?

Il film, co-scritto e diretto da Vera Drew è caratterizzato come riporta IMDb: “Un pagliaccio ambizioso alle prese con la sua identità di genere, combatte un crociato fascista incappucciato”.

Al contrario, la Drew ha twittato descrivendo il trailer nel modo seguente: “Dopo anni passati ad intorpidirsi con Smylex, un pagliaccio poco divertente di nome Joker è alle prese con l’identità di genere, il primo amore è un crociato fascista”.

Perché il film è stato ritirato?

The People’s Joker ha probabilmente ricevuto un ordine di “cessate e desistere” non appena dopo la premiere, il sito web del TIFF riporta un messaggio che afferma: “Il regista ha ritirato il film a causa di un problema con i diritti. Ci scusiamo per eventuali disagi”.

Ma la regista Vera Drew ha ulteriormente affermato che “tutti avranno la possibilità di vedere questo film. Non rispondo bene al bullismo o alla pressione di istituzioni senza volto”:

Conclude: “Stiamo cercando acquirenti e partner che ci proteggano e che rendano questo film accessibile alle persone trans e alle loro famiglie ovunque”.

Cosa ne pensi di questa notizia? La discussione è aperta!

Articoli correlati: