La Casa di Carta

La Casa di Carta invade le piazze italiane: quale sarà la città-nome del nuovo protagonista?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La terza ed attesissima stagione de La Casa di Carta farà il suo debutto ufficiale il prossimo 19 Luglio.
Finalmente il Professore, Tokio, Rio e tutti gli altri torneranno protagonisti su Netflix, impegnati in un’altra grande appassionante storia.

Ancora una volta La Casa di Carta ci accompagnerà nella realizzazione da parte della banda di un nuovo colpo da fare, di un nuovo piano da preparare ed ovviamente anche di un nuovo “bottino“. Questa volta però potrebbe essere lievemente diverso rispetto al passato.

Dalle prime immagini viste nel trailer di lancio, non sembra infatti che il nuovo piano preveda come obiettivo finale un furto, quanto piuttosto un “recupero”. Nella terza stagione il Professore, la banda riunita, e soprattutto Tokio, faranno di tutto per mettere in pratica un piano per liberare Rio, catturato dalle Forze Speciali ed ora tenuto in prigionia in qualche remota ed inaccessibile struttura penitenziaria.

“Stavolta i soldi non c’entrano. Stavolta c’è di mezzo la famiglia”

https://www.youtube.com/watch?v=sotVLYFzQlI

Con le prime due stagioni la serie La Casa di Carta era riuscita a raccontare al pubblico la storia di una “riappropriazione” più che di un furto. Di come un gruppo di normalissime persone (seppur eccezionali), guidate da una mente geniale e calcolatrice, desiderassero avere una seconda chance rubando i soldi direttamente dalla Zecca di Stato.

Nel portare a termine questo piano inoltre, la banda procedeva al contempo con un attacco politico e mediatico potentissimo e diretto allo status quo, reo di non fare nulla per distruggere le iniquità sociali ed economiche che esistono oggi nel mondo.

Con il passare delle puntate delle prime due stagioni questo aspetto della serie non ha fatto che diventare sempre più centrale, arrivando al suo culmine quando il popolo spagnolo prendeva le parti ed iniziava ad osannare il Professore e gli altri, sempre più riconosciuti come eroi che criminali.

“Dobbiamo convocare la banda”

Nella terza stagione pare che questo aspetto resterà fortemente centrale ed alcune immagini e messaggi presenti nel trailer non fanno che rafforzare le nostre aspettative in tal senso. “Quello che stanno facendo è una dichiarazione di guerra…” afferma il professore nel trailer, e poi, con la sua solita classe, conclude “e noi saremo la Resistenza…“.

In attesa di vedere finalmente in azione la banda, resta ancora un quesito da chiarire. Chi saranno i nuovi personaggi coinvolti dal professore per il colpo?

Di sicuro tra questi potrebbe essercene uno, o una, con il nome di una città italiana.
Nelle ultime ore infatti, in molte piazze della nostra penisola, sono state intraviste delle statue de La Casa di Carta. Si segnalano avvistamenti a Napoli, Palermo, Roma, Torino e Milano.

La terza stagione de La Casa di Carta è quindi alle porte.
Chi si appresta a debuttare nel gruppo? E sopratutto…cosa scatenerà questa volta la brillante mente del Professore?

 

 

Potrebbe interessarti leggere anche:

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.