Jessica Chastain: “no” al matrimonio con MCU

Jessica Chastain: “no” al matrimonio con MCU

Profilo di Torcia
 WhatsApp

Doctor Strange è un film del 2016 diretto da Scott Derrickson, ispirato all’omonimo personaggio del fumetto Marvel.

Stephen Strange, interpretato da Benedict Cumberbatch, è un rinomato neurochirurgo di New York City dall’atteggiamento arrogante, ma di grande genialità.
Tuttavia, in seguito ad un incidente d’auto Strange riporta gravi lacerazioni alle mani, privandolo della capacità di operare. L’ex ragazza e sua collega chirurgo, Christine Palmer ovvero Rachel McAdams, cerca di aiutarlo a voltare pagina, ma Strange testardo e determinato continua a farsi sottoporre invano ad una serie di interventi chirurgici per guarire le sue mani e tornare a praticare il suo lavoro.

Questa riluttanza ad accettare la sua condizione lo conduce verso una lenta ma inevitabile bancarotta.
In seguito, Strange scopre dell’esistenza di un paraplegico, Jonathan Pangborn, che ha riacquistato l’uso delle gambe e da lui viene a conoscenza di un luogo dove tutto può essere guarito, il Kamar-Tai.
Strange non perde tempo e si mette in viaggio verso questo magico posto (non sapendo a cosa sarebbe andato incontro). Una volta giunto, ad accoglierlo lo stregone Mordo e l’Antico, ossia il più potente mago mai esistito che accetta di addestrarlo come allievo nonostante le iniziali titubanze dimostrategli.

Will Smith inaugura oggi la nuova (e personale) serie Will From Home

L’obiettivo era chiaro: apprendere tutto il necessario per poter far ritorno a New York e riprendere il suo lavoro, ma durante la permanenza a Kamar-Tai, Strange si ritrova coinvolto in una battaglia per difendere la Terra dall’imminente minaccia.

Insomma, una trama incredibilmente eccitante che ha portato ad un successo da 677 milioni di incasso mondiale.
Un successo a cui l’attrice Jessica Chastain aveva detto di “no” davanti alla proposta di Marvel Cinematic Universe di recitare nei panni di Christine Palmer, l’interesse amoroso di Strange.

La motivazione che ha guidato l’attrice in questa decisione è: “o supereroe o niente, grazie lo stesso“. L’attrice, come ricorda Robert Cargill sceneggiatore del film, non era interessata a recitare la parte di un personaggio umano. Il progetto aveva stuzzicato il suo interesse, ma come dichiarato dalla Chastainho solo una possibilità di far parte di un film Marvel come un personaggio Marvel, mi sono allenata, voglio davvero indossare un mantello”.

Scelta condivisibile come no, tuttavia Cargill l’ha definito “il rifiuto più fico di sempre, voleva far parte di un film Marvel, ma come supereroe“.

Davvero un’occasione mancata per la Chastain che dopo poco tempo avrebbe debuttato in Dark Phoenix, un flop globale con soli 250 milioni di dollari di incasso mondiale a fronte di un costo di 200.
Peccato, poiché malgrado la pandemia legata al Coronavirus che sta ritardando e bloccando le produzioni di Hollywood e non solo, si sta lavorando ad un sequel “Doctor Strange in the Multivers of Madness”, diretto da Sam Raimi, con la data di inizio riprese fissata al prossimo Giugno.

Non c’è ancora nulla di confermato, persino il cast potrebbe subire delle variazioni, ma ora possiamo solo pazientare ed attendere tutte le novità.

Voi cosa ne pensate cari lettori? Condividete la decisione di Jessica Chastaine? La discussione è aperta!

60 anni di Tom Cruise e quella volta in cui fu vicino al Marvel Cinematic Universe

60 anni di Tom Cruise e quella volta in cui fu vicino al Marvel Cinematic Universe

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

I 60 anni sono sicuramente un traguardo invidiabile perché sempre sinonimo di saggezza ed esperienza, ed oggi a festeggiare una meta del genere é il noto Tom Cruise.

Tanti auguri all’attore americano, che non ha bisogno di presentazioni: decine e decine i personaggi interpretati in modo eccezionale e la fama che ha ottenuto, in questi 60 anni, ne sono la conferma.

Nato 60 anni fa a New York, Tom Cruise é stato il volto iconico di moltissimi film e franchise, come Top Gun (di ritorno al cinema con un sequel proprio in questi mesi) e soprattutto Mission Impossible, ma mai ha fatto parte di uno dei franchise più popolari al momento, quello del Marvel Cinematic Universe (MCU).

Eppure, come sapranno i più esperti, Tom Cruise é stato davvero ad un passo dall’interpretare uno degli eroi più noti della Marvel. E “sostituire” anche un’altra icona del settore.

Già perché, in tutto il periodo dei rumour di “Doctor Strange nel Multiverso della Follia“, si é più volte vociferata la presenza di Cruise nel ruolo di una variante di Iron Man (in precedenza interpretato da Robert Downey Jr.).

Senza ulteriori spoiler per il film uscito quasi due mesi fa, quel Superior Iron Man tanto desiderato e chiacchierato non è mai stato realtà, anche se nella mente dello sceneggiatore c’è stato. Infatti proprio Michael Waldron, per Rolling Stones, ha dichiarato di aver pensato a Tom Cruise durante la creazione della pellicola.

Purtroppo, però, una collaborazione non è mai stata avviata a causa degli impegni lavorativi dell’attore americano, che in quel periodo stava lavorando al suo ultimo Mission Impossible. Quindi nulla di fatto, ma se ci fosse stata la possibilità chissà se Tom Cruise avrebbe davvero apprezzato il ruolo di Iron Man.

Purtroppo, al momento, è una domanda senza risposta…

E voi avreste voluto l’ingresso di Tom Cruise all’interno del Marvel Cinematic Universe?

Articoli Correlati:

Dune: la Parte Due arriverà in ritardo

Dune: la Parte Due arriverà in ritardo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dune, diretto da Denis Villenueve, è stato uno dei film che ha avuto più successo durante tutto il 2021 ed ha fatto impazzire vecchi e nuovi fan di questo universo narrativo. Purtroppo, però, arrivano delle brutte notizie in merito alla Parte Due della pellicola.

Infatti sembra che ci sia stato qualche tipo di ritardo nella realizzazione di questo colossal moderno, e la data d’uscita è stata rimandata. Non parliamo di un ritardo esagerato, ma comunque farà salire ancora di più l’hype di chi lo attende.

Una notizia dolceamara, quindi, ma che forse ci farà apprezzare ancora di più ciò che vedremo in questa attesissima seconda parte.

La Parte Due di Dune arriverà in ritardo

La nuova data d’uscita

La data d’uscita prevista per la Parte Due di Dune era inizialmente fissata per il 20 ottobre 2023, quasi due anni dopo il debutto del primo capitolo. Purtroppo, però, alcuni problemi non meglio precisati hanno fatto slittare questa data, allungando di poco di tempi.

Infatti, secondo quanto possiamo apprendere, il film dovrebbe arrivare nei cinema il 17 novembre 2023 almeno negli Stati Uniti. Non si sa ancora se ci saranno ulteriori ritardi per l’Europa e quindi anche per l’Italia, ma è probabile che questa nuova data valga per tutto il mondo.

Cosa possiamo aspettarci dalla Parte Due?

Se avete già letto i libri scritti da Frank Herbert, sicuramente avrete la risposta a questa domanda. Infatti la pellicola dovrebbe continuare a seguire pedissequamente il lavoro dello scrittore, andando ad approfondire il ruolo di Paul all’interno dei Fremen.

Nel finale della Parte Uno, infatti, Paul e la madre Jessica si sono uniti a questo gruppo di uomini liberi, senza però farci capire cosa succederà realmente. Non vogliamo fare spoiler in merito, perciò non ci dilungheremo su questo aspetto.

Infine ci aspettiamo che venga approfondito anche il ruolo di Chani (interpretata da Zendaya), visto il poco spazio avuto nella Parte Uno. Non sottovalutate il profondo legame che la unisce a Paul, in quanto potrebbe rivelarvi delle belle sorprese.

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Horizon 2074 Netflix – Quando si parla dei più grandi successi a livello videoludico dell’ultimo decennio, risulta molto difficile non menzionare Horizon Zero Dawn, rivoluzionario titolo ambientato in un mondo post-apocalittico con caratteri estremamente moderni.

Horizon Zero Dawn nel 2017 e poi Horizon Forbidden West durante l’inizio di quest’anno hanno evidentemente attirato l’attenzione anche dei colossi dello streaming, fino all’annuncio da parte di Sony nel maggio scorso, dell’inizio dei lavori di produzione di una serie-tv dedicata.

Negli ultimi due mesi non abbaimo ricevuto grandi informazioni in merito, ma il noto insider Netflix Jeff Grubb potrebbe avere scoperto una vera e propria esclusiva.

Horizon 2074 su Netflix, tutte le informazioni in anteprima

Secondo quanto riportato da Grubb, la cui fonte è il sito web della Director’s Guild of Canada Ontario, il nome del programma televisivo sarà Horizon 2074 e conterrà due linee temporali.

Considerato che il nome dello spettacolo implica una data, è molto probabile che una di queste linee temporali si svolgerà nell’anno 2074, quello che possiamo presumere esser l’anno della caduta dell’umanità.

horizon 2074 netflix

L’altra linea temporale, al contrario, potrebbe aver luogo nell’era dei giochi Horizon Zero Dawn Forbidden West, mostrandoci i risultati, alcune centinaia di anni, della la caduta del mondo per come lo conoscevamo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: