Hawkeye: svelata la data di uscita? Arrivano indizi importanti sulla serie TV

Hawkeye: svelata la data di uscita? Arrivano indizi importanti sulla serie TV

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ormai la Marvel sta lavorando enormemente per non accumulare maggiori ritardi nelle produzioni e cominciare ad avere una tabella di marcia fissa (dopo i problemi per COVID). Loki è quasi arrivato alla conclusione, Vedova Nera è in sala, mentre è arrivato anche il trailer di What if…? (in uscita ad Agosto). Ma Hawkeye?

La serie TV, con protagonista Occhio di Falco (Jeremy Renner) intento ad addestrare la giovane Kate Bishop (Hailee Steinfeld), è ancora lontana dal mostrarsi completamente, ma c’è chi inizia a chiedersi quando apparirà definitivamente. Vari indizi sono stati svelati sui social.

Alcuni attori che faranno parte del cast della serie TV hanno “suggerito” alcuni periodi di uscita. Lauren Ridloff ha pubblicato un post in compagnia della collega Alaqua Cox, che interpreterà Echo in Hawkeye, parlando di “autunno 2021“. Criptico, invece, un commento dell’attore Fra Fee che, invece, parla di “novembre“. Quest’ultimo è da prendere con le pinze poiché il post in questione trattava Marvel, ma non propriamente Hawkeye.

Considerando il calendario uscite Marvel, valido fino ad ora, e il fatto che ogni uscita disti 1/2 settimane una dall’altra, possibile che l’uscita coincida con Novembre, anche se, al momento, Ottobre sembra essere vuoto di contenuti Marvel. Vi ricordiamo che il 1° Settembre uscirà Shang Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli, mentre gli Eterni vedranno la luce il 3 Novembre. Nel tardo 2021 dovranno uscire sia Ms. Marvel che Hawkeye: come andranno a collocarsi? Abbiamo metà Settembre, tutto Ottobre e metà Novembre, prima dell’uscita di Spider-Man a Dicembre. A voi le ipotesi.

Che ne pensate di questi presunti “spoiler” per la data di uscita di Hawkeye? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:
She-Hulk: Spider-Man non può apparire nella serie

She-Hulk: Spider-Man non può apparire nella serie

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

L’uscita della serie TV She-Hulk: Attorney at Law prevista per il 18 agosto su Disney+ parlerà dell’avvocato Jennifer Walters alle prese con l’essere una supereroina e sarà caratterizzata da uno spiccato senso dello humor.

Tuttavia, la serie avrà molto da offrire poiché nel corso degli episodi faranno la loro comparsa una serie di personaggi del MCU.

In particolare, She-Hulk avrà l’onore di portare e riportare sul piccolo schermo personaggi come l’Hulk di Mark Ruffalo, Abominio di Tim Roth e anche Daredevil interpretato da Charlie Cox con un costume nuovo di zecca.

Sembra proprio che in She-Hulk compariranno una miriade di personaggi ma a quanto pare non tutti potranno prendere parte allo show.

Le parole della creatrice Jessica Gao

L’ideatrice della serie Jessica Gao, ha parlato dell’ampia gamma di personaggi che gli sceneggiatori speravano di riportare nella serie, riconoscendo però che c’erano dei personaggi che non potevano usare per un problema di diritti.

La Gao afferma: “Volevamo usare molti personaggi dei fumetti ma con alcuni non potevamo a causa di un problema con i diritti, tutto quello che i Marvel Studios ci dicevano è che avevano altri piani”.

Rispondendo ad una domanda su quali personaggi fossero vietati, continua: “Devo dire che l’unico personaggio che ci ha delusi perché non potevamo inserirlo nella serie è proprio Spider-Man, perché gli sceneggiatori erano grandi fan del personaggio”.

Perché Spider-Man non può comparire?

I diritti cinematografici del personaggio appartengono alla Sony ed è difficile scritturarlo per una serie TV poiché i Marvel Studios devono sempre entrare in trattative con la multinazionale giapponese come è avvenuto per i vari Spider-Man: Homecoming, Far From Home e il più recente No Way Home.

La stessa cosa vale anche per altri film Marvel, ovvero in Infinity War e in Endgame, ma in questo caso, i Marvel Studios non hanno preso in considerazione l’idea di inserire il ragno nella serie, proprio a causa delle restrittive clausole.

Cosa ne pensi della notizia? Guarderai la serie? Faccelo sapere nei commenti!

Articoli correlati:

The Flash potrebbe essere cancellato

The Flash potrebbe essere cancellato

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

Il film The Flash con Ezra Miller in uscita il 23 giugno 2023, secondo un nuovo rapporto, potrebbe essere cancellato dalla Warner Bros.

Miller ha indossato per la prima volta il costume da supereroe nel 2017 con Justice League e dopo un breve cameo in Batman v Superman, è tornato di nuovo nella Justice League di Zack Snyder.

L’attore dovrebbe tornare nei panni di Flash il prossimo anno con un film a lui dedicato, ma le polemiche sorte recentemente potrebbero mandare tutto all’aria.

Ezra Miller è stato accusato dal 2020 di abusi, molestie, aggressioni, adescamento di minori e recentemente anche di furto con scasso.

Dopo l’improvvisa cancellazione di Batgirl e le successive proteste dei fan per via della decisione della Warner, sembra che anche The Flash potrebbe subire lo stesso destino.

La Warner valuta tre scenari

Il dubbio su come la Warner Bros. Gestirà l’uscita nelle sale o meno di The Flash è sempre più concreta, viste le recenti accuse contro Miller.

Secondo The Hollywood Reporter, la Warner sta valutando tre possibili scenari: Il primo vedrebbe Miller cercare un aiuto psicologico e rilasciare un’intervista per scusarsi dei comportamenti avuti in questi anni.

Il secondo scenario prevede il rilascio effettivo della pellicola ma Miller non sarà coinvolto in nessuna campagna marketing o pubblicità e sarà l’ultima volta che interpreterà Flash.

Il terzo scenario è il peggiore poiché prevede la cancellazione totale del film, questa opzione viene definita dalla Warner come “improbabile” perché non è semplice cambiare attore all’ultimo minuto.

The Flash ha un budget di 200 milioni di dollari e una eventuale cancellazione del film avrebbe degli effetti negativi pesanti alla stessa Warner.

Cosa ne pensi delle decisioni della Warner? Faccelo sapere nei commenti!

Articoli correlati:

Disney+ supera Netflix in termini di abbonati

Disney+ supera Netflix in termini di abbonati

Profilo di PizzaAllaDiavola
 WhatsApp

Disney+ ha detronizzato Netflix per la prima volta per numero di abbonati alla piattaforma.

Molti anni fa, i film in streaming erano considerati il futuro poiché il Wi-Fi rappresentava ancora una novità in termini tecnologici e non vi era una velocità di connessione elevata come ora, inoltre non tutti potevano permettersi una tale tecnologia.

Con l’avvento delle nuove tecnologie e di una velocità maggiore in termini di internet e, successivamente, il rapido declino di Blockbuster negli Stati Uniti, nasce Netflix.

La piattaforma streaming ha dominato il mercato per tutti gli anni 2010 ed ha ispirato la creazione di altre piattaforme come Disney+, Hulu, Prime Video, HBO Max e Paramount+.

Disney+ ha fatto il suo ingresso nel 2020 con una collezione di IP molto importanti come l’intera Marvel, l’intero franchise di Star Wars, National Geographic e ovviamente l’intero catalogo dei film Disney.

Disney batte Netflix per la prima volta

Secondo i dati del terzo trimestre fiscale della società, Disney+ ha riportato che gli abbonati alla piattaforma sono pari a 221,1 milioni.

Il conteggio degli abbonati di Netflix invece è pari a 220,67 milioni dopo la perdita di un milione di abbonati nel secondo trimestre.

Si tratta di una vittoria senza precedenti per la Disney perché non solo è riuscita a superare Netflix nella corsa allo streaming in termini di abbonati, ma soprattutto perché quest’ultimo è sempre stato il leader indiscusso del settore.

Disney+ annuncia un aumento dei prezzi

A partire dall’8 dicembre, Disney introdurrà un nuovo livello di abbonamento in cui è presente la pubblicità e sarà l’opzione più economica poiché costerà 7,99 dollari al mese.

Se non si vuole ricevere la pubblicità, tuttavia, bisognerà passare al piano Premium che costerà 10,99 dollari al mese. Attualmente l’aumento del prezzo è previsto solo in America, attualmente non ci sono notizie che riguardano il resto del mondo, compresa l’Europa.

Cosa ne pensi di questa notizia? Faccelo sapere nei commenti!

Articoli correlati: