Blocco 181

Blocco 181: Salmo in una serie TV su Sky

Profilo di Torcia
 WhatsApp

Sky è al lavoro su una nuova serie originale che vede anche questa volta la collaborazione di talenti italiani. Il colosso ha ordinato la serie Blocco 181, di cui il rapper italiano Salmo sarà produttore creativo, supervisore, produttore musicale e anche membro del cast.

Ambientata nella periferia di Milano, Blocco 181 si addentra tra le comunità multietniche presenti sul territorio. Tenendo al centro del proprio racconto una storia di amore, conflitti generazionali, emancipazione femminile e, soprattutto, di lotta per la conquista del potere. Nel teaser trailer che accompagna l’annuncio, appare lo stesso Salmo, pioniere della musica rap italiana.

Il vice presidente esecutivo della programmazione di Sky, Nicola Maccanico, ha commentato: “Questa serie è un progetto che nasce diverso già sulla carta e sarà influenzato dall’incontro di universi che si sovrappongono e si contaminano a vicenda. La moderna narrazione seriale di genere, la musica ed il mondo delle comunità multietniche che popolano le aggregazioni urbane più estese. (…) Ci sembra un tema estremamente attuale, interessante e complesso, che non vediamo l’ora di raccontare“.

The Alienist 2: ecco il trailer ufficiale del sequel

Blocco 181: le dichiarazioni di Salmo

Ho sempre vissuto la musica come un tentativo per andare oltre. Oltre i confini tra generi, stereotipi, e anche la musica stessa, che per me non è solo testo, note e flow, ma nasce già con dentro le immagini“, ha dichiarato il rapper in un comunicato.

Da tempo volevo sperimentare la mia creatività in un territorio diverso e sono orgoglioso e impaziente di partire con questa nuova produzione originale di Sky Studios, con cui condividiamo obiettivi innovativi e coraggiosi. Con questa serie vorrei continuare ad andare oltre, anche nel racconto della periferia, mostrandola per ciò che è e che mi ha sempre affascinato, un mondo stratificato in cui c’è già tutto: caos, vitalità, potere, debolezze, conflitti, passione. Da tutto questo nascono ricchezza ed energia, che sono anche gli elementi che serviranno a questa storia per andare oltre“.

La serie è attualmente in fase di scrittura e le riprese inizieranno nel 2021. Quindi ci sarà ancora da aspettare. A noi l’idea sembra buona, voi invece cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Potrebbero interessarvi anche:

Il video

The Black Mamba: la serie Netflix che omaggia Kobe Bryant

Profilo di Rios
 WhatsApp

Netflix ha da poco svelato The Black Mamba, una nuova serie TV che andrà a ripercorrere i 20 anni di carriera in NBA del leggendario Kobe Bryant. L’opera sarà prodotta in collaborazione con ESPN, cosa che renderà ancora più accurata la realizzazione generale.

La piattaforma di streaming americana vuole ripercorrere le orme di The Last Dance, serie che ha ripercorso l’ultima stagione vincente di Michael Jordan ai Chicago Bulls. Inoltre, questa nuova opera, sarà anche un grande omaggio ad una leggenda che ci ha lasciati prematuramente.

Insomma, c’è tutto il potenziale per fare bene, e speriamo vivamente i 10 episodi previsti saranno sufficienti per raccontare il mito.

The Black Mamba: l’omaggio a Kobe Bryant

Per sempre tra le stelle

Pochi atleti nella storia dello sport sono riusciti a lasciare un segno indelebile, ed ancora meno sono quelli riusciti a diventare leggenda. Tra questi annoveriamo il nome di Kobe Bryant, uomo simbolo dei Lakers e del basket americano in generale.

Purtroppo, Kobe, ci ha lasciati troppo presto, in un triste giorno di gennaio. La sua morte ha scosso tutto il mondo, non solo quello sportivo. E’ stato un atleta capace di farsi amare anche da chi non seguiva il basket o lo sport in generale, una persona di enorme calibro prima che un atleta leggendario.

Proprio per questi motivi, Netflix, la NBA ed ESPN, hanno deciso di mettersi insieme e produrre una serie in grado di ripercorrere la carriera di The Black Mamba. Un’opera che, attraverso 10 episodi, ci mostrerà 20 anni di vita dal punto di vista atletico ed umano.

Con The Last Dance abbiamo già visto la qualità che Netflix riesce a dare ai prodotti di questo tipo, ma ora il compito sarà ancora più difficile.

Come detto in precedenza, Kobe è un’icona trasversale, capace di coinvolgere persone diverse da tutto il mondo. Purtroppo dovremo aspettare ancora qualche mese, dato che The Black Mamba dovrebbe uscire durante l’estate del 2022.

La copertina del documentario – The Black Mamba

Arcane fa incetta di nomination agli Annie Awards

Profilo di Rios
 WhatsApp

Arcane, la prima serie TV di Riot Games, ha avuto un successo spropositato, raggiungendo milioni di spettatori su Netflix. I suoi buoni risultati sono stati certificati anche dagli Annie Awards, gli Oscar dell’animazione. L’opera è stata nominata in diverse categoria e, probabilmente, vincerà parecchi premi.

La qualità del prodotto realizzato da Fortiche Productions è indiscutibile, ed ha alzato l’asticella per tutte quelle serie che verranno dopo di lei. Gli elogi non sono certo mancati, in quanto ha attirato le attenzioni di personalità molto importanti come Hideo Kojima.

Insomma, una vittoria su tutti i fronti per gli autori e per Netflix, che ora aspettano soltanto di contare i trofei che otterranno.

Tutte le nomination di Arcane agli Annie Awards

Le categorie

In brevissimo tempo dopo la sua uscita, Arcane è diventata un fenomeno di massa, ed ha raggiunto un numero di spettatori incredibile. La serie non ha avuto impatto solo sui fan e sui giocatori di League Of Legends, ma anche su chi del gioco non ne sapeva e non sa nulla.

Riot GamesNetflixFortiche Productions hanno confezionato un prodotto adatto a tutti, prendendosi con forza una grossissima fetta di pubblico. Raramente, negli ultimi anni, si è visto un prodotto di qualità così alta sulla piattaforma americana.

Questo successo travolgente, inoltre, è stato certificato dalle lodi provenienti da diverse personalità nel mondo del gaming (e non solo), che hanno spinto ulteriormente la serie verso vette impreviste da Riot stessa. Ma non era ancora abbastanza.

Infatti, è arrivata un’ulteriore soddisfazione per gli autori di Arcane. La serie è stata nominata per vincere diversi premi agli Annie Awards, in molteplici categorie qui sotto elencate:

  • Miglior serie animata
  • Migliore direzione
  • Miglior sceneggiatura
  • Migliore storyboard
  • Migliori effetti speciali
  • Migliore animazione dei personaggi
  • Miglior desing dei personaggi
  • Migliore scenografia
  • Miglior doppiaggio

Insomma, una pletora di nomination niente male. Sicuramente arriverà almeno un premio ma, onestamente, Arcane potrebbe vincerli facilmente tutti con merito. E’ stata una delle serie animate migliori dell’anno (se non la migliore), e la vittoria di nove riconoscimenti non stupirebbe quasi nessuno.

Halo: il primo trailer della serie TV sarà mostrato ai TGA

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dopo diversi mesi di attesa, siamo ormai pronti per dare un primo sguardo alla serie TV di Halo. L’opera sarà presentata durante la cerimonia dei The Game Awards, che si terrà al Microsoft Theater di Los Angeles nella notte di venerdì.

Le aspettative dei fan sono già altissime, visto che alcuni brevi teaser sono stati già mostrato ed hanno alzato notevolmente l’hype. La serie sarà un’esclusiva di Paramount+, una piattaforma di streaming al momento non operativo nel nostro paese.

In ogni caso dobbiamo aspettare ancora qualche giorno per capire cosa ci darà quest’opera e se riuscirà a rendere onore al nome di una saga pazzesca.

La serie TV di Halo

Un pesante fardello

Nel corso di questi anni, il mondo del cinema e delle serie TV ha provato a proporre dei prodotti tratti dai videogiochi, ma i risultati sono stati decisamente non all’altezza. Basti pensare al film di Assassin’s Creed, oppure ai vari adattamenti della saga di Resident Evil.

Nonostante questo, però, il 2021 ci ha fatto un regalo incredibile in questo: il debutto di Arcane. La serie TV di NetflixRiot Games ha stupito tutti, non solo i fan di League Of Legends, ma anche chi del gioco non sapeva assolutamente nulla.

Per la prima volta, un prodotto nato da un videogame, è arrivato a settare dei nuovi standard per il medium in maniera piuttosto perentoria. La serie TV di Halo dovrà scontrarsi con questo pesante fardello, in quanto le aspettative di tutto il pubblico ormai si aspetta un certo livello da certi prodotti provenienti dai videgiochi.

Inoltre Halo è un nome decisamente pesante nell’industria videoludica, ed ha fatto la storia sin dal lontano 2001, anno in cui il primo capitolo esordì sul mercato. Non ci resta che aspettare venerdì per vedere cosa ci proporrà il primo trailer, nell’attesa del rilascio definitivo nel 2022.

Se. però, volete immergervi nel mondo di Halo e nella saga di Master Chief, vi ricordiamo che da oggi alle 19 sarà disponibile la campagna di Halo Infinite.