Batwoman

Batwoman: ecco perché Ruby Rose lascia la serie

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nelle ultime ore si sta tanto parlando della decisione improvvisa e quasi surreale di Ruby Rose di lasciare il suo ruolo nella serie Batwoman.

Compiere una scelta del genere non è di certo una cosa troppo comune. Tutti gli attori ad un certo punto della loro carriera ambiscono ad un ruolo da protagonista. La Rose aveva raggiunto appieno questo traguardo, eppure qualcosa è andato storto. Le ragioni che hanno spinto l’attrice ad appendere al chiodo il mantello dell’iconico personaggio DC devono essere state quindi molto forti.

Stando ad una fonte vicina alla serie, raggiunta da TVLine, quella della Rose “non è stata al 100% una sua decisione. C’è stata una rottura. Non era felice di lavorare nella serie. Questo l’ha resa una persona con la quale era piacevole lavorare? No. Quindi hanno deciso – nell’interesse dello show e nell’interesse di tutti – che sarebbe stato meglio separarsi. Semplicemente, non è stata una buona scelta“.

Elite: quali attori non torneranno nell’ipotetica stagione 4

Ma perché la Rose era così infelice nel ruolo di Batwoman?

Secondo la stessa fonte, Ruby Rose, originaria di Melbourne, era angosciata dalle molte ore di lavoro richieste da una produzione televisiva, ancora di più a lei che ne era la protagonista. Ma anche di dover trascorrere tutto quel tempo lontano da casa, a Vancouver, dove viene girata la serie, una città in cui non si è mai adeguatamente ambientata.

Oltre tutto, il mancato favore dei fan della DC verso la sua scelta come interprete di Kate Kane, non ha certamente aiutato. Nonostante Rose sia uno dei più noti e impegnati rappresentanti della comunità LGBTQ, per il pubblico,  non lo era abbastanza o, almeno, non era “abbastanza” lesbica né ebrea per vestire quei panni.

Questo genere di polemiche si fecero così forti da spingere la Rose a chiudere il suo profilo Twitter e disabilitare i commenti su Instagram. A tal proposito la Rose scrisse: “Come diavolo si può arrivare a dire che ‘Ruby non è lesbica e quindi non può essere Batwoman’? È la cosa più comica e ridicola che abbia mai letto. Ho fatto coming out quando avevo, quanti, 12 anni? Negli ultimi cinque anni ho dovuto fare i conti con ‘è troppo gay’ e ora le cose si sono capovolte?“.

Insomma, per Ruby Rose, questo non deve esser stato un periodo facile, anzi. Avrà avuto l’impressione di trovarsi in trappola nell’inferno costretta a rivivere ogni giorno quell’incubo. Qualche aspetto positivo ci sarà stato, ma i fatti parlano chiaro. Quello non era il suo posto.

Chi sa quale attrice la sostituirà..noi di Powned siamo davvero curiosi, voi cosa ne pensate? La discussione è aperta.

Articoli correlati:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701