SKAM Italia, in arrivo la stagione 4 su TIMvision e Netflix

SKAM Italia, in arrivo la stagione 4 su TIMvision e Netflix

Profilo di Carli
 WhatsApp

Per un breve periodo si era temuto che non avremo potuto assistere alla storia della bella Sana. Poi era arrivato Netflix con il suo cavallo scintillante a salvare la storia e a portare gioia nei tanti fan. Adesso l’attesa è finita: Skam Italia sta tornando!

Essendo le riprese conclusesi a dicembre, è stato possibile terminare il lavoro di post-produzione anche da remoto.
Dal 15 maggio sarà quindi disponibile sia su TIMVision che su Netflix la quarta stagione di Skam Italia.

Skam, remake dell’omonima serie norvegese, è stata definita dalla stampa come una delle serie italiane più belle e innovative del decennio. Un modo di mostrare i drammi e le gioie di un gruppo di liceali senza cadere negli stereotipi adolescenziali, ma raccontando tematiche importanti come la solitudine o l’identità.

SKAM Italia 4

Nella quarta stagione la protagonista è Sana (Beatrice Bruschi), italiana di seconda generazione e musulmana praticante. La ragazza, che per anni ha cercato un equilibrio tra i suoi valori e quelli delle sue compagne, si ritrova a fronteggiare una situazione che metterà a rischio la sua armonia interiore. Dovrà quindi trovare il modo per bilanciare i suoi valori religiosi con i suoi sentimenti.

Ancora una volta la regia è affidata a Ludovico Bessegato, showrunner della serie. Inoltre, la sociologa e scrittrice Sumaya Abdel Qader ha collaborato come consulente alla sceneggiatura.

Oltre alla bella Sana, torneranno anche Martino (Federico Cesari), Niccolò (Rocco Fasano), Eva (Ludovica Martino), Giovanni (Ludovico Tersigni), Silvia (Greta Ragusa), Federica (Martina Lelio), Elia (Francesco Centorame), Luchino (Nicholas Zerbini), Filippo (Pietro Turano) ed Eleonora (Benedetta Gargari).

Trailer SKAM Italia 4

 

60 anni di Tom Cruise e quella volta in cui fu vicino al Marvel Cinematic Universe

60 anni di Tom Cruise e quella volta in cui fu vicino al Marvel Cinematic Universe

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

I 60 anni sono sicuramente un traguardo invidiabile perché sempre sinonimo di saggezza ed esperienza, ed oggi a festeggiare una meta del genere é il noto Tom Cruise.

Tanti auguri all’attore americano, che non ha bisogno di presentazioni: decine e decine i personaggi interpretati in modo eccezionale e la fama che ha ottenuto, in questi 60 anni, ne sono la conferma.

Nato 60 anni fa a New York, Tom Cruise é stato il volto iconico di moltissimi film e franchise, come Top Gun (di ritorno al cinema con un sequel proprio in questi mesi) e soprattutto Mission Impossible, ma mai ha fatto parte di uno dei franchise più popolari al momento, quello del Marvel Cinematic Universe (MCU).

Eppure, come sapranno i più esperti, Tom Cruise é stato davvero ad un passo dall’interpretare uno degli eroi più noti della Marvel. E “sostituire” anche un’altra icona del settore.

Già perché, in tutto il periodo dei rumour di “Doctor Strange nel Multiverso della Follia“, si é più volte vociferata la presenza di Cruise nel ruolo di una variante di Iron Man (in precedenza interpretato da Robert Downey Jr.).

Senza ulteriori spoiler per il film uscito quasi due mesi fa, quel Superior Iron Man tanto desiderato e chiacchierato non è mai stato realtà, anche se nella mente dello sceneggiatore c’è stato. Infatti proprio Michael Waldron, per Rolling Stones, ha dichiarato di aver pensato a Tom Cruise durante la creazione della pellicola.

Purtroppo, però, una collaborazione non è mai stata avviata a causa degli impegni lavorativi dell’attore americano, che in quel periodo stava lavorando al suo ultimo Mission Impossible. Quindi nulla di fatto, ma se ci fosse stata la possibilità chissà se Tom Cruise avrebbe davvero apprezzato il ruolo di Iron Man.

Purtroppo, al momento, è una domanda senza risposta…

E voi avreste voluto l’ingresso di Tom Cruise all’interno del Marvel Cinematic Universe?

Articoli Correlati:

Dune: la Parte Due arriverà in ritardo

Dune: la Parte Due arriverà in ritardo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dune, diretto da Denis Villenueve, è stato uno dei film che ha avuto più successo durante tutto il 2021 ed ha fatto impazzire vecchi e nuovi fan di questo universo narrativo. Purtroppo, però, arrivano delle brutte notizie in merito alla Parte Due della pellicola.

Infatti sembra che ci sia stato qualche tipo di ritardo nella realizzazione di questo colossal moderno, e la data d’uscita è stata rimandata. Non parliamo di un ritardo esagerato, ma comunque farà salire ancora di più l’hype di chi lo attende.

Una notizia dolceamara, quindi, ma che forse ci farà apprezzare ancora di più ciò che vedremo in questa attesissima seconda parte.

La Parte Due di Dune arriverà in ritardo

La nuova data d’uscita

La data d’uscita prevista per la Parte Due di Dune era inizialmente fissata per il 20 ottobre 2023, quasi due anni dopo il debutto del primo capitolo. Purtroppo, però, alcuni problemi non meglio precisati hanno fatto slittare questa data, allungando di poco di tempi.

Infatti, secondo quanto possiamo apprendere, il film dovrebbe arrivare nei cinema il 17 novembre 2023 almeno negli Stati Uniti. Non si sa ancora se ci saranno ulteriori ritardi per l’Europa e quindi anche per l’Italia, ma è probabile che questa nuova data valga per tutto il mondo.

Cosa possiamo aspettarci dalla Parte Due?

Se avete già letto i libri scritti da Frank Herbert, sicuramente avrete la risposta a questa domanda. Infatti la pellicola dovrebbe continuare a seguire pedissequamente il lavoro dello scrittore, andando ad approfondire il ruolo di Paul all’interno dei Fremen.

Nel finale della Parte Uno, infatti, Paul e la madre Jessica si sono uniti a questo gruppo di uomini liberi, senza però farci capire cosa succederà realmente. Non vogliamo fare spoiler in merito, perciò non ci dilungheremo su questo aspetto.

Infine ci aspettiamo che venga approfondito anche il ruolo di Chani (interpretata da Zendaya), visto il poco spazio avuto nella Parte Uno. Non sottovalutate il profondo legame che la unisce a Paul, in quanto potrebbe rivelarvi delle belle sorprese.

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Horizon Zero Dawn su Netflix, si chiamerà Horizon 2074 e verrà girato in Canada (e si sa anche il cast)

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Horizon 2074 Netflix – Quando si parla dei più grandi successi a livello videoludico dell’ultimo decennio, risulta molto difficile non menzionare Horizon Zero Dawn, rivoluzionario titolo ambientato in un mondo post-apocalittico con caratteri estremamente moderni.

Horizon Zero Dawn nel 2017 e poi Horizon Forbidden West durante l’inizio di quest’anno hanno evidentemente attirato l’attenzione anche dei colossi dello streaming, fino all’annuncio da parte di Sony nel maggio scorso, dell’inizio dei lavori di produzione di una serie-tv dedicata.

Negli ultimi due mesi non abbaimo ricevuto grandi informazioni in merito, ma il noto insider Netflix Jeff Grubb potrebbe avere scoperto una vera e propria esclusiva.

Horizon 2074 su Netflix, tutte le informazioni in anteprima

Secondo quanto riportato da Grubb, la cui fonte è il sito web della Director’s Guild of Canada Ontario, il nome del programma televisivo sarà Horizon 2074 e conterrà due linee temporali.

Considerato che il nome dello spettacolo implica una data, è molto probabile che una di queste linee temporali si svolgerà nell’anno 2074, quello che possiamo presumere esser l’anno della caduta dell’umanità.

horizon 2074 netflix

L’altra linea temporale, al contrario, potrebbe aver luogo nell’era dei giochi Horizon Zero Dawn Forbidden West, mostrandoci i risultati, alcune centinaia di anni, della la caduta del mondo per come lo conoscevamo.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: