Rocket League: Intervista a Flakes!

Rocket League: Intervista a Flakes!

Profilo di Disfact
 WhatsApp

Nell’intervista finale della serie di interviste al DreamHack fatte da Octane.gg, oggi portiamo in italiano quella fatta a Flakes, che ha giocato per i compLexity all’evento. L’intervista si concentra sulla sua carriera, da come tutto è iniziato, fino ai suoi recenti successi e piani per il futuro.

Flakes al DreamHack
Flakes, in primo piano, durante il DreamHack.
Fonte immagine: DreamHack

Io sono BShadowJ di Octane.gg ed oggi ho con me Flakes! Prima di tutto, sei un giocatore che è nel circuito da diversi anni, a partire dal 2016, e con alle spalle un discreto successo nel 2017, avendo partecipato a più qualificazioni RLCS e al campionato Mock-It, che all’epoca era la cosa più vicina alle attuali RLRS. Raccontaci un po ‘dei tuoi primi anni di carriera e quanto sei contento oggi di quei risultati.

Flakes: Sì, le persone tendono a dimenticare, non le biasimo perché avevo anche smesso per un po’. Ma sono sempre stato in competizione con i migliori giocatori. Mi sento come se non avessi mai avuto la possibilità di dimostrare tutta la mia abilità, la maggior parte dei veri professionisti del gioco non volevano mai provarmi o darmi una possibilità. Quindi ho dovuto provare a far parte di una squadra e raggiungere le RLRS la prima stagione.

Verso la fine del 2017, tuttavia, le tue prestazione e risultati sono calati. Poi, ad ottobre del 2018, hai twittato che non vedevi l’ora di iniziare di nuovo a gareggiare negli sport di Rocket League. Quindi, cosa è successo esattamente nel mezzo e cosa ti ha riportato “indietro”?

Flakes: Dunque, ho smesso dopo la RLRS Stagione 1, ho perso la motivazione per il gioco e ho cominciato a giocare sempre meno, e alla fine ho smesso, perché ero in una cattiva forma. Inoltre, giocavo con un setup spazzatura, impostato su settaggi minimi e 40 fps di prestazioni. Dopo tutti questi mesi, un mio caro amico di nome “Eziyoh” mi ha mandato dei soldi per farmi un buon PC ed un monitor a 144Hz. E boom, sono tornato, la mia motivazione era tornata ed anche la mia passione per il gioco!

Dopo il tuo ritorno, sei tornato rapidamente in forma, e questo si vede nelle tue recenti prestazioni e presenza. Hai giocato con i Renault Vitality al Gfinity, ti sei qualificato per il Mannfield Night 5K, ti sei piazzato 7°-8° e 3° su a due Renegade Cup, ed ora ti sei qualificato ed hai giocato per i compLexity al DreamHack Leipzig. A cosa attribuisci questo tua rapida ripresa?

Flakes: Il passaggio da 40 fps a 144+ FPS ha avuto una importante rilevanza, il gioco sembrava così fluido. Ma anche questo gioco diventa davvero difficile da giocare se non ti diverte più. Secondo me, fare una lunga pausa è meglio al costringersi a giocare controvoglia.

Allo stesso modo, sei diventato anche uno streamer su Twitch molto attivo,a partire dalla fine del 2018. Hai già un elevato numero di persone che ti seguono, oltre che la partner Twitch. Pensi di avere qualcosa di speciale da offrire in quello spazio che altri streamer non hanno, o pensi che ci sia un altro motivo per questo tuo rapido successo?

Flakes: Sì, recentemente ho iniziato con lo streaming anche a causa del nuovo PC. Penso che il mio successo sia dovuto al MN5K, ho iniziato lo streaming mentre era ancora in corso e le persone si sono sintonizzate sul mio stream dopo che la serie era finita sul canale ufficiale.

Ora torniamo al DreamHack; come sei arrivato a giocare con i compLexity alle qualificazioni e quanto tempo hai passato col team per prepararti?

Flakes: Ecco un aneddoto divertente, Mognus mi ha contattato solo un paio d’ore prima che le iscrizioni per le qualificazioni al DreamHack finissero. Mi ha colto di sorpresa, non ho fatto in tempo a dire si che stavo già giocando le qualificazioni con loro, con un team di alto livello. E per fortuna, è andata anche bene!

Il DreamHack rappresenta la tua LAN importante a cui hai partecipato, e si è conclusa con un 9-12° posto. Come valuteresti la tua prestazione e quella del tuo team? Quanto è utile l’esperienza nel giocare contro tutte le migliori squadre del mondo al fine di accelerare ulteriormente la tua crescita?

Flakes: Partecipare a questo evento è stata un’esperienza meravigliosa, ho assaporato ogni singolo secondo. Sono, tuttavia, molto deluso dal nostro posizionamento finale. Stavamo andando molto bene prima, e all’improvviso, a mio parere, abbiamo giocato in modo troppo rischioso ed aggressivo. Io ero un po’ bloccato in difesa, poiché nessuno mi poteva coprire dietro. Ma sì, è andata ormai, e dobbiamo solo continuare a giocare e cercare di fare meglio la prossima volta!

Sei sempre stato conosciuto come un giocatore molto prolifico, ancora di più dopo la qualificazione al Mannfield Night 5K. Come pensi che ciò influenzi il tuo stile di gioco 3s? Pensi che l’alta posta in gioco di quel torneo ti abbia aiutato in qualsiasi modo a prepararti per il palco LAN?

Flakes: Secondo me, essere un giocatore 1s aiuta il mio stile di gioco in 3s. Conosco meglio dei miei compagni di squadra come controllare la palla e cosa fare in campo quando un avversario mi affronta. Sono anche un ultimo uomo migliore e sento che le persone hanno più difficoltà a segnare 1 contro 1 contro di me, perché ho più esperienza. Ad essere onesti, ero più nervoso per il mio primo showmatch di Johnnyboi che per il fatto di giocare su un palco! [ride].

Nel 2017 aveva raggiunto la prima posizione nella classifica 1vs1

Infine, quali sono i tuoi piani futuri? Sei ancora alla ricerca di una squadra o speri di aver trovato la soluzione giusta con i compLexity?

Flakes: Spero di poter entrare definitivamente nei complexity e migliorare insieme. Sono davvero eccitato e so che possiamo fare davvero bene ai prossimi eventi, non vedo l’ora.
Grazie per l’intervista!

Flakes è stato confermato nel team il 4 marzo 2019!

Fonte copertina:Octane.gg

ALTRI ARTICOLI:

Game Arena: AKIDragon e Lega Esport pronti per l’inaugurazione del nuovo polo di Trieste!

Game Arena: AKIDragon e Lega Esport pronti per l’inaugurazione del nuovo polo di Trieste!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Le stelle del game web italiano illuminano la nuova Game Arena di Akidragon: streamer, youtuber e cosplayer pronti all’inaugurazione di Trieste!

L’innovativa tecnologia E-Blue si combina con la visione rivoluzionaria di Akidragon per segnare una nuova frontiera nel mondo del gameplay italiano. Il 23 e 24 aprile la partnership tra questi due brand si legherà alla città di Trieste, con l’inaugurazione della prima Game Arena nel capoluogo friulano Trieste,

Due giorni senza stop, la partecipazione di 18 tra i più importanti streamer, youtuber, gamer e cosplayer del panorama nazionale e tanto spettacolo. Sabato 23 aprile si alzerà il sipario sulla nuova Game Arena di Akidragon, allestita presso il centro commerciale “Il Giulia” di Trieste, grazie al prezioso lavoro svolto dall’azienda Madison Mark.

La nuova struttura – tra le più avanguardia in Italia – offrirà ai videogiocatori un’esperienza fuori dal comune. Questo grazie all’utilizzo di 30 postazioni PC PRO, 4 simulatori Teleios e 4 simulatori KATWALK, fondamentali per rendere ancora più immersive le sessioni di gioco sia per gli ospiti che per il pubblico partecipante.

IL PROGRAMMA

Si parte sabato 23 aprile alle 15 con “La Tana del Goblin”, uno stand completamente dedicato ai giochi da tavolo.

Alle 16 sarà la volta di “Gioca con il tuo Streamer”, spazio interattivo che permetterà ai fan di interagire e sfidare i loro beniamini. Freneh (380 mila follower su Twitch), Lele Giaccari (1.9 milioni di follower su TikTok) e Cousik (36 mila follower su Twitch) giocheranno a vari MiniGames con tre partecipanti estratti dal pubblico.

Supergashbell (831 mila follower su YouTube e 71 mila su Instagram) scenderà nella pista virtuale di F1 2021 in una sfida che coinvolgerà fino a 32 partecipanti. David Rubino (116 mila follower su TikTok e 222 mila su Twitch) e Mr.Flame prenderanno parte a un Torneo 1v1 di FIFA22, insieme ad altri 6 giocatori.

Chiudono la fila Xiuder (814 mila follower su Twitch e 316 mila su TikTok) e Chrinjottv (27 mila follower su Twitch) che si lanceranno in una battle royal Squad su Fortnite con altri 14 giocatori. Il sabato si chiuderà a notte inoltrata, con tutti gli 8 streamer impegnati in una sessione finale di F1 2021.

Cosplayer alla Game Arena

Dalle 14 alle 17 di domenica, la Game Arena sarà colorata dagli sgargianti travestimenti dei migliori cosplayer italiani, che saranno disponibili per foto e autografi con i fan:

  • Elizabeth Rage (390 mila follower su Instagram)
  • Leon Chiro (350 mila follower su Instagram)
  • Ambra Pazzani (180 mila follower su Instagram)
  • Seshiria Sandy (10 mila follower su Instagram)

Saranno raffigurati in un graffito a tema “League of Legends” dal writer di fama internazionale Nauni99 e saranno presenti all’evento con i costumi di scena con i quali verranno impressi dall’artista.

IL GAMING

Il gaming sarà protagonista della giornata sia con i tornei di Magic, organizzati da Ticket To Play Mestre a partire dalla mattina, che con le finali del torneo di Rocket League, trasmesse anche sul canale Twitch di un giocatore dal valore assoluto come Lauridis (100mila follower).

Queste competizioni, saranno targate LEGA ESPORT, SSD che fornisce servizi di consulenza in ambito Esport, la cui missione è proprio quella di promuovere il settore dei videogiochi competitivi.

Il Presidente di Lega Esport, Maurizio Ragno, ai nostri microfoni ha affermato: “Come presidente di Lega Esport, credo fermamente che la promozione della nostra passione necessiti anche di Arene Esport sul territorio. Il progetto Aki Dragon, si basa proprio su questo, sul creare dei punti di ritrovo per gli appassionati dove vivere la migliore esperienza Esport possibile, per questo come Lega Esport, siamo molto felici di fornire il nostro supporto alla loro associazione e alla loro realtà”.

Durante l’evento, ci sarà anche modo di sfidare i limiti umani e battere record mondiali. Andrea Barone, in arte BeronZ (6.5 mila follower su Twitch), tenterà di stabilire il Guinness World Record per la più lunga sessione di freestyle mai realizzata, puntando ad arrivare a 38 ore consecutive di live.

La ricerca del record potrà essere seguita anche dai fan più temerari, i quali potranno incitare il freestyler in prima persona, presso la sala streaming della Game Arena. Partner tecnico del progetto è Elettrofox Computer, azienda di longevità ultratrentennale nell’assistenza informatica e nello sviluppo di postazioni gaming d’elite.

A supportare l’iniziativa figurano anche l’azienda Virtual Play, produttori di simulatori di realtà virtuale, e Salvatore Papa, founder di SPstudios, imprenditore ed esperto di finanza agevolata. Grazie agli sforzi congiunti di Gold Fox Gaming e E-Blue Gaming, l’Akidragon Game Arena di Trieste punta a diventare un punto di riferimento nel panorama degli esports italiani.

L’esport di Rocket League da oggi in diretta su Fortnite?!

L’esport di Rocket League da oggi in diretta su Fortnite?!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Fortnite x Rocket League – Il noto Battle Royale di casa Epic Games ed il gioco di automobili più pazzo che ci sia hanno finalmente firmato un accordo che porterà l’esport di Rocket League anche su Fortnite: ecco tutti i dettagli!

Protagonista di questa nuova iniziativa sarà la modalità creativa, divenuta nel corso delle varie stagioni un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda la messa a punto delle nuove feature di gioco e le svariate collaborazioni che Fortnite ha siglato nel corso degli ultimi anni.

Autori del progetto sono invece i team di 404FNC e FiveWalnut, che hanno realizzato partendo da zero il nuovissimo Championship Field, in cui i player potranno, tra le altre cose, sfidarsi egiocare insieme mentre si godono lo spettacolo del Winter Major di Rocket League.

Fortnite e Rocket League, un’accoppiata che spacca

Entusiasta la reazione della community che sempre più spesso riesce a godere di questi interessantissimi crossover tra i loro giochi preferiti. ‘‘E pensate che questo è solo l’inizio’‘, ha tweettato la pagina ufficiale di Fortnite, aumentando a dismisura un hype già di per sé esagerato.

Durante l’evento tutti i giocatori di Fortnite che aderiranno al progetto, avranno la possibilità di scegliere una squadra da tifare, sfidare i propri amici sd interessanti mini-giochi per cercare di riempire un ”Boost-ometro” con il quale si potranno sbloccare abilità ed oggetti esclusivi.

Insomma, che questo sia solo l’inizio di una serie di eventi esportivi per i quali Fortnite farà da host? Forse è ancora presto per dirlo, ma come al solito non macnate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Rocket League: Psyonix annuncia le prossime novità del Major Invernale!

Rocket League: Psyonix annuncia le prossime novità del Major Invernale!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Psyonix ufficializza e annuncia il primo Rocket League Major di questo 2022, il torneo farà parte del circuito RL Championship Series (RLCS) e come grande novità, questo evento sembrerebbe doversi svolgere di nuovo, finalmente, in presenza dopo 3 lunghi anni dall’ultimo live.

Scorrendo poco più in basso, troverete il breve comunicato con cui Psyonix ha voluto dare in prima persona il bentornato a tutti i giocatori ed i fan, specificando le regole, la location e le grandi novità del primo Major di questo ”anno del ritorno in pista”.

Per quanto riguarda il format, nella Major giocheranno un totale di 16 squadre , divise in quattro gironi da quattro. Durante questa fase a gironi, le squadre giocheranno in formato Round Robin al meglio delle cinque partite (Bo5) per determinare chi saranno i migliori 12 roster a qualificarsi per il girone a doppia eliminazione. I 16 posti sono stati così distribuiti:

  • Nord America: 5 squadre.
  • Europa: 5 squadre.
  • Oceania: 2 squadre.
  • Sud America: 2 squadre.
  • Asia e Pacifico: 1 squadra.
  • Medio Oriente e Nord Africa: 1 squadra.

In palio per i 16 team che si qualificheranno un montepremi totale di $ 300.000 e 3.300 punti RLCS validi per il Ranking internazionale. Per quanto riguarda i partecipanti, il Major ha solo la conferma del team americano NRG Esports.

Il comunicato di Psyonix per il Major di Rocket League

”La Rocket League Championship Series (RLCS) sta facendo il suo ritorno agli eventi dal vivo frequentati dai fan con l’ RLCS Winter Major a Marzo presso lo YouTube Theatre di Inglewood, in California! Per la prima volta dall’ottava stagione del campionato mondiale di Rocket League a dicembre 2019, daremo il benvenuto ai fan per provare l’eccitazione dell’azione RLCS dal vivo!

Tenete presente che la salute e la sicurezza dei giocatori e dei fan sono la priorità assoluta per lo svolgimento di qualsiasi evento di persona. Se le misure per la salute pubblica cambiano o le leggi o le raccomandazioni regionali cambiano, potrebbe essere necessario adattare o modificare questi piani.

L’intero girone dei playoff dell’RLCS Winter Major si svolgerà dal 26 al 27 marzo presso il bellissimo YouTube Theatre. I fan potranno acquistare i biglietti per quei giorni e guardare le migliori squadre di Rocket League del mondo scendere in campo per due giorni interi di gioco.  

I biglietti saranno presto in vendita (a febbraio)! Quindi, assicurati di tenere d’occhio Rocket League Esports su Twitter e Instagram per l’annuncio della data di vendita. Non vediamo l’ora di vedervi a Los Angeles!”

Articoli Correlati: