RLCS X: Terzo evento nordamericano agli Envy

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel resoconto del primo evento RLCS X in Nordamerica abbiamo visto come gli Envy di Turbopolsa abbiano fallito nel tentativo di “vendicarsi” contro gli NRG.

Il veterano svedese, approdato sul suolo americano proprio grazie alla org di San Francisco, era stato rimpiazzato da SquishyMuffinz alla vigilia della nuova stagione.

Ebbene, il momento è finalmente arrivato. Con il terzo ed ultimo evento dello Split autunnale il quattro volte campione del mondo ottiene un successo che dà fiducia alla squadra. Il Major è ormai alle porte in entrambe le regioni (Europa e Nordamerica): la motivazione e la sicurezza che arrivano da una vittoria come questa possono rendere gli Envy una seria contendente al titolo. Inoltre, il 3-0 contro gli NRG nei quarti di finale è una risposta chiara a chi dubitava della continuità di Turbo. La creatività di At0mic e la caparbietà di Mist (autore del gol allo scadere che ha deciso la finale) sono le armi migliori a disposizione del giocatore scandinavo, che di sicuro sa come utilizzarle per vincere.

“Non è mai abbastanza”

Finali mondiali della Stagione 8. Gli NRG battono i Renault Vitality dopo una serie estenuante e dalle mille emozioni. Nelle interviste post-partita JohnnyBoi_i si rivolge a Turbo e chiede “Ora che hai vinto quattro mondiali, quando ti fermerai? Quanto è abbastanza?“. La risposta che segue è “Voglio dire, sono arrivato a quattro, no? Non è mai abbastanza”, a testimonianza del fatto che non bisogna solo essere bravi per vincere, ma affamati e pronti al sacrificio. Quando la tua carriera inizia con diverse delusioni, per poi venire stravolta da un mondiale vinto come riserva (Northern Gaming, Stagione 3), non c’è molto spazio per le insicurezze. Non hai granchè da perdere sul campo: in caso di sconfitta devi poter dire di averci provato. Gli Envy potranno anche avere alcuni brutti risultati in Nordamerica, lasciar andare qualche occasione e inciampare più volte prima di arrivare al mondiale RLCS X del 2021. Hanno però dalla loro la qualità forse più importante per una squadra professionistica: la mentalità.

(Crediti per la foto: Todd Gutierrezz/BeyondTheSummitRL)

Turbopolsa e i suoi due nuovi compagni hanno ancora tutto da dimostrare, sia chiaro. La stagione è molto più lunga del solito e un evento dice poco sul cammino complessivo di una squadra. Tuttavia, lo stile di gioco messo a punto dagli Envy ha tutte le carte in regola per farsi strada in quella che è una regione estremamente competitiva (quantomeno al vertice). L’appuntamento al primo Major americano sarà indubbiamente un ottimo banco di prova per le migliori squadre, in attesa di scontrarsi con i roster migliori al mondo.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701