RLCS X: Si ritorna in Europa con il secondo evento

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ci eravamo lasciati con il successo dei BDS al primo evento stagionale dell’RLCS X, ma è arrivato subito il momento di voltare pagina.

Lo scorso weekend ha dato il via al secondo main event su suolo europeo con le solite due giornate di qualificazione a cui ci stiamo ormai abituando.

Arrivano già le prime conferme di questa nuova stagione (almeno per la prima parte di essa), ma anche in questo secondo turno non mancano le eliminazioni eccellenti. Restano infatti fuori dalla competizione i Dignitas e gli Oxygen, e se per i primi si è trattato di una domenica da dimenticare,  per i secondi la situazione inizia a farsi tutt’altro che piacevole. Dopo il secondo evento (su due) nel quale il team non è riuscito ad andare oltre la prima giornata è lecito cominciare a dubitare della solidità del roster, che pure sembrava così promettente alla vigilia.

Il cambio di marcia dei Liquid

Nella cornice europea della massima competizione al mondo di Rocket League non c’è spazio per gli errori. Oppure sì? Il risultato di 3-1 ottenuto dal Team Liquid nasconde una serie di partite giocate sicuramente ad un buon livello, ma con una buona dose di sbavature che rischiano di compromettere il percorso nella competizione. Non è raro assistere a dei double commit o a dei banali errori di comunicazione fra i giocatori, che spesso finiscono per pestarsi le ruote a vicenda. Questa volta però la prestazione della squadra in cui milita l’italiano Kuxir97 è stata sufficiente a staccare un biglietto per sabato prossimo, giornata in cui avrà luogo lo Stage 2 di questo evento. E non importa se si tratta di abilità o semplice fortuna: il cavallino bianco e blu figura tra i migliori in Europa e adesso è tutta un’altra storia.

Giants e Fadeaway: l’occasione da non perdere

Fra le sorprese che hanno illuminato il fine settimana di RLCS appena trascorso è impossibile non sottolineare la prestazione maiuscola di due team che finora sono stati lontani dalla ribalta. 3-0 e 3-0: due punteggi che parlano chiaro e lanciano a tutta velocità i Vodafone Giants e i Fadeaway nella seconda fase del torneo, che indubbiamente metterà i due team a dura prova. Se consideriamo però che i Fadeaway erano reduci dalla cocente delusione del primo evento, durante il quale hanno sfiorato la qualificazione per un pelo, questo risultato parziale è già una risposta più che soddisfacente.
Il momento storico, poi, è propizio: il team sarebbe infatti in procinto di annunciare la firma del contratto con una org, che potrebbe portare con sè le risorse necessarie per rendere competitiva sul lungo termine la formazione composta da Tigreee, Freakii e Oscillon.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701