RLCS X: si conclude il Major Autunnale, ecco tutti i risultati

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima fase della stagione di RLCS X termina la sua corsa con le finali del Major Autunnale.

Quello che inizialmente sarebbe dovuto essere il primo torneo in LAN di quest’anno si è svolto (per ovvi motivi) solo online, e ci ha consegnato alcuni importanti verdetti sullo stato dei team nel mondo.

L’Europa è ormai terreno di caccia per i BDS, che non sembrano volersi fermare di fronte a nulla. Il roster che ha sbaragliato la competizione nel nostro continente si è imposto con un’efficienza senza precedenti, riuscendo ad accumulare 1604 punti nel ranking internazionale e oltre 100,000$. In Nord America gli Spacestation Gaming rubano la scena agli NRG in una finale pirotecnica ma quasi mai in discussione. Arriva dunque il momento di fare alcuni bilanci e indossare gli abiti pesanti: lo Split Invernale è ormai alle porte!

Finali – Europa

31-2

No, non è un consiglio per i numeri da giocare al lotto: è il numero di partite vinte-perse dal Team BDS durante tutto lo Split Autunnale. E se non siete amanti dei numeri o delle statistiche, provate a guardare cosa succede sul terreno di gioco quando il loro nome è scritto sul tabellone. Uno stile aggressivo, sfacciato, come già se ne sono visti in RLCS, eppure così efficiente. Una velocità di esecuzione impeccabile sui contrasti che permette di arrivare quantomeno sul portatore di palla quando si viene superati dalla sfera. La squadra che aveva impressionato in RLRS si trova adesso a dominare lo scenario regionale con una tranquillità difficilmente pronosticabile alla vigilia, e chissà cosa potrebbe succedere in un match contro i migliori giocatori d’oltreoceano.

Anche i migliori possono sanguinare

A mente fredda, è importante ricordare un paio di cose. Innanzitutto la splendida prestazione dei Galaxy Racer dell’italiano Arju, capaci di mettere in crisi i campioni europei in carica in una semifinale da urlo che li aveva addirittura visti andare in vantaggio e sfiorare la vittoria. Se avessero segnato loro in quel tempo supplementare del game 7 staremmo ancora urlando al miracolo, e comunque il quarto posto nel Major è un risultato che ha un suo peso nella corsa al mondiale. In secondo luogo, la regione europea è stata storicamente quella da cui si sono originati i team più innovativi nel panorama internazionale, nonché i più titolati fra le due regioni maggiori. Nel momento in cui si instaura un dominio duraturo (come fu per l’indimenticabile roster dei Dignitas o, più di recente, per i Vitality) è bene ricordare che, nella frenesia del car-lcio, le possibilità sono infinite. I BDS adesso hanno un bersaglio incollato al proprio nome: che l’inseguimento abbia inizio.

Finali – Nord America

Irraggiungibili – quando il primato è anche spettacolo

Negli ultimi tempi si è discusso a più riprese sulla qualità del gioco a livello professionistico su Rocket League. Molti sostengono -ragionevolmente, c’è da dirlo- che ormai ruoti tutto attorno a chi insegue più velocemente il pallone, a discapito dello spettacolo di alcune giocate che prima erano più presenti. È possibile, dunque, vincere un torneo così importante nel 2020 registrando un highlight per (quasi) ogni singolo gol? Chiedete agli Spacestation.

Retals, Sypical e Arsenal sono tre giocatori in grado di dare spettacolo in ogni situazione. Che si tratti di bump e demolizioni, flip reset, double tap e qualunque altra folle giocata che vi possa venire in mente, le partite del team giallogrigio sono un esilarante circo di emozioni per chiunque ami questo videogioco. C’erano previsioni che davano gli NRG vincitori, o addirittura i G2 sul tetto della regione nord americana. Oltre il tetto, il cielo. Nel cielo, lo spazio. E nello spazio, un team che detta le regole sia in campo che fuori.

Verso il palcoscenico che conta: il pubblico di Rocket League Esports ai tempi del Free To Play

In seguito all’aggiornamento che ha reso Rocket League un gioco accessibile gratuitamente a tutti, i server hanno visto aumentare esponenzialmente i giocatori online. A qualche giorno dal lancio sono stati superati i due milioni di giocatori in contemporanea, segno che il titolo di casa Psyonix ha messo le basi per un aumento sostanziale della sua utenza sul lungo periodo. Insieme all’incremento sulla playerbase, è inevitabilmente cresciuto l’interesse per la parte competitiva. Ecco quindi che le finali del Major Autunnale superano i duecentomila spettatori (fonte escharts.com), proprio nel momento in cui il torneo si accende nelle sue fasi più concitate. Ora che Rocket League si appresta a diventare uno degli esport più seguiti in assoluto, è il momento di prestare la massima attenzione alle dinamiche che questo cambiamento porta con sé. In altre parole, l’attenzione mediatica sarà sempre più alta col passare del tempo: siete pronti al grande salto?

La finestra di mercato: una settimana di fuoco

Prima che ricomincino le ostilità (7 novembre, prima giornata del Major Invernale europeo), è tempo di fare qualche cambiamento. Le squadre hanno la possibilità di rimpiazzare un membro del roster per prepararsi alla nuova fase dell’RLCS X; se c’è bisogno di raddrizzare il tiro, il momento è ora. Una volta che il mercato verrà chiuso parleremo dei trasferimenti più importanti e cercheremo di capire i progetti delle società che vogliono assicurarsi la presenza al mondiale.
Appuntamento alla settimana prossima, dunque. Continuate a seguire la sezione Rocket League di Powned.it per non perdervi nessun aggiornamento sul gioco e i suoi tornei più importanti!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701