Kuxir97, racconto della leggenda italiana di Rocket League

Kuxir97, racconto della leggenda italiana di Rocket League

Profilo di Disfact
 WhatsApp

Continuano le storie dei pro player di Rocket League. In occasione del suo recente compleanno, Davide Orbitello traduce e ci porta la storia di Francesco Cinquemani, alias il campione italiano e del mondo Kuxir97! Qui l’articolo originale in inglese

Uno dei più popolari giocatori nella storia di Rocket League, grazie alla sua creatività, le sue skill meccaniche e la sua umiltà è Kuxir97, amato da tutta la community. La sua strada per arrivare al top non è stata per niente facile, anche se a prima vista potrebbe sembrare così, capirete subito tutte le difficoltà che il palermitano ha dovuto superare.
La sua esperienza prima di Rocket League l’ha reso il player che è adesso, infatti i suoi riflessi ottenuti grazie alle ore passate su Tekken sono state fondamentali per la sua carriera. Il suo impatto sul gioco va ben oltre la scena competitiva: esistono nel gioco un tiro ed un freestyle che prendono il suo nome, ha raggiunto il top, è caduto in basso ed è ripartito nuovamente accumulando oltre 100.000 dollari di guadagni totali in soli montepremi e sarà per sempre collegato alla Batmobile. Questa è la storia di Kuxir97, una leggenda di Rocket League.

I PRIMI GIORNI

Francesco Cinquemani ha iniziato a giocare nel 2009 con Super Acrobatic Rocket-Powered-Battle-Cars, SARPBC in breve, esattamente un anno dopo l’uscita. Fu subito catturato dal gioco e divenne uno dei migliori giocatori in breve tempo. Essendo comunque la community di SARPBC molto piccola, incontrò presto Markydooda e M1k3Rules, altri due tra i migliori giocatori di quel periodo, partecipando anche ai pochi tornei organizzati e classificandosi sempre nelle prime posizioni. Nel 2014, insieme ad altri veterani di SARPBC, fece parte dell’alpha testing di Rocket League. Catturato ancora una volta dal gioco, giocò all’alpha ed alla beta del gioco, per poi continuare ovviamente anche con la versione finale.
Alla fine Kuxir iniziò a partecipare a tornei settimanali con due amici, i quali erano molto più bassi come skill level rispetto a lui, quindi si trovò a dover trascinare la sua squadra ad ogni partita. In questi tornei settimanali trovava spesso Marky e M1k3 nelle fasi finali. In un’ intervista rilasciata per Bad Panda nel luglio del 2017, Marky ha dichiarato: “Colpiva fortissimo la palla in ogni situazione. Era uno dei giocatori più difficili contro cui giocare. E’ una caratteristica di Kuxir, la sua media di tiri a partita è sempre stata altissima. Nonostante la sua mira non fosse perfetta, il suo continuo tirare costringeva gli avversari a consumare boost mentre lui teneva la pressione alta“.

LA NASCITA DI UNA LEGGENDA


Kuxir, Marky e M1k3 si unirono poco dopo sotto il nome di Team Weamy, che però venne successivamente messo sotto contratto dai Flipsid3 Tactics solo 12 giorni dopo dall’entrata di Kuxir nel team e dominarono completamente la scena competitiva iniziale di Rocket League.
Raggiunsero le fasi finali di tutti e sette gli eventi Rocket Royale nel 2015, vincendone 5, inoltre vinsero il primo torneo major di Rocket League, il MLG PRO LEAGUE. Con un premio di 1500 dollari sconfissero i Cosmic Aftershock, il super team americano composto da Kronovi, Gibbs e Sadjunior. Non era la prima volta che si incontravano, poiché ci fu uno showmatch poco prima del torneo dove, però, vinsero i Cosmic. In un intervista per Johnnyboi_I nel 2017, Kuxir disse che i Cosmic erano probabilmente il team più bilanciato che avesse visto, con un ottimo portiere come Gibbs mentre Kro e SadJunior erano costantemente in attacco creando azioni offensive incredibili. Dopo aver perso lo Showmatch, però, i Flipsid3 capirono come ruotare in maniera efficace e come vincere la finale del MLG PRO LEAGUE: Gibbs, il portiere dei Cosmic, veniva sempre privato del boost, e la tattica delle posizioni fisse venne semplicemente distrutta dalla forza delle rotazioni degli F3, che riempirono di tiri la porta dei Cosmic.


Questa capacità di adattarsi alle varie situazioni fu il filo conduttore della carriera di Kuxir. Durante il periodo in cui gli F3 erano il team migliore al mondo, capitava spesso emergessero nuovi sfidanti come gli Swarm Gaming, gli Sk Gaming e i We Dem Girlz che riuscirono a battere i Flipsid3. Ogni volta che la squadra di Kuxir veniva battuta riuscivano però ad adattare il loro gameplay all’avversario. Ad esempio gli Swarm gaming (Paschy90, Stocki, De Boer) furono l’avversario più grande per gli F3 nelle prime fasi competitive del gioco, in quanto rappresentava la squadra perfetta secondo Kuxir. L’italiano pensava che Paschy90 fosse il primo player ad aver capito esattamente il concetto di rotazione: “Non c’erano difetti nella rotazione degli Swarm, mi facevano sentire stupido, perchè non riuscivo a capire quando andare a contrastare“.
Questo fu un cambiamento critico per Kuxir, in quanto dovette rivedere il suo sistema di gioco. Per prima cosa cambiò le impostazioni della camera per metterle simili a Marky, molto più lontana dalla macchina. In questo modo poteva vedere più chiaramente la posizione sua e dei suoi compagni. Marky, inoltre, usava poco la ball cam, quindi Kuxir iniziò a fare la stessa cosa dal momento che “Marky era un giocatore molto intelligente ed i giocatori intelligenti generalmente usano poco la ball cam, quindi capiscono sempre quando andare a fare il contrasto guardando gli altri giocatori. Se guardi solo la palla, difficilmente capirai quando andare per la challenge“.
Kuxir disse che fu piuttosto stupido nei primi mesi del gioco quando semplicemente fu la meccanica a portarlo al top. Questo lo dimostrano bene i suoi stream. Iniziò a streammare due mesi dopo che il gioco era uscito. Niente facecam nè microfono, solo autentico gameplay da uno dei migliori al mondo e la gente lo adorava, erano tutti affascinati da come giocava. Questo gli ha fatto guadagnare un seguito incredibile e la sua Dominus “skull” divenne famosa, mentre tutti provavano ad imitare i suo tocchi aerei, i suoi double touch e, ancora più importante, il Kuxir twist, un movimento freestyle inventato da lui. Kuxir stesso disse che in quel periodo cercava sempre di portare la palla sul muro. La sua efficienza nei colpi dal muro, infatti, fu citata dal suo compagno di squadra più avanti, gReazymeister, che era nei Supersonic Avenger, una delle migliori squadre in quel momento: “A quei tempi se vedevi andare Kuxir su un muro, lasciavi il controller, andavi a far pipì e tornavi per il kickoff. Era un freestyle innovativo, una delle prime versioni di Jhzer. Nonostante ciò le sue modifiche alle impostazioni di telecamera lo hanno reso un giocatore molto intelligente, sempre consapevole della posizione degli altri rispetto alla palla, permettendogli di prendere decisioni in qualsiasi momento. Divenne un giocatore molto influente in ogni match, facendolo andare in controllo della partita.

RAGGIUNGENDO LA GRANDEZZA

Dopo questo lavoro di perfezionamento, Kuxir trovò molto più facile poter difendere i Flipsid3 da qualsiasi attacco alla loro porta da parte dei migliori al mondo. Anche quando smise di streammare a partire dalla season 1 dell’RLCS, la sua popolarità rimase sempre la stessa. Dopo le qualifiche per il primo campionato mondiale a Los Angeles, gli F3 erano visti come favoriti, subito davanti ai We Dem Girlz. Ciò che però è successo fu molto diverso, gli IBUYPOWER composti da Kronovi, Lachinio e 0ver Zer0 sconfissero i Flipside nel primo round e poi riuscirono a batterli di nuovo durante la gran finale, scrivendo il loro nome nella storia. Kuxir, ad evento concluso, disse di essere felice del risultato ma di essere sicuro che avrebbero potuto fare di più.
M1k3Rules decise di prendersi una pausa dal gioco competitivo per motivi personali. Al suo posto subentrò gReazymeister, arrivando dai loro principali rivali europei, i Northern Gaming (ex We Dem Girlz). La nuova squadra si impegnò per raggiungere l’affiatamento necessario, ma Kuxir disse che le cose non erano andate così bene come diceva gReazy. Difatti spiegò che ci volle quasi un mese per abituarsi al nuovo compagno di squadra, mentre il norvegese disse che che l’intesa fu istantanea. Nonostante questo, l’impegno della squadra si riuscì a vedere alla season 2 degli RLCS. Vinserò il campionato regionale qualificandosi per il mondiale ad Amsterdam. Ancora una volta vennero visti come i probabili vincitori, ma dopo due round si trovarono nella loser bracket e le cose non sembravano andare molto bene. Tutti, però, si dimenticarono che i Flipsid3 erano famosi per la loro capacità di riprendersi e che erano noti per essere i classici slow starters.
Kuxir in particolare era noto per aver dei tempi di riscaldamento molto più lunghi, quindi il gruppo rimase fiducioso. Ebbero ragione e, grazie alla vittoria contro i Mock It, vincendo 4 a 1 entrambe le serie, vinserò la gran finale del mondiale, con Kuxir che si confermò MVP del torneo. Finalmente era riuscito a mettere le mani sul trofeo ambito sin da quando aveva iniziato a giocare a SARPBC.

IL BLOCCO

L’euforia, però, durò troppo a lungo. Dopo una pausa durata un mese, tornarono a giocare ma con molto da recuperare. Durante la loro assenza furono superati da molti team. Fu anche in questo periodo che Kuxir si presentò spesso nello stream di Johnnyboi_I dove venivano giocati showmatch 1v1. Sia lui che Scrubkilla erano sicuramente i migliori giocatori, giocando spesso uno contro l’altro nelle fasi finali. Nel torneo 1v1 dei Twelve Titans a gennaio del 2017, con dodici tra i migliori giocatori al mondo, Kuxir arrivò terzo, mentre Scrub vinse il torneo. Kux iniziò quindi a concentrarsi più nel 3v3, lasciando Scrub come miglior giocatore dell’1v1.
La Gold Rush GG LAN si sarebbe svolta a febbraio 2017, un evento che ha visto i personaggi più in spicco della comunità battersi per un titolo in un ambiente comunque rilassato e casual. La community avrebbe pagato i costi di viaggio per i partecipanti e uno degli obiettivi era Kuxir. Nonostante il raggiungimento di tutti gli obiettivi, ci possiamo render conto di quanto Kuxir sia famoso nella comunità. Alla fine l’italiano vinse il torneo battendo Dappur, il quale ai tempi era uno dei giocatori 1v1 migliori al mondo. Il match è ancora incredibile da guardare oggi.
Le RLCS 3 però furono una sofferenza per i Flipsid3, nonostante Kuxir avesse vinto il premio come miglior attaccante per il maggior numero di goal al partita, con una media di 0,939. Furono costretti a giocare per un posto nella LAN contro il super team scandivano composta da Metsanauris, Mognus e Al0t, sotto contratto per Resonart Esports ai tempi. Si arrivò alla partita 7. Qui si realizzò uno dei goal più iconici del batman italiano: Marky passa la palla in centro dove kux scarica un tiro in basso a sinistra insaccando alle spalle di un povero Metsanauris indifeso. La Lan, però, fu una delusione, chiudendo solo al sesto posto.

https://clips.twitch.tv/NimbleSpineyFloofPeoplesChamp?tt_medium=clips_api&tt_content=url

ALTERAZIONE

Quest’ultimo risultato fu una delusione per i Flipsid3. Kuxir addirittura affermò in seguito che avrebbe voluto smettere di giocare dopo la RLCS 3, dicendo di non essere meritevole di un posto al mondiale. Faticò molto con la transizione di standard di gioco precedenti con quelli nuovi che venivano imposti ai team. Kux però era determinato a tornare in alto, iniziando dal rimpiazzo di gReazy e l’arrivo di Miztik, unitosi dai Mock It, finalisti della RLCS season 3. Vinsero subito al Dreamhack del 2017, dove però erano assenti molti top team. A seguito di questo, tuttavia, aumentò la fiducia e raggiunsero un rispettabile quinto posto agli X Games di luglio 2017.
Nonostante questo progresso, gli F3 persero nel campionato regionale contro i Gale Force non qualificandosi quindi alla LAN per la prima volta in assoluto. Kuxir e Marky si divisero dopo 882 giorni e furono la coppia più duratura, seguiti da Squishy e Torment a quota 814 giorni al 12 febbraio del 2019.
Marky venne sostituito da un giocatore sconosciuto all’epoca, Yukeo. Kux fu fondamentale per questo cambiamento: il founder degli F3, Hector Rosario, spingeva per JHZER come terzo per la squadra ma Kuxir voleva Yukeo e Hector gli diede fiducia perchè “era Kuxir”, e infatti la scelta si rivelò ottima.
Dopo un inizio difficile, con una top 8 al Dreamhack di Leipzig 2018, con Jessie a sostituire un Miztik malato, i Flipside arrivarono quarti ai regionali per la LAN della RLCS season 5, dove però non riuscirono a qualificarsi perdendo contro il team Envy. Nonostante avesse nuovamente vinto il Golden Striker con una media tiri/goal di 1,11, Kux perse nuovamente la LAN. Eppure in tutto questo Kuxir sembrava più forte, un giocatore ritrovato. Da quando Marky lasciò il team, Kuxir riuscì a guidare il suo team totalizzando sempre più tiri, parate e passaggi di tutto il resto degli F3. Rinunciare non era nel suo DNA, tutti sapevano che sarebbe tornato al top in un modo o nell’altro.

https://clips.twitch.tv/ColdbloodedRacyTriangleTinyFace?tt_medium=clips_api&tt_content=url

RINGIOVANIMENTO

Con un inizio spettacolare al Northern Arena Invitational 2, Kuxir migliorò ogni giorno tornando ai vecchi fasti. Miztik disse in un intervista che era perfettamente a suo agio a vivere nell’ombra di Kuxir.
Alla fine il vulcano dormiente di Palermo si svegliò, qualificandosi con un ottimo secondo posto per la LAN del RLCS season 6, perdendo solo dai Dignitas, il team migliore al mondo in quel momento. Kux vinse l’MVP ai regionali meritatamente, essendo la forza trainante dei Flipsid3. Finirono il mondiale LAN come quinti: un ottimo punto di inizio. Poco dopo ci fu la ELEGUE, dove ancora si piazzarono quinti perdendo due partite a game 7.
Kuxir voleva di più, ma Yukeo lasciò il team andando a giocare per i Dignitas, apparentemente relegando nuovamente Kux e Miztik al punto di partenza. I Flipsid3 presero in prestito Speed dai Red Reverse per giocare la WSOE 4 LAN. Dato che era un roster nuovo e Speed era appena arrivato, ci si aspettava ben poco dalla squadra. Ma a sorpresa gli F3 sbalordirono tutti ancora una volta. Dopo aver completato la fase a gruppo insieme ai Cloud 9 e Dignitas, i due più grandi team al momento nel mondo, gli F3 riuscirono a raggiungere il Day 2 dove riuscirono a battere i Cloud9 e, per finire, gli NRG in finale vincendo il WSOE.
Successivamente, arriverà la non ottima prestazione al DreamHack 2019 di Lipsia, dove i FlipSid3 si dimostrano ancora acerbi dal punto di vista della sintonia, ma con un grande potenziale da sbloccare.
Con ciò siamo arrivati ai giorni nostri, Kuxir non è nemmeno vicino all’esser un giocatore finito per quanto riguarda Rocket League, ha avuto un influenza incredibile in questo gioco raggiungendo dei livelli pazzeschi, con migliaia di fan che lo seguono come fonte di ispirazione. Le sue signature moves come il pinch ed il twist sono davvero uniche. L’incarnazione di un veterano, lo stile di gioco di Kux è uno dei più studiati nella storia del gioco. Trasuda stabilità e controllo nel campo da gioco, l’epitome della predizione.
Resta solo da vedere se davvero è riuscito a tornare in cima ma di sicuro ha messo la sua firma in questo gioco. Francesco “Kuxir97” Cinquemani sarà sempre riconosciuto come una leggenda di Rocket League.

Game Arena: AKIDragon e Lega Esport pronti per l’inaugurazione del nuovo polo di Trieste!

Game Arena: AKIDragon e Lega Esport pronti per l’inaugurazione del nuovo polo di Trieste!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Le stelle del game web italiano illuminano la nuova Game Arena di Akidragon: streamer, youtuber e cosplayer pronti all’inaugurazione di Trieste!

L’innovativa tecnologia E-Blue si combina con la visione rivoluzionaria di Akidragon per segnare una nuova frontiera nel mondo del gameplay italiano. Il 23 e 24 aprile la partnership tra questi due brand si legherà alla città di Trieste, con l’inaugurazione della prima Game Arena nel capoluogo friulano Trieste,

Due giorni senza stop, la partecipazione di 18 tra i più importanti streamer, youtuber, gamer e cosplayer del panorama nazionale e tanto spettacolo. Sabato 23 aprile si alzerà il sipario sulla nuova Game Arena di Akidragon, allestita presso il centro commerciale “Il Giulia” di Trieste, grazie al prezioso lavoro svolto dall’azienda Madison Mark.

La nuova struttura – tra le più avanguardia in Italia – offrirà ai videogiocatori un’esperienza fuori dal comune. Questo grazie all’utilizzo di 30 postazioni PC PRO, 4 simulatori Teleios e 4 simulatori KATWALK, fondamentali per rendere ancora più immersive le sessioni di gioco sia per gli ospiti che per il pubblico partecipante.

IL PROGRAMMA

Si parte sabato 23 aprile alle 15 con “La Tana del Goblin”, uno stand completamente dedicato ai giochi da tavolo.

Alle 16 sarà la volta di “Gioca con il tuo Streamer”, spazio interattivo che permetterà ai fan di interagire e sfidare i loro beniamini. Freneh (380 mila follower su Twitch), Lele Giaccari (1.9 milioni di follower su TikTok) e Cousik (36 mila follower su Twitch) giocheranno a vari MiniGames con tre partecipanti estratti dal pubblico.

Supergashbell (831 mila follower su YouTube e 71 mila su Instagram) scenderà nella pista virtuale di F1 2021 in una sfida che coinvolgerà fino a 32 partecipanti. David Rubino (116 mila follower su TikTok e 222 mila su Twitch) e Mr.Flame prenderanno parte a un Torneo 1v1 di FIFA22, insieme ad altri 6 giocatori.

Chiudono la fila Xiuder (814 mila follower su Twitch e 316 mila su TikTok) e Chrinjottv (27 mila follower su Twitch) che si lanceranno in una battle royal Squad su Fortnite con altri 14 giocatori. Il sabato si chiuderà a notte inoltrata, con tutti gli 8 streamer impegnati in una sessione finale di F1 2021.

Cosplayer alla Game Arena

Dalle 14 alle 17 di domenica, la Game Arena sarà colorata dagli sgargianti travestimenti dei migliori cosplayer italiani, che saranno disponibili per foto e autografi con i fan:

  • Elizabeth Rage (390 mila follower su Instagram)
  • Leon Chiro (350 mila follower su Instagram)
  • Ambra Pazzani (180 mila follower su Instagram)
  • Seshiria Sandy (10 mila follower su Instagram)

Saranno raffigurati in un graffito a tema “League of Legends” dal writer di fama internazionale Nauni99 e saranno presenti all’evento con i costumi di scena con i quali verranno impressi dall’artista.

IL GAMING

Il gaming sarà protagonista della giornata sia con i tornei di Magic, organizzati da Ticket To Play Mestre a partire dalla mattina, che con le finali del torneo di Rocket League, trasmesse anche sul canale Twitch di un giocatore dal valore assoluto come Lauridis (100mila follower).

Queste competizioni, saranno targate LEGA ESPORT, SSD che fornisce servizi di consulenza in ambito Esport, la cui missione è proprio quella di promuovere il settore dei videogiochi competitivi.

Il Presidente di Lega Esport, Maurizio Ragno, ai nostri microfoni ha affermato: “Come presidente di Lega Esport, credo fermamente che la promozione della nostra passione necessiti anche di Arene Esport sul territorio. Il progetto Aki Dragon, si basa proprio su questo, sul creare dei punti di ritrovo per gli appassionati dove vivere la migliore esperienza Esport possibile, per questo come Lega Esport, siamo molto felici di fornire il nostro supporto alla loro associazione e alla loro realtà”.

Durante l’evento, ci sarà anche modo di sfidare i limiti umani e battere record mondiali. Andrea Barone, in arte BeronZ (6.5 mila follower su Twitch), tenterà di stabilire il Guinness World Record per la più lunga sessione di freestyle mai realizzata, puntando ad arrivare a 38 ore consecutive di live.

La ricerca del record potrà essere seguita anche dai fan più temerari, i quali potranno incitare il freestyler in prima persona, presso la sala streaming della Game Arena. Partner tecnico del progetto è Elettrofox Computer, azienda di longevità ultratrentennale nell’assistenza informatica e nello sviluppo di postazioni gaming d’elite.

A supportare l’iniziativa figurano anche l’azienda Virtual Play, produttori di simulatori di realtà virtuale, e Salvatore Papa, founder di SPstudios, imprenditore ed esperto di finanza agevolata. Grazie agli sforzi congiunti di Gold Fox Gaming e E-Blue Gaming, l’Akidragon Game Arena di Trieste punta a diventare un punto di riferimento nel panorama degli esports italiani.

L’esport di Rocket League da oggi in diretta su Fortnite?!

L’esport di Rocket League da oggi in diretta su Fortnite?!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Fortnite x Rocket League – Il noto Battle Royale di casa Epic Games ed il gioco di automobili più pazzo che ci sia hanno finalmente firmato un accordo che porterà l’esport di Rocket League anche su Fortnite: ecco tutti i dettagli!

Protagonista di questa nuova iniziativa sarà la modalità creativa, divenuta nel corso delle varie stagioni un vero e proprio punto di riferimento per quanto riguarda la messa a punto delle nuove feature di gioco e le svariate collaborazioni che Fortnite ha siglato nel corso degli ultimi anni.

Autori del progetto sono invece i team di 404FNC e FiveWalnut, che hanno realizzato partendo da zero il nuovissimo Championship Field, in cui i player potranno, tra le altre cose, sfidarsi egiocare insieme mentre si godono lo spettacolo del Winter Major di Rocket League.

Fortnite e Rocket League, un’accoppiata che spacca

Entusiasta la reazione della community che sempre più spesso riesce a godere di questi interessantissimi crossover tra i loro giochi preferiti. ‘‘E pensate che questo è solo l’inizio’‘, ha tweettato la pagina ufficiale di Fortnite, aumentando a dismisura un hype già di per sé esagerato.

Durante l’evento tutti i giocatori di Fortnite che aderiranno al progetto, avranno la possibilità di scegliere una squadra da tifare, sfidare i propri amici sd interessanti mini-giochi per cercare di riempire un ”Boost-ometro” con il quale si potranno sbloccare abilità ed oggetti esclusivi.

Insomma, che questo sia solo l’inizio di una serie di eventi esportivi per i quali Fortnite farà da host? Forse è ancora presto per dirlo, ma come al solito non macnate di farci sapere la vostra con un commento qui sotto, oppure in community!

Articoli Correlati:

Rocket League: Psyonix annuncia le prossime novità del Major Invernale!

Rocket League: Psyonix annuncia le prossime novità del Major Invernale!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Psyonix ufficializza e annuncia il primo Rocket League Major di questo 2022, il torneo farà parte del circuito RL Championship Series (RLCS) e come grande novità, questo evento sembrerebbe doversi svolgere di nuovo, finalmente, in presenza dopo 3 lunghi anni dall’ultimo live.

Scorrendo poco più in basso, troverete il breve comunicato con cui Psyonix ha voluto dare in prima persona il bentornato a tutti i giocatori ed i fan, specificando le regole, la location e le grandi novità del primo Major di questo ”anno del ritorno in pista”.

Per quanto riguarda il format, nella Major giocheranno un totale di 16 squadre , divise in quattro gironi da quattro. Durante questa fase a gironi, le squadre giocheranno in formato Round Robin al meglio delle cinque partite (Bo5) per determinare chi saranno i migliori 12 roster a qualificarsi per il girone a doppia eliminazione. I 16 posti sono stati così distribuiti:

  • Nord America: 5 squadre.
  • Europa: 5 squadre.
  • Oceania: 2 squadre.
  • Sud America: 2 squadre.
  • Asia e Pacifico: 1 squadra.
  • Medio Oriente e Nord Africa: 1 squadra.

In palio per i 16 team che si qualificheranno un montepremi totale di $ 300.000 e 3.300 punti RLCS validi per il Ranking internazionale. Per quanto riguarda i partecipanti, il Major ha solo la conferma del team americano NRG Esports.

Il comunicato di Psyonix per il Major di Rocket League

”La Rocket League Championship Series (RLCS) sta facendo il suo ritorno agli eventi dal vivo frequentati dai fan con l’ RLCS Winter Major a Marzo presso lo YouTube Theatre di Inglewood, in California! Per la prima volta dall’ottava stagione del campionato mondiale di Rocket League a dicembre 2019, daremo il benvenuto ai fan per provare l’eccitazione dell’azione RLCS dal vivo!

Tenete presente che la salute e la sicurezza dei giocatori e dei fan sono la priorità assoluta per lo svolgimento di qualsiasi evento di persona. Se le misure per la salute pubblica cambiano o le leggi o le raccomandazioni regionali cambiano, potrebbe essere necessario adattare o modificare questi piani.

L’intero girone dei playoff dell’RLCS Winter Major si svolgerà dal 26 al 27 marzo presso il bellissimo YouTube Theatre. I fan potranno acquistare i biglietti per quei giorni e guardare le migliori squadre di Rocket League del mondo scendere in campo per due giorni interi di gioco.  

I biglietti saranno presto in vendita (a febbraio)! Quindi, assicurati di tenere d’occhio Rocket League Esports su Twitter e Instagram per l’annuncio della data di vendita. Non vediamo l’ora di vedervi a Los Angeles!”

Articoli Correlati: