Diamo il benvenuto al nuovo staff di Rocket League di Powned!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Siamo lieti di annunciare a tutta la nostra community che abbiamo ufficialmente aperto la sezione di Rocket League di Powned!
Per questo nuovo progetto abbiamo deciso di unire le nostre forze con il solido e talentuoso staff di Rocket Colosseum, organizzazione che si è prefissata il compito di aiutare la community di Rocket League a crescere sia a livello di gioco che a livello umano.
Tutto questo sarà fatto dallo staff che presenterà nuovi tornei, streaming e contenuti volti a tale scopo.

Rocket Colosseum è il punto di riferimento di Rocket League in Italia , ereditando tutto ciò che la precedente organizzazione (Firlc) ha creato e nasce dall’idea di 5 ragazzi di portare avanti appunto ciò che di buono ha fatto Firlc, e migliorarlo dove possibile.

Perchè Rocket League?

Rocket League è in primis l’unione di due passioni che da sempre contraddistinguono la maggior parte delle persone, ovvero calcio e motori, oltre all’assenza di qualsiasi tipo di script o di evento dettato dalle decisioni dell’IA. è un gioco che ha portato ventata di novità negli eSports, differenziandosi per le sue nuove meccaniche e per il suo essere basato soprattutto sulla fisica della palla e delle macchine, obbligando quindi il giocatore a dover avere un’ottima conoscenza di tutti questi fattori al fine di migliorare la performance.

Ma chi sono i nuovi membri dello staff? Chi sono le menti che stanno dietro al progetto Rocket Colosseum?
Andiamo a conoscerli meglio!!

FaberSalve a tutti, mi chiamo Davide, ma sono conosciuto nell’ambiente di RL con il nickname Faber. La passione per questo gioco è avvenuta molto casualmente, dopo un periodo in cui l’ambiente competitivo di CoD e lo stesso gioco mi aveva stancato e fatto perdere le giuste motivazioni per poter continuare (anche se a un livello medio-basso); l’accostamento di due realtà così diverse come quelle di calcio e motori ha catturato la mia attenzione sin da subito, tornando ad accendere di nuovo quel mio spirito competitivo che avevo perso da tanto troppo tempo. E’ stato un colpo di fulmine, che mi ha portato col tempo al cercar di dare tutto sia in game sia per coloro che avevano avuto lo stesso mio approccio al gioco; purtroppo in italia siamo indietro rispetto agli altri Paesi, così come in altri titoli videoludici, ma spero che un giorno l’Italia abbia la riconoscenza che merita per tutti quei ragazzi che come me amano questo gioco e questa community e per tutto l’impegno che i ragazzi della nuova organizzazione di Rocket Colosseum infondono verso il gioco e verso il prossimo solamente per pura passione.

IlSolitoCalleMi chiamo Tommaso, aka ilSolitoCalle. Fin da quando ne ho scoperto l’esistenza, sono stato più attivo possibile nella community, che mi aveva stupito per il dinamismo ed il clima molto amichevole: in un gioco neonato e dallo smisurato potenziale (inespresso in Italia) come Rocket League, non posso che essere carichissimo per questo nuovo progetto e farò ciò che posso perchè raggiunga il posto che merita.

LauridisSono Lauridis, ho cominciato ad aiutare la community di Rocket League attraverso video su youtube e penso sia uno dei giochi meccanicamente più appaganti a cui abbia mai giocato. Spero di riuscire a fare tutto il possibile per aiutare la community di questo fantastico gioco!

DisfactSono Disfact, alias Marco nella vita reale. Prima di Rocket Colosseum mi occupavo di tutto il lato formale di Firlc e della organizzazione, gestione e moderazione dei tornei. Adesso mi occupo più dell’organizzazione dei tornei e della streaming del nostro canale, facendo da regia per il torneo!

TaigaSono Luca aka Taiga. Gioco a Rocket League da quando è uscito il gioco e ho da subito provato amore verso esso e la community. Sin da subito ho capito di essere discretamente bravo a questo gioco e mi sono sempre impegnato per rimanere il più in alto possibile nei ranking e nei tornei infatti, mi sono sempre posizionato tra le prime posizioni, ma ho poche volte vinto. Ho perciò deciso di aiutare la community sia nel coaching che in questo progetto a cui io tengo molto, voglio che l’italia veda quanto è bello e spettacolare Rocket League a livello competitivo e spero che i nostri impegni possano venire premiati.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701