A lezione di teamplay con Turbopolsa!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Naturalmente, l’abilità individuale di un giocatore è una parte fondamentale su Rocket League. Fin dall’inizio, ci concentriamo principalmente sul miglioramento del nostro gameplay e sulle abilità meccaniche, ma man mano che i ranghi aumentano, l’importanza della sinergia di squadra ed il lavoro collaborativo con gli altri compagni diventa sempre più grande. Il modo in cui ti adatti al metodo di gioco della tua squadra è cruciale per crescere e giocare, e ci sono molti aspetti del lavoro di squadra da considerare di quanto si possa pensare.

Per scoprire alcuni di questi, traduciamo per voi una intervista a Pierre “Turbopolsa” Silfver, il quale ci parlerà dei suoi consigli per un gioco di squadra efficiente. Qui l’articolo ufficiale in inglese.

Turbopolsa in occasione del WSOE4

COMUNICAZIONE

Nei ranghi più alti, molto probabilmente noterai che comunicare con i tuoi compagni di squadra è estremamente importante. Ciò non significa necessariamente utilizzare la chat vocale, poiché è disponibile anche la chat rapida, che può essere facilmente utilizzata per inviare comandi rapidi ai tuoi compagni di squadra o per informarli su ciò che stai per fare.

Tuttavia, l’uso della chat vocale è molto più efficace, in quanto non sei limitato dalla chat veloce nel gioco. Sebbene non ci sia un vero limite alla chat vocale in termini di portata della comunicazione che si può avere, è importante sapere quanta comunicazione usare in una partita, e quindi quando è troppo.

Alla domanda sulla frequenza con cui un giocatore deve utilizzare la comunicazione nella chat vocale, Turbopolsa ha dichiarato: “È importante non esprimere cose inutili per evitare di distrarre i compagni di squadra sotto alta pressione, naturalmente a volte si dimentica che ci sono altre persone nelle chat quando arrivano momenti frustranti , ma devi solo trovare un modo per bilanciare tutto ciò.

Turbopolsa ha tanta esperienza alle sue spalle, con ben 4 RLCS vinte.

Possiamo capire da questo che, usare la tua voce per comunicare ai tuoi compagni di squadra, dovrebbe essere effettuato solo quando necessario. Definire cose che non sono affatto essenziali per il successo della tua squadra è certamente superfluo e dovrebbe essere tagliato fuori per evitare di confondere i tuoi compagni. Similmente a quanto detto da Turbopolsa, la frustazione può può far si che ti dimentichi di stare in una chat con altre persone, ma tutto questo dipende dalla tua mentalità di giocatore e dimostra perché è così importante mantenere la calma durante le partite.

Per un ulteriore approfondimento sulla comunicazione professionale, abbiamo chiesto a Turbopolsa che tipo di callout di solito fa, a cui ha risposto: “Io dico solo cose semplici, come ‘sono in mezzo’ o ‘sta arrivando’ ecc. Penso che sia importante essere veloce con le tue comunicazioni, quindi più breve è la parola, meglio è quando si tratta di un gioco ravvicinato e veloce come questo.

Esempi di buone chiamate:

  • “Ci sono”;
  • “Sono in mezzo”;
  • “In centro”;
  • “Destra/sinistra”;
  • “Tua”;

Tuttavia, esistono anche esempi di callout sbagliati come:

  • “Sto andando al boost”;
  • “Sto tornando”;
  • “Passamela oltre di me”.

In breve, quindi, più concisi sono i callout, più efficienti sono. Non solo si risparmia tempo nel dirli, velocizzando la comunicazione, ma i nostri compagni verranno distratti di meno dalle nostre parole. Messaggi brevi ma chiari, che non hanno bisogno di tempo per essere capiti.

LA POSIZIONE IN CAMPO

Quando sei sul campo, tu ed i tuoi compagni di squadra dovreste essere posizionati in modo tale da essere pronti sia a difendere, che attaccare. Questo di solito avviene attraverso le rotazioni, ma sapere esattamente dove i tuoi compagni di squadra sono sul campo può essere difficile.

Alla domanda se si guarda molto in giro per cercare i compagni di squadra o si aspetta che loro siano al posto giusto senza guardare, Turbopolsa ha dichiarato: “Non puoi fare affidamento sui tuoi compagni di squadra anche se comunicano dove sono. Preferisco vedere dove sono i miei compagni di squadra e gli avversari piuttosto che fare affidamento su ciò che dicono”.

In generale, quindi, è meglio osservare cosa accade accanto a te. Dovresti usare la videocamera per cercare un compagno di squadra a cui passare o semplicemente valutare la situazione. Molti giocatori dimenticano di guardarsi attorno, specialmente nei ranghi inferiori. Ma mentre giocate e vi allenate, dovreste farvi queste domande:

  • “C’è libero un compagno a cui posso passare la palla?”;
  • “È sicuro passare ad un compagno di squadra o ci sono avversari che possono bloccarmi?”;
  • “Ci sono degli avversari nelle vicinanze? Posso tirare nel caso?”.

Anche se sembra che ci sia molto da pensare e fare in una partita, il processo di porsi queste domande diventerà naturale con molto tempo. Alla fine, ti troverai alla ricerca di avversari e compagni di squadra intorno a te in modo automatico e rapido, e questo ti aiuterà sicuramente lungo la tua strada e la tua crescita.

Tuttavia, è altrettanto importante sapere come posizionarsi in campo. Quando lo abbiamo chiesto, Turbopolsa ha risposto a questo punto dicendo: “Sapere dove posizionarsi richiede conoscenza del gioco e cervello. Sapere come ruotare è una parte importante nel posizionamento e arriva con il tempo, e sicuramente non bisogna aspettarsi che sia perfetto perché nessuno ruota o si posiziona perfettamente, neanche i professionisti.”

L’abilità nella rotazione è importante per mantenere un dialogo costante con i tuoi compagni di squadra, e spesso viene di pari passo con la conoscenza di dove si trova ogni giocatore. Come detto da Turbopolsa, a volte qualcuno sbaglia e questo manda la squadra in difficoltà, quindi fai del tuo meglio per non diventare farti trovare impreparato, e non mettere pressione ai tuoi compagni di squadra se sbagliano.

Procedendo con il discorso, Turbopolsa afferma che: “Se sei fuori posizione, puoi facilmente perdere la partita semplicemente non aumentando la spinta e perdendo il momentum. Se devi girarti e fare movimenti molto rapidi, perdi tempo e spinta perché non ti sei posizionato correttamente dall’inizio”.

In sostanza, essere fuori posizione può essere il fattore determinante di una partita, poiché ha un effetto a catena non solo su di te, ma sulla tua squadra nel suo complesso. Potresti ritrovarti a rimuginare per tornare in posizione o fare movimenti frettolosi, come detto da Turbopolsa. Perdere tempo, specialmente in questi ranghi più alti e al più alto livello di gioco, può essere un grosso problema, poiché la velocità del gameplay a questi livelli è molto, molto veloce.

Turbopolsa poi parla dell’efficacia della rotazione: “Ogni squadra ha il proprio stile di gioco, non posso davvero dire se una perfetta rotazione è importante o meno dal momento che dipende davvero dallo stile di gioco che hai. I TSM sono molto bravi in questo momento perché sono veloci e ruotano molto bene, il che significa che non appena qualcuno è andato a prendere la palla, un altro ragazzo appare dal nulla e non hai davvero il tempo di agire quando giochi contro di loro“.

Ogni giocatore ha un proprio stile, e nessuno è identico ad un altro. Questo spiega perché è così importante capire i tuoi compagni di squadra e quanto sia vitale essere in grado di adattarsi al tuo team. Le rotazioni, in generale, sono piuttosto importanti, sebbene alcune squadre possano trovare successo in diverse forme di posizionamento. Le rotazioni classiche sono affidabili, tuttavia, e possono essere praticate in ogni partita che hai con la tua squadra.

AZIONE INDIVIDUALE VS TEAMPLAY

A volte basta una decisione per cambiare la partita. Se hai il possesso della palla, ad esempio, puoi scegliere di passare a un compagno di squadra nelle vicinanze (supponendo che si siano posizionati per un passaggio) o semplicemente di fare un’azione individuale, dribblando e tirando.

Quando gli è stato chiesto come sapeva quando passare ad un compagno di squadra invece di tirare, Turbopolsa ha detto: “Dipende da come si posiziona la difesa avversaria. Di solito un passaggio in campo è molto più difficile da contrastare, quindi opto per il passaggio, anche anche se a volte in una partita veloce è difficile prendere una decisione in cui tutti sono d’accordo. Ad esempio, se vengo dal lato e vedo la porta difesa da un avversario ed il mio compagno in mezzo in attesa di un passaggio, che vede solo la palla e non il difensore, e non ha idea di quello che vedo io, può essere in disaccordo se dovessi provare a tirare invece che passarla. Questo perchè vediamo situazioni differenti in base alla situazione”.

Tutto deriva da quello che puoi vedere in una partita contro ciò che il tuo compagno di squadra potrebbe vedere dal suo punto di vista. Ciò si ricollega a tutti i punti sopra menzionati, infatti, poiché la comunicazione, un posizionamento valido e delle rotazioni efficaci possono aiutare a lavorare in modo ottimale e non frustrarsi l’uno con l’altro.

Nel complesso, il gioco di squadra è estremamente importante, specialmente quando si sale di livello. Al livello di Turbopolsa, il gioco di squadra viene naturale, ma richiede anche un sacco di tempo, dedizione e impegno per capire come giocano i tuoi compagni di squadra e adattare il tuo stile di gioco al loro ed a quello della squadra!

Turbopolsa, col cambio di roster, si è allenato per adattarsi in fretta allo stile di gioco di Yukeo
Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.