I Mkers sono i primi italiani a qualificarsi al Six Invitational di Rainbow Six Siege

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Per la prima volta nella storia un team italiano parteciperà al più importante torneo di Rainbow Six Siege: il Six Invitational.

Il team che ha reso possibile questo importante successo è quello dei Mkers. Aggiudicandosi la finale del qualifier europeo battendo per 3 a 1 i Tembra Esport, società italiana con roster francese, il team composto dai talentuosi: Lollo, Gemini, Aqui, Scatto e Sasha è riuscito a ottenere l’invito per quello che può essere considerato come il mondiale dedicato al tactical shooter di Ubisoft. 

Il team guidato dal coach Torok, ex player dei Mkers che in Italia a vinto tutto per anni, dal menager Jaxa e supportato dall’analyst Ablax insieme al mental coach Joshua Maggia è una squadra relativamente giovane per quanto riguarda l’esperienza competitiva. Tutta la totalità del roster è stata cambiata negli ultimi mesi dopo la delusione ottenuta durante il Summer Split 2020, dove sono usciti dalla corsa al titolo nonostante fossero i favoriti per vincerlo. Aqui, Scatto e Gemini si sono uniti al team il 19 Settembre, seguiti subito dopo da Sasha mentre Lollo è entrato nella squadra il 26 Novembre per sostituire Sloppy, uno dei vecchi pilastri del team e che per un periodo ha anche giocato nella Pro League.

Il percorso dei Mkers è iniziato al PG Nationals, il campionato italiano dedicato a R6, dove hanno chiuso la stagione regolare con 12 vittorie e 2 soli pareggi. Dopodiché, superata agilmente la prima fase dell’Open Qualifier, il percorso dei Mkers è stato straordinario. I partecipanti al closer qualifier erano di livello altissimo, tutte le maggiori organizzazioni della scena competitiva di Rainbow Six partecipavano a questo evento. Nonostante i pronostici li davano per sfavoriti, i giovani italiani non hanno mollato e hanno battuto per primi i Rogue, 27esimi nel ranking mondiale, poi i Chaos, 35esimi nel ranking, mostrando una solidità e una maturità davvero impressionanti.

La finale del closer qualifier contro il Team Secret purtroppo è finita con una sconfitta per i nostri ragazzi che però riescono comunque a proseguire il loro percorso essendo una delle quattro squadre migliori d’Europa.

Il primo match della top4 è stato contro i Natus Vincere, 17esimi al mondo, ma i giovani Mkers non si sono lasciati spaventare e si sono imposti con un netto 2 a 0 che li direttamente regalato l’accesso alla finale contro il team dei Tempra Esport. La finalissima vede per la prima volta due realtà italiani una contro l’altra, ( il team Teampra Esport è di proprietà di una società italiana nonostante il roster sia francese) ma a imporsi con un pazzesco 3 a 1 sono stati i nostri ragazzi dei Mkers che così hanno ottenuto la prima qualificazione al torneo più importante della scena competitiva di Rainbow Six Siege.

Il Six Invitational per la prima volta non si disputerà a Montreal ma sarà disputato dal vivo, senza pubblico ovviamente, in Europa a Febbraio 2021. I ragazzi dovranno aspettare ancora un po’ prima di cavalcare questo prestigioso palco ma già da oggi hanno il totale supporto dell’intera community italiana che non vede l’ora di vederli giocare.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701