Analisi e novità della nuova stagione di Rainbow Six Siege Phantom Sight

Analisi e novità della nuova stagione di Rainbow Six Siege Phantom Sight

Profilo di Vincenzo De Pace
 WhatsApp

Mancano ormai pochissimi giorni all’uscita della nuova season di Rainbow Six Siege. Tutti i player sono curiosi di sapere quali cambiamenti ci saranno all’interno del gioco.

Ubisoft ha emesso dichiarazioni importanti sulle modifiche che questa season apporterà alla qualità del gameplay. Andiamo ad analizzare insieme tutto quello che cambierà e che verrà aggiunto in seguito all’arrivo di Phantom Sight.

Nuovi operatori :

  • Nokk : operatrice di attacco. Nokk è invisibile alle telecamere e ai droni dei difensori grazie al suo gadget Riduttore di Presenza Hel. Le sue armi saranno l FMG-9  SIX12-SD. Insomma è un po’ come far fare una fusione a Vigil e Caveira. Se vi piace lo scontro immediato a distanza ravvicinata, Nokk, è l’operatrice adatta a voi.
  • Warden : operatore di difesa. Warden. Warden utilizza gli Occhiali Smart Colpo d’occhio per avere una vista aumentata, vedere nel fumo ed essere immune ai flash mentre rimane fermo. Le armi che utilizzerà saranno i suoi M590A1 e MPX. Insomma un ottimo operatore per negare il push della squadra avversaria.

Mappa nuova :

Non c’è una vera e propria mappa nuova, bensì avremo una Cafè Dostoevskij modificata per diversificarne il gameplay.
Avremo una ri-progettazione del primo piano e dei cambiamenti nel secondo; assomiglia sotto certi versi alla mappa Barlett University.

Grosse novità :

Per chi non vede l’ora di cimentarsi nella scalata ai gradi delle ranked della nuova season abbiamo delle novità per nulla scontate! Non ci saranno più né Presidio né Ostaggio, bensì, l’unica modalità possibile da giocare (nelle ranked) sarà Bomba.
Questo è un’arma a doppio taglio per la maggior parte dei giocatori che fin’ora si sono cimentati solo in Presidio oppure Ostaggio. Vedremo comunque come la prenderà la community riguardo questa scelta per le partite classificate.

Un’ altra grande novità che verrà introdotta e farà felici tutti i giocatori è invece quella del fuoco amico inverso. Finalmente dopo tante lamentele da parte dei giocatori per il fuoco amico, la Ubisoft ha deciso di accontentare la propria community.

L’aggiunta del “pick and ban” sbarca anche su R6 nelle partite classificate. Era stata già annunciata durante il Six Invitational, ma con l ‘arrivo di Phantom Sight sarà ufficializzata.
Questa cosa rivoluzionerà il processo di selezione degli operatori prima di un incontro e aggiungerà molte strategie nuove alla scena competitiva di R6. Si tratta infatti di una funzione dove 2 assalitori e 2 difensori verranno resi non disponibili per tutta la durata dell’ incontro.

Risoluzione dei problemi :

  1. Verrà finalmente reintrodotta la possibilità di usare le claymore all’interno delle partite, le quali erano state tolte per il glitch di IQ.
  2. Si potrà di nuovo utilizzare Clash perché con la nuova season è stato eliminato anche il glitch di questa operatrice .
  3. Eliminati anche i vari glitch degli scudi degli operatori.

Nuove skin élite :

  • Verranno introdotti nuovi ciondoli e copricapi, in più ci sarà sicuramente una nuovissima skin élite, quella dell’acclamatissimo Lesion.
  • Ancora in dubbio è l’uscita di una possibile seconda skin élite entro la fine della nuova season , quella di Smoke.

In conclusione penso che questa possa essere una season molto interessante sotto vari punti di vista.
Bisognerà riuscire ad ambientarsi nella nuova Cafè Dostoevskij e in modalità Bomba. Nokk e Warden per le nuove dinamiche di gioco saranno degli operatori molto utili da utilizzare.

Rainbow Six Siege e Rocket League festeggiano i nuovi campioni italiani

Rainbow Six Siege e Rocket League festeggiano i nuovi campioni italiani

Profilo di Stak
 WhatsApp

I MKERS E GLI EXEED SONO CAMPIONI ITALIANI DEI DUE TORNEI FIRMATI PG ESPORTS – PG Esports ha regalato agli appassionati una giornata scoppiettante, mettendo in scena uno spettacolo senza precedenti dedicato a tutti i fan del gaming competitivo più emozionante.

Quella appena trascorsa è stata una domenica di esport all’ennesima potenza, che ha visto protagonisti alcuni dei migliori team del panorama competitivo nazionale, con due squadre che si sono messe in particolare evidenza.

Mkers, infatti, hanno trionfato nel PG Nationals di Rainbow Six Siege, mentre gli Exeed si sono portati a casa la coppa dell’Italian Rocket Championship sponsored by Air Action Vigorsol. Si può proprio dire che, anche questa volta, i fan abbiano avuto pane per i loro denti, tra scontri all’ultima kill, tattiche di squadra studiate al millimetro, acrobazie e gol d’autore.

A mettersi particolarmente in mostra sullo sparatutto tattico di casa Ubisoft, è stato l’MVP della competizione Lollo, che ha trascinato i suoi Mkers fino alla tanto agognata finale contro i Macko, finita con un secco 3 -1.

Non si può certo dire si sia trattata di una sfida senza colpi di scena, tra giocate di altissimo livello e un risultato davvero in bilico fino all’ultimo, espressione di uno scontro come se ne vedono pochi nel panorama competitivo italiano e non solo.

La corsa degli Exeed su Rocket League

Di certo, non sono stati da meno i match dei playoff che hanno visto impegnati i migliori giocatori di Rocket League, dai quali sono scaturiti i due, agguerritissimi, team finalisti. A dare spettacolo nella sfida clou del torneo sono stati i NoFear Gaming e gli Exeed, che si sono dati battaglia tra una sportellata e l’altra per il titolo nazionale.

A spuntarla sono stati proprio gli Exeed, che sono riusciti a imporsi sugli avversari per 4 a 2 dopo aver dato vita a una finale davvero degna di questo nome, anche grazie a un pubblico appassionato e carico come non mai, che ha fatto sentire da casa tutto il calore di cui avevano bisogno ai player coinvolti.

Tra i giocatori, quelli che sono riusciti spiccare di più sono stati Sorius, degli Exeed, e Davoof, dei NoFear Gaming, eletti a furor di popolo come migliori player delle finali, mentre a livello di team, la vera sorpresa sono stati i Webidoo Gaming.

Alla loro prima partecipazione, infatti, sono riusciti ad arrivare a un passo dalla finale, perdendo l’ultima fase del Winner Bracket per 2 a 3, sfiorando di un soffio il sogno di competere fino in fondo per il titolo nazionale.

Anche questa volta PG Esports ha alzato l’asticella dello spettacolo, sia in termini di produzione che di show, portando agli appassionati italiani una sintesi del meglio che la scena competitiva ha da offrire, con ben due main event in un solo giorno.

Tutto ciò anche grazie a partner dell’importanza di Air Action Vigorsol e Intel, rispettivamente Presenting Partner e Main Sponsor dell’Italian Rocket Championship, e di Predator Gaming, Main Sponsor del PG Nationals di Rainbow Six Siege.

Attraverso la collaborazione con aziende di questo calibro, infatti, PG Esports è in grado di organizzare tornei coinvolgenti e sempre più di successo, ponendosi come punto di riferimento nel settore del gaming competitivo a livello nazionale.

Rainbow Six Siege e Rocket League: le finali dei rispettivi campionati italiani si terranno il 17 luglio

Rainbow Six Siege e Rocket League: le finali dei rispettivi campionati italiani si terranno il 17 luglio

Profilo di Rios
 WhatsApp

Un concentrato di pura adrenalina attende tutti gli appassionati di Rainbow Six Siege e di Rocket League per una domenica, quella del 17 luglio, che si preannuncia come un appuntamento davvero senza precedenti. Saranno ben due le finali a essere disputate lo stesso giorno, quella del PG Nationals di Rainbow Six Siege e quella dell’Italian Rocket Championship Air Action Vigorsol, ovviamente in diretta Twitch sui canali ufficiali Rainbow6IT e ItalianRocketChampionship.  

Nello specifico, i fan del frenetico titolo firmato Psyonix potranno godersi, a partire dalle 15:00, i Playoff, che vedranno impegnati i team che si sono messi maggiormente in mostra nel corso del torneo, ovvero i capilista Exeed, No Fear Gaming, Webidoo Gaming e Esports Empire.

Durante questa fase, i primi classificati si scontreranno contro i quarti, mentre i secondi sfideranno i terzi, andando a decretare la composizione del Winner e del Loser Bracket in base al punteggio ottenuto.

Le finali italiane di Rainbow Six Siege e Rocket League

Al termine dei Playoff avrà inizio il vero spettacolo della finale, che vedrà fronteggiarsi le due squadre che hanno trionfato nella fase precedente in un’incredibile serie di partite al meglio delle 7. Riusciranno gli Exeed a mantener fede al percorso vincente intrapreso finora e a laurearsi campioni dell’Italian Rocket Championship Air Action Vigorsol, o dovranno piegarsi alla fame di vittoria degli avversari?

A infiammare la giornata, però, non saranno solo i ruggenti motori dei bolidi di Rocket League. Ci sarà anche la strategia e le abilità messe in campo dagli operatori di Rainbow Six Siege, lo sparatutto tattico firmato Ubisoft, ormai punto di riferimento per i fan del genere.

Verranno infatti disputate le finali del PG Nationals di Rainbow Six Siege, che vedranno impegnati i migliori team italiani in una serie di scontri che si preannunciano adrenalinici e ricchi di sorprese, tra tattiche di squadra studiate al millimetro e kill all’ultimo secondo.

La resa dei conti arriva dopo tre mesi filati di puro spettacolo. Durante i quali non sono certo mancate partite mozzafiato che hanno tenuto gli spettatori incollati alla sedia in diverse occasioni. Il team campione avrà la possibilità di rappresentare l’Italia all’esclusiva Challenger League Europea. Questo darà una chance unica per affrontare i migliori player di tutto il continente. 

Insomma, si può proprio dire che PG Esports, ancora una volta, abbia fatto le cose in grande. Ed ha portato all’appassionato pubblico italiano una sintesi del meglio che la scena competitiva ha da offrire, con ben due main event in un solo giorno.

I partner

Tutto ciò anche grazie a partner dell’importanza di Air Action Vigorsol e Intel. Rispettivamente Presenting Partner e Main Sponsor dell’Italian Rocket Championship. Ma anche di Predator Gaming, Main Sponsor del PG Nationals di Rainbow Six Siege. Attraverso la collaborazione con aziende di questo calibro, infatti, PG Esports è in grado di organizzare tornei coinvolgenti e sempre più di successo. Ponendosi come punto di riferimento nel settore del gaming competitivo a livello nazionale.  

Six Major 2022: svelate le date e la location dell’evento

Six Major 2022: svelate le date e la location dell’evento

Profilo di Retro
 WhatsApp

Nelle scorse giornate Ubisoft ha annunciato, oltre alla nuova season “Operation Vector Glare“, anche le date e la location del torneo più grande di Rainbow: il Six Major 2022. Un evento davvero imperdibile, che ospiterà anche il pubblico dal vivo.

Dopo il Major 2021, disputato in Svezia, torna nel 2022 a Berlino, precisamente dal 15 al 21 agosto con il ritorno del pubblico dal vivo durante le ultime giornate dei Playoff e della finale. In palio, oltre al montepremi, c’è la possibilità di classificarsi per il Six Invitational 2023.  

Sono previsti, inoltre, 4 tipi diversi di biglietti che garantiranno dei bonus specifici anche all’interno del gioco per chi li acquisterà.

Le date, la location ed i biglietti del Six Major 2022

Organizzazione, date e location del torneo

Il Six Major 2022 sarà diviso in 3 fasi principali, che saranno disputate nelle seguenti date:

  • Group Stage: dal 15 al 17 agosto, senza pubblico
  • Playoff: dal 19 al 20 agosto, con pubblico
  • Finale, il 21 agosto, con pubblico. 

Il torneo si giocherà all’interno del Theater am Potsdamer Platz, situato in via Marlene-Dietrich-Platz 1 a Berlino. Una location a dir poco prestigiosa, pronta ad accogliere tutti i fan ed i giocatori che vivranno questa esperienza in prima persona.

Prezzi dei biglietti

Ubisoft da la possibilità di scegliere uno dei 4 ticket disponibili così divisi: 

  • Gold: costa 55 euro, viene assegnato un posto a sedere in fondo e ai lati della sala e un codice con il quale riscattare in game il ciondolo di Jackal Six Major e la skin del C7E AR
  • Platinum: costa 75 euro, viene assegnato un posto a sedere al centro della sala e un codice per riscattare il ciondolo e la skin
  • Diamond: costa 89 euro, viene assegnato un posto a sedere in prima fila e un codice per riscattare ciondolo e skin
  • Champion: costa 179 euro, viene assegnato un posto a sedere nella sezione Campioni, un codice per riscattare il ciondolo e la skin, 1 cappello dell’evento, 1 T-shirt, 1 poster e 1 ora di accesso anticipato alle attività in sito per tutti i giorni dell’evento. 

I ticket saranno acquistabili unicamente da coloro che avranno superato i 18 anni di età. Per quelli con età compresa tra i 16 e i 17 sarà obbligatorio l’accompagnamento dei genitori, mentre per quelli di età inferiore ai 16 anni l’evento sarà chiuso. Verrà data, inoltre, priorità a coloro che acquisteranno i biglietti tramite Paypal.  

Inoltre, nel negozio in-game sarà disponibile il Bundle di Jackal Six Major durante tutta la durata dell’evento e i ricavati saranno aggiunti al montepremi della competizione.  

Per acquistare i biglietti del Six Major 2022 potete cliccare qui.