PUBG: sbarca il Deathmatch a squadre con la nuova patch!

PUBG: sbarca il Deathmatch a squadre con la nuova patch!

Profilo di Stak
 WhatsApp

L’attesissima modalità “Deathmatch a squadre” è finalmente disponibile sul celebre battle royale PUBG, grazie alla recente implementazione di una nuova ed importante patch.

Poche ore fa è stata infatti pubblicata la patch 6.2, un aggiornamento attraverso il quale i devs non hanno solamente presentato la nuova modalità “8vs8” ma hanno anche svelato una lista di bilanciamenti che riguardano le granate e svariati cambiamenti agli effetti grafici.

Con questo importante aggiornamento viene anche introdotto il primo test per il sistema di classificazione, che permetterà ad ogni giocatore di ottenere un determinato rating (che potrà poi peggiorare o migliorare in base alle performance nelle partite) dopo 5 partite di piazzamento.

Una volta fatte queste riceveremo il nostro nuovo rating (che all’inizio potrà essere massimo di Platino 4, ovvero 2600 PC) il cui vertice sarà rappresentato da 5000 PC. Proprio in merito ai PC, c’è da dire che ora anche gli assist influiscono sulla classificazione e che con questa patch ogni uccisione causata dal fuoco amico conterà come un’uccisione negativa.

Per quanto riguarda il bilanciamento alle granate, i devs hanno scelto di intervenire sui vari tipi presenti, fixando o “nerfando” le granate stordenti, le fumogene, quelle a frammentazione e finanche le Bombe Molotov, per le quali è stata aumentata del 50% la velocità di propagazione del fuoco, con la fiamma dell’esplosione che ora arriva più in alto e viene ostacolata in modo minore dagli oggetti piccoli.

Il trailer della nuova mode

Di seguito andiamo quindi a vedere le note della patch complete pubblicate sul sito ufficiale, con l’interessante dettaglio sul Deathmatch a Squadre e sulle principali caratteristiche di queste nuove sfide da giocare in team da 8 persone!

Le note della patch complete

Ciao a tutti!

La Stagione 6 è in pieno svolgimento! Speriamo che l’intensità e il gameplay esplosivo di Karakin vi abbiano preparati alla nuova e adrenalinica modalità di gioco Deathmatch a squadre! Torna anche PUBG Labs con la seconda fase di test del sistema di classificazione, ricco di novità introdotte in base ai feedback ricevuti dopo il primo test.

A grande richiesta, abbiamo apportato alcune modifiche necessarie alle armi da lancio. Particolare cura è stata dedicata alle granate a frammentazione, che diventeranno globalmente meno potenti.

Continuate a leggere per maggiori dettagli!

Deathmatch a squadre

A grande richiesta è finalmente arrivata la modalità Deathmatch a squadre! Intensi scontri FPP 8 vs 8 su 7 diversi campi di battaglia, selezionati tra le tue mappe preferite. Alle meccaniche e agli scontri a fuoco tradizionali di PUBG, nella modalità DMS si aggiungono il divertimento e l’azione di un respawn immediato in battaglia. L’indicatore di energia funziona diversamente nei Deathmatch a squadre: si riempie effettuando uccisioni e assist, e rigenera i vostri PF se non avete ricevuto danni per 5 secondi.

La squadra che accumula più uccisioni in 10 minuti o che raggiunge per prima 50 uccisioni vince il round. E vincere 2 round garantisce la vittoria della partita.

Game mode overview:

  • Modalità: 8 vs 8.
  • Visuale: solo FPP.
  • Kit di armi al respawn.
  • Respawn.
  • Niente neutralizzazione.
  • Niente fuoco amico.

Potete trovare maggiori dettagli sull’arrivo del Deathmatch a squadre qui.

Scoprite il Deathmatch a squadre dalla nuova sezione ARCADE del menu.

Gameplay

Modifiche alle granate

  • Granate a frammentazione:
    • I giubbotti antiproiettile ora mitigano i danni ricevuti dalle granate a frammentazione, ma tali danni non riducono la durabilità del giubbotto.
      • La quantità di danni mitigati dipende dal livello del giubbotto antiproiettile indossato dal giocatore, seguendo la stessa percentuale di riduzione del danno da proiettile.
    • Le granate a frammentazione ora infliggono il 20% di danni in meno ai giocatori distesi.
    • Peso dell’oggetto aumentato del 50%:
      • Ogni granata a frammentazione ora occupa 27 di capienza dell’inventario, invece di 18.
    • Innescare la granata ora è più rumoroso e udibile da più lontano.
  • Granate fumogene:
    • Durata della miccia ridotta da 3 secondi a 1 secondo.
  • Granate stordenti:
    • Incrementato il raggio d’effetto del colpo indiretto:
      • Fino a 6,5 metri, invece di 5,5 metri.
    • Il suono stordente ora ha effetto sui giocatori attraverso le mura:
      • La meccanica è uguale a quella della granata a frammentazione, ma l’effetto ha un raggio minore.
    • Aggiunta una lieve vibrazione della visuale per i giocatori vicini all’esplosione.
    • Meccanica predefinita della durata della miccia:
      • Le granate stordenti esplodono 0,7 secondi dopo il primo impatto o quando termina la miccia, a seconda di quale si verifichi prima.
      • Il tempo della miccia senza innesco è stato aumentato a 5 secondi:
        • Il tempo di 2,5 secondi della miccia quando si innesca la granata resta invariato.
  • Bombe Molotov:
    • Aumentata del 50% la velocità a cui si espande il fuoco.
    • Il fuoco ora può propagarsi a una distanza leggermente maggiore, con un raggio di danno incrementato.
    • Cambiato il modo in cui il fuoco si espande attorno agli oggetti. Ora il fuoco raggiunge più coerentemente la parte posteriore degli oggetti (soprattutto se sottili, come gli alberi).
    • Reintrodotti i danni diretti quando si è fermi nel fuoco, in aggiunta ai danni nel tempo già presenti:
      • I giocatori nel fuoco ora riceveranno 10 ulteriori danni al secondo.
    • Il fuoco ora arriva più in alto e viene ostacolato di meno da oggetti piccoli.

Gli effetti visivi delle granate a frammentazione e stordenti sono stati aggiornati, e il suono delle granate a frammentazione ora è più realistico.

Esposizione sul lato destro

In PUBG, quando si aggira un oggetto dal lato destro (senza sporgersi o esporsi), il personaggio viene mostrato in misura minore rispetto a quando ci si muove sul lato sinistro. Recentemente si è discusso di questa meccanica nella community, spingendo i giocatori a usarla a proprio vantaggio più spesso e causando una certa frustrazione tra gli utenti.

È una meccanica legata alla progettazione di base del sistema di scontri a fuoco di PUBG, il che rende difficile risolvere il problema senza rischiare di avere un impatto negativo sull’esperienza di scontro a fuoco.

Detto ciò, come già annunciato in precedenza in risposta alle preoccupazioni della community, introdurremo una modifica in questa patch per ridurre i vantaggi ottenuti dall’osservare gli avversari dal lato destro degli oggetti, esponendo di più il personaggio del giocatore.

  • I giocatori che guardano gli avversari dal lato destro degli oggetti ora avranno una parte maggiore di corpo visibile:
    • La testa del giocatore sporgerà di più verso il mirino durante l’ADS, esponendola maggiormente.
    • Effettuati ritocchi ad alcune armi, in modo che il corpo del personaggio sia più esposto quando si sporge a destra degli oggetti.

Continueremo a tenere d’occhio il feedback della community in merito a queste modifiche.

Generazione del bottino su Karakin

Alcune settimane fa, abbiamo introdotto alcuni cambiamenti al bottino su Karakin in base al feedback dei giocatori. Da allora abbiamo monitorato il gioco per determinare se fosse necessario apportare ulteriori modifiche e ci sono un paio di cose che hanno attirato la nostra attenzione. In primo luogo, nonostante la frequenza dei combattimenti sull’isola, gli oggetti curativi sono ancora un po ‘troppo difficili da trovare. Secondariamente, i cecchini e le DMR sono davvero troppo forti su Karakin.

Adotteremo un’impostazione di bottino aggiornata che aumenterà i il numero di oggetti curativi generati, riducendo al contempo il numero di bende, SR, DMR e Win94. Sappiamo che molti di voi prediligono queste armi su Karakin, ma riteniamo che sia necessario qualche rischio in più prima di ricevere questo tipo di equipaggiamento. Per aiutare a mitigare questa modifica, e come richiesto da molti di voi in seguito alla temporanea rimozione di Vikendi dalle partite pubbliche, aggiungeremo G36C e MP5K al bottino di Karakin. Infine, abbiamo aggiustato la velocità dell’aeroplano in modo che i pacchi viveri siano portati sull’isola più velocemente.

Naturalmente, il vostro feedback è essenziale. Provate le nuove impostazioni e fateci sapere che ne pensate. Vale la pena dedicare più tempo alla ricerca per ottenere quel SLR? Le partite sono più competitive senza così tante armi a lungo raggio?

  • Aggiunte le armi G36C e MP5K su Karakin.
  • Aumentata la generazione dei kit di pronto soccorso e di oggetti di potenziamento.
  • Diminuita la generazione di bende.
  • Diminuita la generazione di DMR, SR e Win94.
  • Aumentata la velocità dell’aereo che trasporta i pacchi viveri.

Effetti aggiornati della zona blu

  • Modificati gli effetti della zona blu:
    • L’effetto di distorsione è stato rimosso.
    • Modificato l’effetto dove la zona blu tocca il suolo, per identificare meglio il bordo della stessa.
    • Abbassato il muro superiore della zona blu.
    • Aggiornate le ombreggiature grafiche.
    • Gli effetti ora diventano più intensi con il progredire delle fasi.
    • Cambiati i suoni di entrata e uscita dalla zona blu.

Miglioramento della visibilità degli effetti del sangue

  • Il livello di saturazione delle particelle è ora influenzato dalla distanza in modo da aumentarne la visibilità.
  • Aggiustamento dinamico delle dimensioni degli effetti del sangue in base alla distanza.

Funzione per seguire il paracadute

Aggiunta una funzione che permette di seguire un paracadute, aiutando i compagni di squadra ad atterrare assieme:

  • Durante il conto alla rovescia prima della partita, l’interfaccia per fare ciò apparirà nella parte in basso a sinistra dello schermo:
  • Aprite la mappa per selezionare un compagno di squadra da seguire.
  • Potete selezionare un compagno di squadra da seguire fino a che non abbandonate l’aereo.
  • Dopo aver selezionato un compagno di squadra, potete annullare l’inseguimento dalla schermata della mappa, oppure tenendo premuto F dall’aereo o quando state già seguendo un giocatore con il vostro paracadute.
  • Se il terreno o un oggetto ti ostacola, l’opzione sarà automaticamente annullata.

PUBG Labs – Test del sistema di classificazione

Ringraziamo tutti i giocatori che hanno visitato PUBG Labs e preso parte al primo test da noi organizzato all’inizio dell’anno! Dopo aver studiato con cura il feedback ricevuto e i dati raccolti dal test, abbiamo deciso di introdurre le seguenti modifiche:

  • I giocatori dovranno completare 5 partite di piazzamento per classificarsi nel nuovo test:
    • Il livello di piazzamento iniziale più alto è Platino 4 (2600 PC).
  • L’algoritmo è stato globalmente ricalibrato sulla base di dati e feedback ottenuti dal primo test:
  • Gli assist ora influiscono sulla classificazione:
    • Gli assist hanno lo stesso valore delle uccisioni per quanto riguarda guadagno e perdita di PC.
  • Ogni uccisione causata dal fuoco amico conterà come un’uccisione negativa.
  • La quantità massima di PC che si può ottenere o perdere dopo una partita è ora dinamica in base alla classe, con un tetto più ampio per le classi basse rispetto a quelle alte.
  • Le prestazioni richieste ai giocatori nella classe Maestro aumenteranno ogni 100 PC sopra i 3500, rendendo progressivamente più difficile scalare la classe Maestro quanto più si arriva in alto.
  • Il numero massimo di PC che un giocatore può raggiungere è 5000.

Durata del test (server di test pubblico)

  • INIZIO: giovedì 13 febbraio alle 16:00 CET.
  • FINE: mercoledì 19 febbraio alle 00:01 CET.

Durata del test (server live)

  • INIZIO: mercoledì 19 febbraio alle 01:30 CET.
  • FINE: mercoledì 4 marzo alle 21:00 CET.

Durata del sondaggio

Il sondaggio per permettere ai giocatori di inviarci feedback sull’esperienza sarà attivo per 1 settimana dopo la fine del test.

  • INIZIO: mercoledì 4 marzo alle 21:00 CET.
  • FINE: mercoledì 11 marzo alle 21:00 CET.

Interfaccia/esperienza d’uso

Miglioramenti dell’interfaccia della lista amici

  • Sono stati effettuati dei miglioramenti grafici della lista amici:
    • Aggiunta una nuova icona per distinguere tra stato online e offline.
    • Migliorata l’interfaccia del tasto per cercare ID.
    • Il tasto per lasciare la squadra è stato riposizionato nella scheda della squadra.
  • Le funzionalità dei tasti che apparivano come icone ora sono disponibili nel menu contestuale a sinistra:
    • Posizionate il cursore del mouse sopra l’ID per far apparire il menu contestuale.
    • Le opzioni INVITA, SEGUI/SMETTI DI SEGUIRE, PROFILO ed ESPELLI possono essere usate dal menu contestuale.
  • Gli utenti online sono elencati in cima e gli utenti offline sono elencati separatamente nella lista a scomparsa.
  • Gli slot nella scheda della squadra sono divisi in 4 slot. Gli slot sono attivi in base alla modalità di gioco selezionata (solo/duo/squadra).
  • Il giocatore host appare con una stella in alto a sinistra dell’ID.
  • Tasto per invitare aggiunto nella pagina della carriera.
  • Modificato il testo della guida tasti che appare sull’isola iniziale.
    • Consisterà di sostantivi, come le altre opzioni che non hanno effetto diretto sulla partita (Mappa, Lista missioni, Inventario ecc.)
      • Tasti ALT+K: attiva/disattiva guida tasti
      • Tasti ALT+K: guida tasti su schermo.
  • Aggiunta regolazione luminosità per Karakin.

Prestazioni

  • Le prestazioni sono state migliorate con ulteriori ottimizzazioni della posizione nel mondo di gioco.

Partite personalizzate

  • Partite personalizzate:
    • Erangel Classic è stata rimossa.
  • Perfezionamento dell’interfaccia utente in modalità osservatore:
    • Corretto lo slot dell’arma da fianco nell’interfaccia configurazione nome in modo da centrare l’icona dell’arma.
    • Numerose correzioni alla griglia in tutte le aree dell’interfaccia configurazione nome.
    • Modificato il motivo predefinito dell’area del numero di squadra (logo):
      • Questo motivo appare quando non si usa il logo. Corretta l’area del motivo in modo che il disegno a strisce appaia correttamente in forma trapezoidale.
      • Le interfacce rilevanti sono lista giocatori, configurazione nome e lista squadre.

Mondo

  • I campioni del PGC 2019 e nuovi contenuti sono stati aggiunti all’albo d’oro di Erangel:
    • Sono stati aggiunti i campioni del PGC 2019, Gen.G, e la rassegna del PGC 2019.
    • Il banner principale di PGI è stato cancellato. Il banner di Gen.G è stato aggiunto in una posizione differente.
    • Aggiunti poster di eventi globali (PAI, PNC, PGC) organizzati da PUBG nel 2019.
    • I graffiti del campione FPP del PGI 2018, OMG, sono stati rimossi e sostituiti con quelli del campione 2019, Gen.G.
    • Aggiunte uniformi campioni PGI 2018 (OMG, Gen.G oro) e PGC 2019 (Gen.G).
    • Cancellato il nome dei campioni sullo stampo.
    • Aggiunto il trofeo del PGC 2019.

Skin e oggetti

  • I seguenti oggetti saranno disponibili nel negozio duranta il periodo promozionale dal 19 febbraio al 19 marzo:
    • Aggiunto il COMPLETO DA CHEERLEADER, composto da 5 oggetti.
    • Aggiunto il SET BADLANDS LEISURE, composto da 4 oggetti.
  • Migliorato il design del modello del paracadute.

Survivor Pass: Shakedown

La seconda track delle missioni del Survivor Pass è stata sbloccata, insieme a 6 nuove missioni esclusive a Karakin!

  • Lista dettagliata delle missioni:
    • Sopravvivi per più di 3 minuti a Karakin.
    • Distruggi 2 muri distruttibili con bombe adesive.
    • Sopravvivi 2 volte nelle zone nere.
    • Atterra una volta in una qualsiasi zona con un nome su Karakin.
    • Infliggi un totale di 100 danni attraverso muri perforabili.
    • Ottieni uccisioni sparando attraverso muri perforabili su Karakin.

Maestria nelle armi

  • Bilanciamento di Maestria nelle armi:
    • I livelli iniziali di Maestria nelle armi ora richiedono meno PE. A seguito di questa modifica, alcuni giocatori potrebbero trovare alcuni dei livelli di Maestria nelle armi leggermente più alti di prima.
  • A causa di un problema tecnico, l’ID PUBG è stato temporaneamente disabilitato:
    • Potete comunque visualizzare l'ID PUBG attraverso la scheda "MAESTRIA" e "ULTIMA PARTITA".

Replay

  • I vecchi video di replay non possono più essere riprodotti per via dell’aggiornamento alla versione del sistema di replay.

Bug risolti

Gameplay

  • Risolto un problema per cui l’indicatore del respiro veniva istantaneamente ripristinato in determinate situazioni.
  • Risolto un problema in War Mode per cui i giocatori non potevano essere spostati nella posizione corretta di respawn mentre scavalcavano ostacoli all’inizio della partita.
  • Risolto un problema per cui le casse lasciate dai giocatori uccisi potevano bloccare il danno derivante dalle granate.
  • Risolto un problema per cui i pacchi viveri non bloccavano i danni derivanti dalle granate.
  • Risolto un problema per cui gli effetti di sangue del colpo alla testa bloccavano la visione nella visuale FPP.
  • Risolto un problema per cui le animazioni degli oggetti curativi e di potenziamento non venivano riprodotte durante il ripetuto uso del tasto di scelta rapida.
  • Risolto un problema per cui la resistenza dell’armatura visualizzata erroneamente dopo averla dall’inventario e successivamente ripresa.
  • Risolto un problema per cui il personaggio veniva visualizzato in modo anomalo quando si equipaggiava determinati oggetti.

Mondo

  • Risolto un problema per cui i bordi di alcuni oggetti diventavano trasparenti in prossimità della zona blu.
  • Corretti alcuni bug minori su Erangel e Karakin.

Skin e oggetti

  • Risolto un problema per cui i guanti Rapture Squad indossati assieme alla manica tatuaggio da un personaggio femmina rendevano il polso trasparente.
  • Risolto un problema per cui, una volta indossato, il gilet tattico “Tenebres” presentava problemi di visualizzazione.

Interfaccia/esperienza d’uso

  • Risolto un problema per cui alcuni giocatori potevano non essere visualizzati sulla minimappa durante il replay.
  • Risolto un problema per cui le dimensioni della griglia di alcune mappe risultavano errate durante il replay.

Suono

  • Ridotto il volume degli effetti sonori della bomba adesiva, in quanto più rumorosi del previsto.
  • Risolto un problema per cui il grugnito del personaggio non veniva riprodotto quando si veniva colpiti o quando si saltava da troppo in alto.
  • Risolto un problema per cui il suono del tintinnio veniva riprodotto anche ad altri giocatori quando un personaggio veniva colpito da una granata a frammentazione.

LAN-GATE, l’intervista esclusiva a Salvatore Porzio, owner di PC-Teklab: “non molliamo, vogliamo giustizia!”

LAN-GATE, l’intervista esclusiva a Salvatore Porzio, owner di PC-Teklab: “non molliamo, vogliamo giustizia!”

Profilo di Stak
 WhatsApp

PC-Teklab e Lan-Gate – A due giorni dall’infernale weekend che ha duramente colpito il settore esportivo e le sue sale lan, abbiamo avuto il piacere di fare una lunga chiacchierata con Salvatore Porzio, giovane imprenditore lombardo impegnato ormai da quasi 10 anni nella sua “avventura”, il negozio/sala lan di Milano PC-Teklab.

Come per altre realtà come L’EsportPalace, anche i computer ed i simulatori di PC-Teklab sono stati messi sotto sigilli dalle forze dell’ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, perchè non conformi a quanto riportato dall’art. 110 comma 7 del TULPS.

Abbiamo approfondito la questione in uno speciale apposito (che troverete qui), mentre cliccando qui troverete l’intervista che ci ha rilasciato, sulla medesima questione, Alessio Cicolari, owner di EsportPalace.

Andiamo a leggere la testimonianza di Salvatore, riguardo a tutta questa scabrosissima vicenda scoppiata nel corso del weekend…

Siamo insieme a Salvatore Porzio, proprietario di PC-TEKLAB, una delle realtà più duramente colpite nel corso dell’operazione di ADM contro le Sale Lan. Salvatore benvenuto. Vuoi raccontare ai nostri lettori cosa è accaduto lo scorso Venerdì/Sabato? Come si è materialmente svolta “l’operazione” di dogane e monopoli?

Ciao Stak, grazie per questo incontro e grazie soprattutto per il supporto che ci state mostrando. E’ un momento molto difficile per il settore del gaming, c’è tanta confusione, è letteralmente il caos. In primis per realtà come la nostra o come quella dei colleghi di Esport Palace. Purtroppo siamo stati i primi ad essere colpiti dalla cosìdetta “operazione computer“, manco fossero a caccia di Vallanzasca e della sua banda di criminali.

Comunque venendo al sodo, nella giornata di Venerdì  mi stavo recando al negozio per caricare il furgone, pronti a partire con le 3 postazioni per l’evento al circuito Alfa Romeo di Lainate, dove si sarebbero tenute le finali Codemaster di Dirt Rally 2.0. Questo evento si sarebbe tenuto all’interno del fashion tuning, celebre raduno nazionale che vede migliaia di appassionati provenienti da tutta Italia. 

Finito di caricare il camion con le 3 postazioni, veniamo però raggiunti da alcuni ufficiali dell’ADM, che ci hanno mostrato il distintivo e si sono fiondati all’interno del negozio. I modi ed il loro atteggiamento nei nostri confronti sono stati decisamente discutibili.

Il mio parere è quello di un onesto cittadino, siamo lavoratori, abbiamo fatto sacrifici (di tutti i tipi, sia economici che nella vita di tutti i giorni, mettendo  spesso da parte gli amici ed il tempo libero) per avviare un’attività in un contesto, quello italiano, che non solo non aiuta, ma spesso funge anche da freno per lo sviluppo di un progetto.

Non siamo ma andati oltre la multa per eccesso di velocità di 5 Km/h, siamo brave persone insomma. 

Al netto di questo, e come dicevo sopra, l’intervento vero e proprio si è svolto in un clima molto poco professionale, decisamente discutibile. 

Per tutto il tempo i membri dell’ADM hanno avuto dei modi forti, duri, arroganti. Durante l’intervento siamo stati trattati con sufficienza, e con un atteggiamento di superiorità che, non lo nascondo, mi ha alterato parecchio. Mi sono cosi infastidito che ad un certo punto li ho invitati ad alzarsi dalle poltrone, perché si erano praticamente appropriati dell’intera sala lan FPS; tutto questo mentre un loro collega era li intento ad entrare su un sito di scommesse da uno dei nostri PC per vedere se “era possibile”. 

In ogni caso, dopo la mia richiesta di scomodarsi dalle poltrone, il clima si è ulteriormente deteriorato. Ci hanno a quel punto fatto scollegare e smantellare tutti i computer, tutti i cablaggi, abbiamo dovuto impacchettare tutto all’interno di sacchi della spazzatura: componenti altamente performanti che costano centinaia e migliaia di Euro come mouse, cuffie o tastiere, ammassati e impacchettati in dei bustoni neri.

Se penso al sudore ed alle fatiche che abbiamo fatto per attrezzare la sala, quando ho visto le componenti ammassate in quel modo mi è preso lo sconforto. 

Uno dei momenti più brutti comunque, è stato certamente quando mi è stata data conferma che l’operazione era partita da una segnalazione privata. E subito dopo è stato anche aggiunto che quello nostro era il primo negozio ad essere messo sotto sopra perchè rei di “aver fatto troppa pubblicità”, e perché eravamo “troppo esposti ed aggressivi con le campagne sui social”.

Noi siamo una realtà che ovviamente investe nella parte pubblicitaria, diamo molta importanza al rendere noti i nostri servizi. Non vedo però come le due cose possano essere in qualche modo collegate. E difatti non abbiamo capito praticamente fino alla fine cosa volessero dire con quella frase sulla pubblicità. 

Possiamo dire che il clima si è comunque disteso poco prima di mezzanotte, forse anche perché gli agenti si erano resi conto che non eravamo dei criminali. 

Noi dal canto nostro, quando siamo stati avvisati del nome del privato che aveva diligentemente redatto la segnalazione contro la nostra attività ed altre simili come EsportPalace, tale Sergio Milesi. abbiamo provato ad ipotizzare le ragioni di questo “interesse”. La cosa subito strana che ci è balzata agli occhi, è stata il fatto che tra noi e l’attività del Milasi non c’è nessun collegamento, di nessun tipo.

Noi ci siamo sempre tenuti a debita distanza dal VLT, dalle Slot Machines e simili. L’operazione è comunque durata, in totale, quasi 10 ore. Siamo potuti uscire dal negozio all’1.30 del mattino di Sabato. 

Voi siete un’apprezzata e conosciuta realtà della scena, e lo siete da tempo. Come hai reagito nel momento in cui vi hanno messo i sigilli ai PC? Cosa pensa il “Salvatore imprenditore” rispetto allo Stato?

Eh…cosa pensa il Salvatore imprenditore rispetto allo Stato… Dopo aver visto la scena dei sigilli messi su “migliaia e migliaia di Euro di sacrifici” (cosi io vedo i nostri computer – circa 4K Euro a postazione), mi sono sentito rassegnato. Ho anche pensato di chiudere tutto.

Stak è importante chiarire un concetto: io non vengo da una famiglia benestante, tutto quello che ho l’ho creato con le mie mani. Quando prima ti accennavo al sacrificio, non era ovviamente un modo di dire, ma un riferimento ben preciso.

PC-TEKLab è un sogno, che sto costruendo da ormai quasi 10 anni. PC-TEKLab non è il classico franchise conosciuto che ha già una sua base di clientela. PC-TEKLab è stata un’idea concepita molto tempo fa, che all’inizio era solamente un negozio online, ma che con il tempo, e con il supporto della nostra storica clientela, è diventato un centro per gli appassionati, una gaming room, un luogo dove customizzare il proprio computer. 

Capisci che dopo il sequestro mi sono sentito del tutto smarrito. Pur non essendo in pericolo il negozio (Salvatore si riferisce alla parte di PC-TEKLab in cui vengono solamente venduti i computer o i pezzi di ricambio, ndr), una multa di circa 1 milione di Euro ucciderebbe la mia attività.

Ma la ucciderebbe anche una multa di 30 o 40K visto il momento delicato…. figuriamoci se dovessero pensare di applicare il massimo della sanzione (50 mila euro), per ognuno dei PC sequestrati (circa 20 in totale, ndr). 

Per questo ho preferito prendermi il mio tempo, mi sono allontanato dal negozio per il resto del weekend ed ho cercato, laddove possibile, di alienarmi completamente da questa faccenda del sequestro. Avevo assolutamente bisogno di schiarirmi le idee. 

Al momento posso dirti che non ho alcuna intenzione di cedere ai ricatti che sta subendo la mia attività. L’istinto mi porta e mi porterà a fare di tutto per trovare una soluzione… questo prima di ogni altra cosa. Come sempre è stato del resto… non è mica il “primo problema” o la “prima disavventura” che ci colpisce da quando stiamo cercando di realizzare il nostro sogno… Certamente però, è stato quello più duro da affrontare fino a questo momento. 

Quindi, ho intenzione di far valere i miei diritti, continueremo questa battaglia e non ci lasceremo intimidire da quello che a me sembra essere un abuso di potere. E lo affermo consapevole (e soddisfatto) anche del fatto che tutto il settore si è dimostrato più unito, più orizzontale e più affiatato (oltre che grande) di quanto immaginassimo. 

E’ chiaro che in Italia esiste un vuoto normativo rispetto ad un intero settore. La cosa riguarda anche e soprattutto le sale lan, ma è un discorso che possiamo applicare anche su diversi altri ambiti legati al mondo dell’intrattenimento digitale. Secondo te perchè in Italia ancora non sono state colmate tutte quelle “lacune” che sono sotto gli occhi di tutti ormai da più di 10 anni?

Stak il vuoto normativo c’è, è evidente. Dal mio punto di vista è perchè, purtroppo, ancora un’importante fetta della popolazione italiana non capisce la differenza tra un computer da gaming, uno da rendering ed un simulatore di volo. 

Questo tipo di ignoranza sicuramente ha l’effetto di un volano sul disinteresse generale che c’è da parte dello Stato rispetto all’aggiornamento di tutta una serie di norme che sono essenziali per permetterci di lavorare in tranquillità. 

Le leggi sono in alcuni casi poco chiare o poco precise… In questo caso è anche peggio, dato che stiamo applicando delle leggi vecchie di 40 o 50 anni, per le attività e gli strumenti di tutto il settore del nuovo intrattenimento digitale. 

L’impressione che ho avuto, è che tutto questo attacco sia stato più pensato per “bruciare la concorrenza” (noi ed ovviamente anche Esport Palace e le altre sale lan), cosi da poter entrare nel mercato privi di qualsiasi competitor… Anche perchè gli agenti di ADM cercavano la fessura dove inserire il gettone per avviare le partite sui nostri computer… Ma magari mi sbaglio… 

Come speri che si possa concludere tutta la questione? A tu per tu con Alessio Cicolari di EsportPalace ho chiesto cosa ne pensasse di una Class Action, con il settore che faccia fronte unito per pretendere un adeguamento di tutte le norme legate all’intrattenimento digitale. Tu saresti favorevole?

Visto l’interesse e la solidarietà che abbiamo visto in questi due, tre giorni, speriamo ovviamente che il buco legislativo venga colmato. Non ci spaventa pagare delle tasse per i simulatori, certo speriamo che sia qualcosa nell’ordine del ragionevole, ma in ogni caso vogliamo che ci sia più chiarezza rispetto a tutti i passaggi che devono essere fatti per essere in regola. 

Spero che tutta la spinta e l’interesse generato possano questa volta condurci verso un risultato concreto. Sono altresì favorevole riguardo la Class Action, ed in tal senso ci stiamo infatti già muovendo con svariati gruppi di lavoro insieme alle altre sale lan e negozi. Anche i nostri legali si stanno cercando di fare fronte comune, da tutto questo ne usciremo solamente se saremo uniti e compatti. 

Salvatore vogliamo sapere adesso in che situazione versa PC-TekLab. Solamente l’altro ieri in tutta Italia si è festeggiato il 1 Maggio, il giorno dei lavoratori. Questo drammatico weekend quanto sta mettendo a rischio la vostra attività?

Nonostante il Covid più tutte le varie restrizioni che ci sono state nei mesi a seguire, siamo comunque riusciti ad attutire il colpo. La nostra è un’attività che mi piace definire “multi-funzione”, motivo per il quale siamo riusciti nonostante tutto a cavarcela. Certo tra il lockdown, la guerra ed anche le crisi delle schede grafiche, è stato impossibile arrivare ad Aprile 2022 nelle migliori delle condizioni. 

Proprio la lan ci stava però dando un po’ di ossigeno in questa fase, pensate quanto è amara questa considerazione.

La nostra fortuna più grande è che siamo già rientrati pienamente nell’investimento dell’attività, quindi possiamo in qualche modo stringere i denti e resistere anche chiudendo per brevi periodi. Pensare poi che la bella stagione sia iniziata sotto questo segno è davvero molto “amaro”, e se la situazione non dovesse migliorare non resteranno altre soluzioni a PC-TEKLab se non quella di chiudere i battenti. 

Se però il tutto dovesse migliorare, trovando magari una definitiva soluzione al nostro problema, preparatevi per un 1 Maggio 2023 da brividi, da festeggiare proprio in negozio, sperando di esserci lasciati alle spalle questa disavventura. 

Allora prenoto l’aereo per Milano per l’1 Maggio 2023. Ma conto di tornare in negozio decisamente prima. Ti voglio fare i migliori auguri Salvatore, sia come Stak che come Powned vi voglio manifestare tutta la nostra solidarietà e vicinanza. Siamo con voi! 

Grazie a te Stak, alla prossima! 

Articoli correlati sull’argomento: 

WordTips rivela: fanbase di Call of Duty la più “negativa” dei videogame su Twitter

WordTips rivela: fanbase di Call of Duty la più “negativa” dei videogame su Twitter

Profilo di Stak
 WhatsApp

Call of Duty – Il sito Word.Tips ha da poco pubblicato uno studio utile a comprendere il reale livello di “tossicità” che è presente nelle community online, partendo da quelle legate alla musica fino ad arrivare alla fanbase presente nel mondo dei videogame.

Lo studio

Word.Tips ha scandagliato in lungo ed in largo Twitter, raccogliendo migliaia di post pubblicati da altrettanti fan sul popolare social network. Lo studio comprendeva varie categorie (videogiochi, musica, anime, film), e per ognuna di queste numerose sottocategorie.

Tutti i post raccolti sono stati divisi per community di appartenenza, ed analizzati per contare il numero di parole “tossiche” presenti all’interno del loro testo. Maggiore era il numero di vocaboli “toxic” presenti nel testo, maggiore era quindi il livello di tossicità di quella data community.

Tante le community dei videogiochi prese in analisi, su tutte quella di Call of Duty, di World of Warcraft, di Diablo, Halo, Elder Scrolls o PUBG. Certo ci sono degli “assenti” di tutto rispetto, uno su tutti League of Legends, che sembra essere stato del tutto ignorato nel percorso dello studio.

Dai dati elaborati e pubblicati da WordTips si può comunque godere di alcune interessanti informazioni, che ci rivelano in quale di questi giochi l’approccio social dei player è più “morbido” o più “rude”.

I dati dello studio sui videogiochi, Call of Duty in testa

Si scopre quindi che i giocatori di Call of Duty sembrano essere quelli in assoluto più polemici e negativi, tra tutte le community prese in analisi. Certamente l’alto numero di problemi registrati sul gioco, e le consecutive (e giustissime) critiche/polemiche piovute sui social non hanno aiutato in questo caso a creare un “clima” più sano.

La fanbase di Call of Duty utilizza talmente tanti termini toxic nei suoi post, da essere quasi quella più “negativa” di tutto lo studio, seconda solamente alla community della nota cantante Rihanna, la peggiore in assoluto.

Il numero di “termini negativi” usati nei post dai giocatori di COD batte quello di Mortal Kombat, Sonic, WWE 2K. Più staccati The Elder Scrolls, Borderlands e World of Warcraft, che dimostrano di avere un pubblico appassionato molto più “positivo” rispetto agli ultimi titoli citati.

Ancor più diversa la situazione di Diablo, PES, GTA e Minecraft, che invece svettano ai vertici della classifica per “parole positive” usate nei post da parte degli utenti.

call of duty
Fonte: Word.Tips

Categoria dei videogiochi tra le migliori in assoluto

L’aspetto forse più interessante di tutto questo studio, è quello relativo al generale livello di positività di cui gode la scena globale dei videogame.

Rispetto ad altre categorie come musica o anime, i videogiochi godono di community più “positive” che “negative“. La fanbase del gaming è quindi generalmente più votata a condividere ed a gioire delle esperienze sul gioco, piuttosto che a criticare/insultare il prossimo.

Questo è un qualcosa di “nuovo”, visto che fino ad oggi l’atteggiamento “toxic” è sempre (e solo) stato affibbiato al mondo del gaming.

Cosa ne pensate di questi dati community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Fonte copertina: Teachtoday

Articoli correlati: 

PUBG Mobile, annunciata la video-serie ufficiale!

PUBG Mobile, annunciata la video-serie ufficiale!

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Nel corso del 2021 PUBG Mobile si è dimostrato uno dei titoli più divertenti e giocati a livello globale, soprattutto nelle zone del Pacifico. Un percorso che raramente ha lasciato a bocca asciutta i player, con eventi e contenuti sempre al passo coi tempi.

In queste ore l’annuncio della pubblicazione tra appena due giorni, in data 21 Marzo, di una video-serie ufficiale basata sugli eventi e le storie raccontate nel corso del tempo dalla stessa community del gioco.

Un progetto pensato per il quarto anno di celebrazione del gioco, un evento in cui la community del gioco ed il titolo stesso intrecceranno le proprie storie.

PUBG Mobile, il trailer video-serie

Nel breve trailer pubblicato su Twitter (CLICCANDO QUI LA FONTE VIDEO), gli sviluppatori ci mostrano solo alcune delle immagini che vedremo nella video-serie.

Pochissime le informazioni rilasciate fino a questo momento; unica certezza la presenza di alcuni dei migliori giocatori che racconteranno la propria storia attraverso il Battle Royale di Tencent.

Per celebrare l’occasione verrà aggiunta su PUBG Mobile anche una modalità Anniversario in cui potremo usare delle sfere colorate per tingere quattro diverse statue presenti su Spawn Island. Colorare le statue attiverà anche una simpatica animazione in cui vedremo il nostrop personaggio danzare.

Insomma, cosa ne pensate di queste novità? Emozionati all’idea di vedere una video-serie su PUBG Mobile?

Come al solito non mancate di farci sapere la vostra opinione con un commento qui sotto, oppure sui nostri canali social, ai quali potrete accedere usando i pulsanti che troverete in cima alla pagina.

Articoli Correlati: