Tutte le maglie vendute di DreamKazper potranno essere “cambiate” con altre dei Boston!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

L’episodio che state per conoscere rappresenta probabilmente l’atto finale di una storia nella Overwatch League iniziata benissimo e finita nel peggiore dei modi.
parliamo del giocatore professionista Jonathan “DreamKazper” Sanchez, ormai ex stella dei Boston Uprising, che pochi giorni fa è stato travolto dalle accuse di molestie sessuali ai danni di giovani minorenni (durante la scorsa settimana è stato infatti appurato che non è stata solo uno il caso che vede coinvolto il giocatore). Il giocatore è stato immediatamente cacciato dal team, prima sospeso a tempo indeterminato e poi messo definitivamente fuori dal roster con la rescissione del contratto tra lui e gli Uprising.
Oggi veniamo a conoscenza di quello che per gli Uprising potrebbe essere l’ultimo atto in questa bruttissima vicenda: il ritiro di tutte le maglie del team di Overwatch di Boston precedentemente vendute con il nome di DreamKazper.

In un comunicato ufficiale infatti la squadra, scusandosi ancora una volta con i suoi tifosi per l’intera vicenda, ha fatto sapere ai suoi supporters che è possibile “cambiare” la maglia del giocatore in questione con una di un qualsiasi altro membro del team…il tutto ovviamente a costo zero.

Una cosa similare l’abbiamo vista accadere nella NFL quando i New England Patriots hanno deciso di cambiare le circa 1200 maglie già vendute di Aaron Hernandez (ex giocatore professionista accusato e condannato per omicidio) con quelle di altri giocatori della franchigia…il tutto è costato ai Patriots qualcosa come un quarto di milione di Dollari.
Non ci è dato sapere quante maglie abbiano effettivamente venduto i Boston Uprising, ma è evidente come questo team voglia giustamente staccare il proprio brand dal nome del giocatore accusato di molestie sessuali.
La tempestività con cui questo annuncio giunge è tra l’altro significativo di quanto una franchigia come quella degli Uprising abbia a cuore la sua immagine e non voglia ulteriormente rischiare di comprometterla (sempre per vie indirette dato che la squadra è completamente estranea alla vicenda) dopo neanche un anno dalla sua nascita.

Cosa ne pensate community?


Tutte le maglie vendute di DreamKazper potranno essere “cambiate” con altre dei Boston!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701