Svelato “Storm Rising” di Overwatch: l’evento inizia il 16 Aprile!

Svelato “Storm Rising” di Overwatch: l’evento inizia il 16 Aprile!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il nuovo evento della serie Overwatch Archivi si chiamerà Storm Rising e come confermato pochi istanti fa sui principali social Blizzard inizierà ufficialmente il prossimo 16 Aprile.
L’evento ci accompagnerà poi per diverse settimane, fino al prossimo 6 Maggio, ed introdurrà nel gioco svariate novità tra cui sicuramente anche dei nuovi modelli ed una nuova sfida speciale dedicata proprio a Storm Rising.

Come segnalato anche ieri dovrebbe essere proprio Cuba la location scelta da Blizz per il nuovo capitolo, ed in questo nuovo teaser pubblicato su Twitter (si tratta di un file segreto decriptato) si può conoscere il coinvolgimento nella futura azione di Tracer, di Mercy e Winston, con Genji di rinforzo.

Havana Sun – versione in italiano

UNA DINASTIA LOCALE DIMENTICATA

La fama internazionale della Don Rumbotico sta lentamente mettendo in ombra i suoi stessi fondatori

di Marise Solis

Chi non conosce la Don Rumbotico? Assapora la qualitàSolo il meglio. Pubblicità dai colori caldi e un logo che ritrae un Omnic vestito di tutto punto. Ma sono in pochi al di fuori dell’Avana a conoscere le radici artigianali e la controversa storia recente della distilleria.

“La Don Rumbotico non è stata creata per diventare una multinazionale,” racconta Alicia Diaz, la pronipote della famiglia che ha fondato l’azienda. Siamo seduti in un bar del posto, e un gigantesco cartellone pubblicitario della Don Rumbotico (Solo il meglio!) è ben visibile dalla finestra. “Ai tempi badavamo solo alla qualità.”

Quasi due secoli fa, Clara e Basilio Diaz impiegarono i loro risparmi di una vita per aprire una piccola distilleria di rum. Era una piccola azienda a conduzione familiare, specializzata nella produzione di piccoli lotti di rum invecchiato in botte. Fino al 2060 erano in pochi a conoscere la Don Rumbotico al di fuori di Cuba, ma il marchio era molto noto all’Avana. Alicia, come le generazioni di Diaz prima di lei, è un’abile distillatrice. La celebre ricetta del Don Rumbotico è un segreto di famiglia ben custodito e ormai celebre in tutta l’isola.

Tuttavia, le cose sono cambiate negli ultimi anni. Un anonimo gruppo di finanziatori aveva espresso l’interesse di acquistare l’azienda e l’annessa distilleria. “Ci offrirono un sacco di soldi,” dice Alicia. “Ci avrebbero cambiato la vita. Ma la Don Rumbotico è un’eredità di famiglia, non si può comprare.”

Inizialmente la famiglia Diaz rifiutò, ma poco dopo interi carichi di rum iniziarono a sparire. Quando un incendio di sospetta natura dolosa distrusse la distilleria, la famiglia Diaz andò in rovina e fu costretta a vendere l’azienda per una frazione infinitesimale del suo valore.

Oggi, Don Rumbotico è un marchio conosciuto in tutto il mondo e la sua sfortunata storia è stata edulcorata. Il volto amichevole e familiare di Basilio Diaz è scomparso dall’etichetta sulla bottiglia, rimpiazzato da lucido acciaio cromato. La distilleria è stata ricostruita, ma la ricetta è cambiata. “La differenza si sente, non è la stessa cosa,” dice Alicia.

La Don Rumbotico non è l’unica icona locale ad aver sofferto cambiamenti inaspettati. Lo storico Fortino dell’Avana è stato protetto dal governo cubano per secoli, ma due anni fa è stato comprato dallo stesso gruppo che ha acquistato la Don Rumbotico, diventando proprietà privata. Come la distilleria di rum, anche il fortino è quasi irriconoscibile: guardie di sicurezza ne pattugliano le mura ed elicotteri stranieri ne affollano lo spazio aereo, mentre i pesanti portoni d’entrata sono chiusi al pubblico, e così sembrano destinati a restare.

 “Il volto dell’Avana sta cambiando,” dice Alicia. Durante la nostra conversazione non ha toccato il suo drink. Il volto odierno di Don Rumbotico, coperto dall’ombra del suo cappello, ci scruta dall’alto del cartellone pubblicitario. “A volte sembra che stiamo perdendo pezzi di noi stessi. Oppure li abbiamo già persi.”

#

CUBA SI PREPARA PER L’URAGANO FERNAND

di Ermando Álvarez

L’uragano Fernand è giunto martedì dall’Atlantico, travolgendo le coste della Florida e dirigendosi a sud, verso le Bahamas. La tempesta, di categoria 3, dovrebbe colpire Guardalavaca giovedì, risalendo poi la costa in direzione dell’Avana. Sono previste inondazioni e venti fino a 193 chilometri orari.

Le comunità costiere stanno evacuando la zona. Probabilmente l’uragano Fernand infliggerà danni ingenti, anche nell’entroterra. “Non è una tempesta qualsiasi,” ha affermato il governatore Oriole Delgado durante la conferenza stampa di ieri. “Non indugiate oltre: prendete tutte le precauzioni necessarie per la vostra salvaguardia e dirigetevi verso l’entroterra il prima possibile.”


Overwatch2: Terminati i BETA TEST, addio alle LOOT-BOX!

Overwatch2: Terminati i BETA TEST, addio alle LOOT-BOX!

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Manca ormai pochissimo al lancio di Overwatch 2 che avverrà il prossimo 4 di Ottobre. Negli ultimi mesi abbiamo appreso dal team di sviluppo molte delle novità che verranno introdotte, ricordiamo: nuova composizione del party 5vs5, nuovi eroi, nuove mappe e modalità, il nuovo sistema relativo al “PASS BATTAGLIA” e molto altro.

Nel periodo di BETA TEST abbiamo potuto apprezzare l’attenzione che gli sviluppatori hanno dato alle opinioni della Community e i numerosissimi feedback pervenuti da chi ha testato il gioco. Il team di sviluppo più volte ha ribadito l’importanza di questo fondamentale aspetto e ci ha inoltre dato modo di rimanere costantemente aggiornati sugli sviluppi interni del gioco tra bilanciamenti e scelte stilistiche.

A poche settimane dal lancio vogliamo quindi fare un breve “recap” di quello che ci aspetta con l’early access del titolo e le ultime novità svelate da Blizzard.

INTRODUZIONE DEL BATTLEPASS

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Con l’evento speciale avvenuto il 16 di Giugno scorso abbiamo appreso la notizia che Overwatch 2 avrà un sistema di “PASS BATTAGLIA”, sistema già noto in moltissimi altri giochi similari, e prevede l’introduzione delle “season” aventi la durata di nove settimane ciascuna.
L’obiettivo del team di sviluppo è quello di introdurre con il passare delle season contenuti sempre nuovi tra cui; eroi, mappe, contenuti estetici e molto altro, così da avere un continuo e costante flusso di aggiornamenti e nuovi contenuti.
L’inizio della “season 1” coinciderà con il lancio del gioco in “early access” il prossimo 4 di Ottobre e porterà con se i nuovi eroi già annunciati, la nuova modalità “push” e più di trenta nuove skin. Per quanto riguarda il battle pass dovremo attendere l’arrivo della “stagione 2”, la quale introdurrà anch’essa nuove skin, un nuovo eroe e nuovi contenuti estetici.

ADDIO ALLE LOOT-BOX

l’introduzione del BATTLE PASS ha trascinato con se un ulteriore novità, già discussa nei mesi passati, l’eliminazione delle LOOT-BOX. Blizzard ci comunica che con la fine dell’evento “Anniversary Remix Vol. 3” che avverrà il 30 agosto non sarà più possibile acquistare in alcun modo i forzieri. Tenete a mente che sarà comunque possibile vincere i forzieri standard come ricompensa del completamento di attività e con la progressione del livello account.

TERMINATE LE SESSIONI DI BETA TEST

Overwatch2: Terminati i BETA TEST – Purtroppo il team di sviluppo ci rende noto tramite un tweet che non ci saranno ulteriori sessioni di BETA TEST prima del lancio ufficiale del gioco.
Il Vice Presidente di Blizzard Entertainment Jon Spector rende noto al pubblico che il gioco è ormai pronto per il lancio e che quindi non si rendono più necessarie ulteriori sessioni BETA.
La scelta di Blizzard è comprensibile, ora è il momento di concentrarsi sulle ultime ottimizzazioni del gioco e prepararsi per il lancio ufficiale, offrendo così un gioco funzionante ed un lancio senza “intoppi”.

Ricordiamo che Overwatch2 adotterà il modello Free To Play e che il lancio è previsto per il 4 ottobre 2022 su PC, PS, XBOX e Nintendo Switch.

Voi della Community cosa ne pensate di queste ultime novità? siete pronti per il rilascio del gioco? Non dimenticate di dire la vostra a riguardo.

Articoli correlati:

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Junker Queen: in anteprima le ABILITÁ della prossima eroina di Overwatch 2

Call of Duty: chi sono i giocatori migliori delle finali 2022, ed i più ricchi di tutti i tempi!


“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con il lancio di Overwatch 2 in quel di Ottobre, pare proprio che Blizzard sia pronta a cambiare un bel po’ di cose, tra cui anche l’attuale sistema di livelli, cosa che non ha fatto molto piacere ai giocatori.

L’attesissimo revamp del brand di Overwatch porterà con sé, come ormai noto, una grande quantità di novità, tra cui la modalità 5v5, un nuovo sistema classificato e molti rework per gli eroi già presenti nel gioco.

E da poco confermate anche le voci che volevano l’attuale sistema di livelli rimossi dal gioco. La notizia ha immediatamente fatto il giro del web, raccogliendo un certo… ”disappunto”.

Overwatch 2, tra livelli rimossi e giocatori furibondi

In un recente Q&A, gli sviluppatori di casa Blizzard hanno purtroppo confermato l’infausta notizia. Ecco le parole che hanno usato per spiegare questa mossa molto impopolare:

”Abbiamo ancora in programma di rimuovere i livelli da OW2, ma vogliamo anche celebrare questo risultato e questa impresa. Il piano è quello di mostrare il tuo livello ottenuto fino ad Ottobre nel tuo profilo, una volta che avremo effettivamente lanciato OW2″.

Queste qui di seguito non sono altro che alcune delle numerose critiche ricevute dai Devs nelle ultime ore:

”Perché non potevano semplicemente far ricominciare tutti da capo al livello 1?”

”Avere un sistema di livellamento in un gioco PvP è una caratteristica così basilare che mi sconcerta che abbiano deciso di rimuovere una funzione pensata per incentivarti a continuare a giocare.”

“Sembra che tutti gli XP che hai guadagnato in 6 anni non contino niente! Ero così felice di arrivare al livello 500, un mese dopo hanno detto che nessun livello sarebbe stato presente in futuro. È triste”.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: