Il CUS della Statale di Milano apre agli eSports: perché questa decisione è fondamentale?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Per la prima volta nella storia del nostro settore, il mondo accademico italiano ha concretamente intrapreso una nuova avventura all’interno degli eSports.
L’Università Statale di Milano e, nello specifico, il Centro Universitario Sportivo di questa, durante il primo pomeriggio di domani riconoscerà e promuoverà l’inclusione nelle proprie attività istituzionali degli sport elettronici competitivi.
Questo significherà che nel 2018 gli eSports potrebbero andare a fare compagnia ad altre discipline come calcio, volley, basket all’interno della vita del CUS, mettendo in atto quello che è incontrovertibilmente un primo importante passo per la creazione di un dialogo incisivo tra due mondi solo apparentemente molto distanti tra loro.

In una realtà come quella italiana una decisione del genere è fondamentale per la crescita e lo sviluppo degli eSports. E’ ormai acclarato che nel nostro paese gli sport elettronici stiano progredendo a livello strutturale mentre ancora lenta è la crescita del consenso e della sensibilizzazione della “base” della nostra comunità. E’ purtroppo evidente che ancora vi siano molti pregiudizi nei confronti degli eSports e molta poca conoscenza di quella che è la reale portata di questo settore.
E’ ancor di più complicato far comprendere, in modo quanto più orizzontale possibile, quelli che sono i tanti spunti positivi degli eSports e di come questi possano aiutare, se ben usati, il percorso educativo ed interculturale degli studenti e delle persone.
Attraverso questa difficile ma fantastica opera di sensibilizzazione, sarà certamente più semplice permettere al mondo esportivo di relazionarsi in modo propositivo alla società del nostro paese.
Chi meglio dell’Accademia e del mondo universitario può contribuire al raggiungimento di questo scopo?
Chi meglio dell’Università può, anche attraverso l’intercultura, far progredire lo scambio, il confronto e la conoscenza priva di qualsivoglia confine che caratterizzano gli eSports?

La giornata di domani è importantissima e fondamentale. Probabilmente se ne vedranno gli effetti fra qualche mese ma, e di questo siamo certi, non sarà difficile ricordarsi un giorno di questo Venerdì 15 Dicembre del 2017.

L’Università di Milano apre agli esport

In occasione della premiazione e presentazione dei Campionati di Facoltà 2018

Aula Magna, Università degli Studi di Milano via Festa del Perdono 7

Venerdì 15 dicembre 2017, ore 10: 00

Il CUS (Centro Universitario Sportivo) Statale, in occasione della premiazione e presentazione dei Campionati di Facoltà, annuncerà la sua apertura verso le squadre di esport.

Il CUS è l’associazione sportiva dedita da anni alla diffusione e al potenziamento dell’attività sportiva all’interno di tutte le Università di Milano. In questo contesto, il CUS Statale (la sezione dell’Università degli Studi di Milano) apre le sue porte e riconosce il fenomeno degli esport, promuovendone l’inclusione nelle proprie attività istituzionali. Pertanto, già dal 2018, i Campionati di Facoltà, che si compongono di tornei di calcio, volley, basket e running, potrebbero arricchirsi con League of Legends e Overwatch coinvolgendo anche centinaia di studenti che già praticano esport. L’opportunità offerta dall’Università degli Studi di Milano è tesa alla diffusione della pratica sportiva tra gli studenti promettendosi di insegnare loro i valori dello sport.

L’iniziativa nasce anche grazie a una collaborazione con University Esports Series; realtà che già da anni si impegna a portare all’interno delle università il mondo degli esport attraverso eventi e tornei. In particolare, UES promuove l’istituzione di una lega universitaria europea per gli esport.

Primo ateneo in Italia, la Statale ha inaugurato nel 2014 un percorso di studi con focus Video Game

– accreditato da grandi realtà attive sul territorio di Milano – e organizza annualmente l’evento New Game Designer, a testimonianza dell’impegno didattico e scientifico dell’Ateneo in ambito videoludico.

Il sipario sulla seconda edizione dei Campionati di Facoltà si alzerà venerdì 15 dicembre alle ore 10, quando nella splendida cornice dell’Aula Magna di via Festa del Perdono 7, alla presenza del Magnifico Rettore Gianluca Vago e di altre importanti personalità dell’Ateneo verranno premiati gli atleti che si sono distinti nel 2017 negli sport tradizionali e verrà annunciato l’inizio dell’attività nel settore degli esport.

Ospiti d’eccezione saranno Fabio Parazzoli (vice-allenatore della Saugella Team Monza in A1 di Volley Femminile) e Francesco Puppi (Campione del Mondo nella specialità lunghe distanze della corsa in montagna).

La giornata sarà anche l’occasione per presentare la squadra degli studenti iscritti all’Università degli Studi di Milano che nel 2017 ha partecipato e vinto il torneo Italiano di League of Legends per andare poi a competere a livello europeo.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701