Sombra: dove siamo arrivati.

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Giorno importante, ieri, per il nome in codice SOMBRA; giorno conclusosi tuttavia con una certa delusione da parte dei fan di Overwatch.

Tutto faceva pensare, infatti, ad un qualche annuncio definitivo che svelasse il lungo mistero che avvolge ormai da tempo il nome suddetto: alle 21:20 nostrane sarebbe terminato il countdown contenuto nel post dell’ignoto Skycoder sul forum ufficiale americano del gioco (ultimo tassello sino ad allora dell’indovinello), post il cui titolo in codice binario era traducibile con 23, numero ormai simbolico di questo lungo enigma: il risultato della somma delle cifre della data di ieri, 24/08/2016, pure corrispondeva a 23, e Sombra stessa (o stesso?) potrebbe essere con una certa probabilità il ventitreesimo eroe del gioco.

Muoviamoci però con un po’ d’ordine.

Sin dal video di presentazione di Ana, infatti, si sono manifestati indizi su Sombra, sfociati poi come abbiamo detto in un vero gioco investigativo, complesso ed in principio molto appassionante, teso a rintracciare la storia del nuovo personaggio, chiaramente legato al mondo dell’hacking, e la sua provenienza, ipotizzabile dal teschio che lo rappresenta, caratteristicamente decorato con stilizzati fiori attorno alle orbite che richiamano il celeberrimo Dia de los Muertos messicano.

ana_sombra_skull

Tra codici esadecimanli e ASCII, ricerche tra le mappe ed i menu di gioco, strane e-mail e siti fantasma, l’attenzione dei giocatori si era infine concentrata sul suddetto misterioso post sul forum, che andando down e poi up ad intermittenza, e cambiando via via i suoi contenuti, ha dato inizio al countdown terminato nella serata di ieri.

reaper_sombra_post_forum

Cosa è successo allora?

Ad esser schietti e pratici proprio nulla, cioè gli utenti si sono trovati di fronte ad un nuovo indovinello e dunque ad una sorta di nuovo punto di partenza. Il post è scomparso ed al momento non vi sono nuove tracce sul forum, mentre tutto pare ora riportato al sito amomentincrime.com, sito cioè della trasmissione televisiva che nel lore di Overwatch aggiorna i cittadini sui peggiori criminali e criminali (vi avevamo visto già in passato infatti Junkrat e Roadhog): sul sito, ora “hackato”, un misterioso messaggio avverte dell’attivazione della versione 1.9 del protocollo Sombra, nonché di un trasferimento dati in corso a tutti gli Omnic rimasti attivi dopo la celebre crisi che fa da storico sfondo al titolo Blizzard; il trasferimento va effettivamente progredendo (molto lentamente), e dal 2% di ieri sera siamo oggi al 5%, tuttavia non è ancora chiaro in base a cosa questa progressione proceda (lo scorrere del tempo, semplicemente? O altro?)

Inoltre ispezionando la sorgente della pagina suddetta è stato possibile leggere un nuovo messaggio di Sombra, traducibile in:

Ben fatto, ora avete la mia chiave. Hackare questo programma televisivo non è stato uno scherzo. Restate in attesa di quel che verrà.

sombra_moment_25_08_2016

Nel frattempo account Twitter di varie personalità legate ad Overwatch, provenienti un po’ da tutto il globo (Italia compresa, pare), pure sembrano essere andati incontro ad un simile “hack”, ma i loro messaggi cifrati non hanno in definitiva portato ad alcuna novità circa l’enigma di Sombra.

Come si stanno muovendo, dunque, gli utenti?

Al momento si seguono due direzioni legate agli accadimenti di ieri (entrambe comunque legate al messaggio nascosto nella pagina sorgente). Da un parte è stato tentato l’accesso a Battle.net con credenziali fornite dai precedenti enigmi, ispirandosi all’affermazione di Sombra circa la sua “chiave” (password?): l’accesso è effettivamente possibile, ma un nuovo indovinello Qual è stato il tuo primo gioco?, blocca ulteriori movimenti in quella direzione. Dall’altra parte si scandaglia fotogramma per fotogramma l’unica puntata dello show A Moment in Crime (che Sombra dichiara di aver hackato) per noi disponibile, quella relativa a Junkrat e Roadhog: secondo alcuni, infatti, essa potrebbe contenere nuove tracce di Sombra (soprattutto nei primi secondi, durante la comparsa del titolo della trasmissione).

Sombra_moment_show_title

Tuttavia la maggior parte degli appassionati forse ha già rinunciato al gioco di Blizzard, magari troppo lungo per essere ancora così bello, ed attende passiva e più o meno speranzosa nuovi chiarimenti su Sombra. Dobbiamo solo sperare che la nota casa videoludica non ci impieghi ancora molto.


Sombra: dove siamo arrivati.
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701