Il fortissimo Silkthread e la politica “Valiant” in questo approfondimento!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso un recente articolo pubblicato anche in lingua italiana sul sito della Overwatch League, Blizzard ha voluto raccontarci un nuovo retroscena inerente la più celebre competizione del mondo dedicata al suo FpS.
In questo speciale infatti, Blizz ci ha voluto parlare di Ted “Silkthread” Wang, giocatore in forze ai Los Angeles Valiant che ha fin da subito accettato con grande entusiasmo l’avventura nella sponda giallo verde della Città degli Angeli anche grazie alla particolare politica il team attua al suo interno.
Andiamo quindi a leggere l’approfondimento dedicato alla squadra che, tra le altre cose, vanta anche il roster più giovane della Lega!

I Los Angeles Valiant sono la squadra più giovane dell’Overwatch League e questo fa nascere molte domande.
La loro età li porterà alla vittoria o li condannerà alla sconfitta? Qual è il loro potenziale? Quale impatto avrà la politica di sviluppo personale, basata su una netta distinzione tra lavoro e vita privata, introdotta dal CEO Noah Whinston?

All’ultima domanda troviamo risposta nella persona di Ted “Silkthread” Wang. Il diciannovenne, che gioca nel ruolo di attaccante, probabilmente non avrebbe firmato per i Valiant, se non fosse stato per la casa fornita a tutti i giocatori della squadra, che ha consentito loro di vivere in appartamenti separati invece di stare nello stesso luogo, come da tradizione negli eSport.

Ci ha spiegato: “Mi piace il fatto di avere uno spazio privato, tutto mio, separato da dove lavoro. Quando mi sono unito ai Valiant e mi hanno detto che avremmo avuto degli appartamenti e anche un campus separato dove poterci allenare, ero davvero entusiasta dell’idea.”

Silkthread, che ha fatto il suo debutto come professionista con i Counter Logic Gaming nel luglio 2017, è durato solo sei settimane, prima di mettere da parte il gioco per finire il college. Cosa gli ha fatto cambiare idea una seconda volta?

Silkthread

“Anche quando giocavo con i CLG, mi sono divertito parecchio a giocare in modo competitivo,” ha detto. “Semplicemente ai tempi non pensavo che sarebbe stata una strada sicura, finanziariamente parlando. A quel tempo ero in prova nei CLG, ma ero già stato accettato da un’università, quindi pensavo che non ci fosse motivo per rischiare. Poi, quando è nata l’Overwatch League e sono stati resi noti i requisiti e le linee guida, ho visto quanto era sofisticata come idea. Questo mi ha anche aiutato a convincere i miei genitori, che mi hanno spronato a inseguire questo sogno dell’Overwatch League.

Se i Valiant hanno sedotto Silkthread fuori dal gioco, egli ha dimostrato di essere perfetto per i piani di gioco della squadra stessa. Al momento condivide un posto in squadra con il tank multiruolo Indy “SPACE” Halpern, che dovrà attendere la prossima stagione per poter competere nel torneo, in quanto ha solamente 17 anni. I Valiant sono emersi come una delle più forti squadre occidentali, migliorando di match in match. Durante la prima settimana non hanno perso neanche una mappa; nella seconda sono giunti alla quinta mappa contro i quotati London Spitfire; infine, nella terza settimana hanno sconfitto i Gladiators nel primo derby di Los Angeles di sempre, in uno scontro combattutissimo conclusosi alla quinta mappa.

Silkthread si è spesso scambiato con Brady “Agilities” Girardi, lo specialista di Genji della squadra, e ha dimostrato la sua maestria nell’uso di diversi eroi, sia hitscan che projectile, impressionando particolarmente nell’uso del Soldato-76 e Genji. La sua abilità non è mai stata in discussione, specialmente dopo aver raggiunto il primato in classifica durante le vacanze di primavera nel suo ultimo anno di scuole superiori (“una grande impresa”). E anche se la preseason è stata la sua prima grande esperienza in LAN, non ha dimostrato alcun tipo di nervosismo, nemmeno quando ha giocato contro avversari molto più esperti.

Silkthread ha festeggiato il suo diciannovesimo compleanno alla vigilia dell’inizio dell’Overwatch League e, anche se è difficile da credere, è il secondo membro più vecchio tra gli attaccanti della squadra, battuto solamente da Terence “SoOn” Tarlier, che ha 23 anni. Forse Silkthread ha qualcosa da dirci riguardo all’età dei componenti della squadra?

“Quando si è giovani è più facile adattarsi e cambiare mentalità,” ha affermato. “Credo che questo al momento non ci aiuti particolarmente, perché molti di noi non hanno ancora maturato esperienza nei tornei in LAN, ma di sicuro ci tornerà utile nelle stagioni future, quando ormai saremo più abituati a questo tipo di competizione e saremo cresciuti individualmente come giocatori.”

Gli LA Valiant tornano in azione oggi contro i Philadelphia Fusion alle 16:00 PST per iniziare la Settimana 4 dell’Overwatch League. La diretta è su TwitchMLG.com e l’applicazione MLG, OverwatchLeague.com o sull’app ufficiale dell’Overwatch League.


Il fortissimo Silkthread e la politica “Valiant” in questo approfondimento!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701