I Seoul Dynasty rischiano di nuovo di non arrivare ai playoff, mentre entrambi i team texani subiscono una brutta sconfitta

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Chiusura col botto per questa settimana di Overwatch League: in quest’ultima giornata i London Spitfire battono 4 a 0 i Seoul Dynasty, che risultano molto disorganizzati. Il declino Outlaws sembra non fermarsi invece, e questi ultimi ricevono una pesante sconfitta dai San Francisco Shock, mentre dei precisi e puliti Philadelphia Fusion fanno carne da macello dei Dallas Fuel.

Seoul Dynasty 0  –  London Spitfire 4

Mappe

  • Hanamura
  • Lijiang Tower
  • King’s Row
  • Watchpoint Gibraltar

I London Spitfire entrano nella Blizzard Arena con un piano, e questo piano risiede nello sfiancare quel gigantesco e lento bestione che sono i Seoul Dynasty, per poi abbatterlo al suolo. E funziona. Profit passa tutto il match a mirare a ryujehong, manovrando nella backline di Seoul. Senza il supporto di quest’ultimo, buona parte dei fight vanno a favore degli Spitfire, con BDosin che genera una quantità di danni allucinante, giocando spesso d’astuzia e lontano dal proprio team.
Dal lato Dynasty manca un minimo di adattabilità, infatti i coreani cercano di rimanere nella propria zona di comfort non switchando mai formazione se non su King’s Row, mappa su cui appunto hanno una prestazione decente.
Ancora una volta, i Dynasty rischiano di rimanere fuori dai playoff, all’ultimo minuto: ce la faranno a rimanere in gioco?

Guarda Full Match | Seoul Dynasty vs. London Spitfire di OverwatchLeague su www.twitch.tv

San Francisco Shock 3  – Houston Outlaws 1

Mappe

  • Hanamura
  • Nepal
  • Hollywood
  • Watchpoint

Ancora una volta l’assenza di una Tracer pesa sugli Outlaws come un macigno. Mentre durante il meta del primo stage non se ne sentiva così la mancanza, ora è praticamente indispensabile. In più, il pool di eroi di JAKE così ristretto fornisce altri grattacapi al team, poichè col cambio di meta nessuno dei suoi eroi è più particolarmente efficace.
Durante il match contro San Francisco è ancora LiNKzr che cerca di prendere le redini del team e portarlo da solo alla vittoria, prima occupando il posto vacante da Tracer, poi switchando ai suoi eroi principali cercando di carriare con quelli, purtroppo fallendo.
Al contrario dei loro avversari, gli Shock hanno Danteh, che è una Tracer davvero niente male, e nonostante la formazione di Houston sia innegabilmente più forte di quella di San Francisco, a Danteh basta attirare su di sé l’attenzione degli avversari per permettere ai suoi compagni di finire il lavoro.

Guarda Full Match | San Francisco Shock vs. Houston Outlaws di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Dallas Fuel 0  –  Philadelphia Fusion 4

Mappe

  • Hanamura
  • Lijiang Tower
  • King’s Row
  • Watchpoint Gibraltar

I Philadelphia Fusion portano a casa un altro match giocato chirurgicamente. Il duo DPS è ancora una volta Eqo/snillo, e sembra andare alla perfezione. Soprattutto Eqo fornisce al team più potenziale del suo compagno ShaDowBurn. Nonostante quest’ultimo sia uno dei Genji migliori della League, Eqo è molto più comunicativo, e il suo hero pool decisamente più esteso. E di certo come Genji non sfigura neanche lui, in questa competizione.
La flessibilità di Eqo permette ai Fusion di cambiare lineup più e più volte nel corso della partita, adattandosi perfettamente alle varie situazioni. I Dallas Fuel invece sembrano giocare a microfoni spenti: zero coordinazione, scarsa comunicazione, focus sbagliati sono la condanna della formazione texana. Uno spezzone della loro chat vocale mostra al pubblico la confusione che si viene a creare in momenti critici, con più giocatori che chiamano target diversi allo stesso momento, denotando l’assenza di un vero e proprio target caller.

Guarda Full Match | Dallas Fuel vs. Philadelphia Fusion di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.