Seagull su Overwatch: “nessuno ne parla più”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Secondo lo streamer ormai non ci sono più content creator, e anche le community stanno morendo

Brandon Larned, in arte Seagull, é tornato ieri alle stream dopo un periodo di pausa per malattia. Durante la live su Twitch, l’ex pro di Overwatch ha espresso diverse preoccupazioni sul gioco e sulla sua community.

In seguito alla dichiarazione di Dafran, che poi risulterà essere falsa, e del suo abbandono sia della scena pro che del gioco, Seagull si é dichiarato preoccupato per il futuro del titolo. Tra i problemi che lo streamer ha individuato, la mancanza di creatori di contenuti é di sicuro quello più pressante insieme alla mancanza di uno spazio dove si possa parlare del gioco online.

Ci sono probabilmente 10 youtuber o anche meno (internazionali, n.d.t.), e ci sono solo tre canali per la diffusione delle news sui giochi: uno, Reddit; due, YouTube; tre, Twitch” ha dichiarato Larned durante la stream. “Molti streamer stanno smettendo o hanno già smesso. Poi abbiamo r/Overwatch, che é fatto interamente di play of the game, e su r/CompetitiveOverwatch si parla solo dell’ultimo dramma in atto nello scenario esport”.

Seagull ci tiene a precisare che non vuole criticare sviluppatori o membri della community, ma solo sollevare un problema: nessuno parla più di Overwatch. Lo streamer ha promesso un video di approfondimento in materia; secondi lui queste cose, se dette in una stream, rischiano di essere mal interpretate.


Seagull su Overwatch: “nessuno ne parla più”
Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli eSport. @theGabro_ su Twitter.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701