Riot sul progetto “A”: “siamo onorati del paragone, ma Project A sarà diverso da Overwatch”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come molti di voi sapranno, pochi giorni fa la Riot ha annunciato svariati nuovi progetti, tutti promossi all’interno dell’attesissimo evento per il 10° Anniversario di League of Legends durante la scorsa settimana.

Oltre al nuovo gioco di carte online “Legends of Runeterra“, che andrà ad impattare direttamente in un mercato fin qui dominato e controllato quasi del tutto da Hearthstone, gli sviluppatori Riot hanno infatti annunciato l’imminente arrivo anche di un nuovo “Project L“, ovvero un picchiaduro, ed il “Project A“, uno sparatutto del quale abbiamo avuto il piacere di vedere pochi fotogrammi di gioco.

Questo nuovo Project A sarà un titolo FPS basato su personaggi unici, tutti dotati di abilità e di caratteristiche che li renderanno unici ed insostituibili nei loro rispettivi “campi”. Proprio per le caratteristiche generali attualmente note di questo nuovo progetto, non sono state poche le persone a trovare delle similitudini tra questo e Overwatch, altro titolo Blizzard che presto dovrà certamente fare i conti con un nuovo “giocatore” che si siederà presto al tavolo (Riot appunto, che con Project A entrerà a gamba tesa anche nel mercato degli sparatutto in prima persona).

Il teaser

Gli sviluppatori di Riot, in particolare il conosciutissimo Greg ‘Ghostcrawler’ Street, ex storico sviluppatore di Blizzard (ormai da anni in forze a Riot), che attraverso un recente intervento ha voluto ribadire che “pur essendo onorati dell’accostamento ad Overwatch, posso dirvi che in realtà saranno due giochi molto diversi, perché il nostro Project A sarà meno frenetico e molto più incentrato sulla tatticità“.

In particolare, Ghostcrawler ha ad esempio spiegato che non vi sarà il Respawn nel “Project A“, caratteristica che per forza di cose renderà il gioco molto più lento e, per l’appunto, “riflessivo” dato che avremo una sola vita a disposizione, ed inoltre ha anche aggiunto che forse sarebbe più il caso di accostarlo a CS:GO che non al titolo Blizzard.

https://twitter.com/Ghostcrawler/status/1184698061693554688

Cosa ne pensate community di queste informazioni community?
La discussione, come sempre, è apertissima!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.