Overwatch World Cup 2018 – Bangkok Bracket: Day 1

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Riparte la World Cup dalla capitale della Thailandia, andiamo a vedere come si sono conclusi i match

La prima giornata del girone di Bangkok si é conclusa da pochi minuti, e le due squadre che si trovano in testa al girone per ora sono Australia e Danimarca. La Cina, che ha dimostrato una buona performance, ha una partita giocata in meno, quindi la prima posizione è ancora del tutto aperta.

Andiamo ora a vedere come si sono conclusi i match di questa giornata.

Danimarca 3 – Thailandia 1

I padroni di casa non oppongono troppa resistenza alla nazionale europea, che si porta subito in vantaggio nel girone con una vittoria. I danesi sorpassano gli asiatici una mappa dopo l’altra, a partire da Ilios per poi proseguire con King’s Row e Anubis. Rialto é il punto della bandiera per la Thailandia, che rimane peró una sfavorita nel girone nonostante sia la padrona di casa. La Danimarca, al contrario, si prepara a combattere contro Cina e Australia per il comando del girone.

Spagna 1 – Australia 3

La Spagna inizia bene la competizione conquistando una sofferta Lijiang Tower, ma la prodezza europea si ferma qui. Nelle mappe successive, infatti, si nota come la coordinazione spagnola non sia ad un livello tale da poter competere con gli australiani. Le tre mappe successive Blizzard World, Anubis e Route 66 vanno all’Australia. La Spagna non si spinge mai fuori dalla sua zona comfort, e gli australiani sono rapidi ad adattarsi e ad affrontarli. Se volete sapere come counterare efficacemente il GOATS, guardate il VOD di questo match.

Cina 3 – Svezia 1

La Svezia doveva essere un avversario molto ostico per la nazionale cinese, ma così non é stato. Salvo King’s Row, che finisce 5 a 4 per un C9 della nazionale asiatica, il resto del match é un massacro per gli scandinavi. La Cina vanta una rosa giovanissima ma già molto capace, e tutti gli sforzi di vittoria dei rivali sono vani. Nonostante la presenza di tanti talenti nel versante svedese, gli europei non riescono a contrastare l’avanzata cinese, cedendo tre mappe e la vittoria.

Spagna 1 – Danimarca 2

La Spagna ci crede ardentemente, ma alla fine non puó nulla contro la coordinazione danese. Ancora una volta complice della loro sconfitta é la staticità delle loro composizioni: Linepro, ad esempio, non si schioda mai da Brigitte se non per contestare qualche punto con Wrecking Ball. Dopo lo svantaggio iniziale di Ilios, peró, sembra che la Spagna possa avere qualche chance: la seconda mappa, Numbani, viene pareggiata con uno sforzo titanico e la terza viene addirittura vinta, contro ogni pronostico. La delusione iberica arriva sul finale di Osservatorio: Gibilterra, con il carico che viene fermato dalla Danimarca e la nazionale spagnola viene annientata.

Thailandia 0 – Australia 4

La Thailandia oppone poca resistenza all’avanzata australiana. Con questo match l’Australia sorpassa di poco la Danimarca piazzandosi al primo posto del girone, con solamente una mappa in più rispetto ai danesi. Salvo King’s Row, che termina 4 a 5, le altre mappe non sono molto combattute. L’Australia si porta a casa tutto il montepremi senza nemmeno concedere Rialto, la mappa della bandiera, sulla quale i thailandesi si fermano prima del secondo punto. Complice la Pharah di CKM, non c’é scampo per la Thailandia, e gli australiani si portano avanti nella classifica.

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.