Overwatch League Playoff – Semifinale, Philadelphia Fusion vs New York Excel

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

È terminata stanotte anche l’ultima semifinale della Overwatch League, e sono i Fusion che si giocheranno la finalissima contro gli Spitfire dopo aver sconfitto i grandi favoriti NYXL stanotte per due match a zero, uno dei quali già vinto giovedì. Andiamo ad analizzare il risultato:

Philadelphia Fusion 3 – New York Excelsior 2

Junkertown PHF 3 – NYE 2

La prima mappa di questo match è l’Australia sulla quale si vede una lotta agguerritissima: nonostante la bravura di Philly nel conquistare tutti e 3 i punti di controllo, durante l’attacco del team di NY Pine si scatena alla grande e fa saltare teste a destra e a manca. La sua aggressività con Widowmaker è ben ricompensata, ma non abbastanza: il carico si ferma poco prima della fine, con i Fusion che mettono in gioco una difesa formidabile.

Lijiang Tower PHF 1 – NYE 2

Anche su Lijiang la battaglia è estremamente agguerrita e due punti su tre finiscono 100 a 99: il primo CP se lo aggiudicano gli Excelsior, ma il secondo va a casa con i Fusion. Tutto si decide sul terzo punto di controllo, che arriva alla fine con una battaglia estremamente caotica sul punto, ma nè Sado nè Hotba riescono a capovolgere la conquista.

King’s Row PHF 3 – NYE 0

Una mappa estremamente a senso unico che meriterebbe una dettagliata spiegazione a parte, ma per ora possiamo riassumerla così: nessuno ha dominato gli Excelsior come i Fusion in questa mappa. L’attacco dei ragazzi di Philly vola liscio come l’olio e permette loro di stabilire un nuovo record di cattura, mentre nella difesa nemmeno un tick viene conquistato dai NYXL. 57 eliminazioni per i Fusion, 8 per gli Excelsior. Nemmeno una teamfight persa dai fusion. Bullizzati completamente.

Hanamura PHF 1 – NYE 2

Per qualsiasi team la mappa di prima avrebbe significato una sconfitta sicura e un calo d’umore fin sotto le scarpe, ma gli Excelsior non sono una squadra normale. Dopo aver ceduto il punto A a Philly, infatti, il team in blu riesce a non cedere nemmeno un solo tick del secondo punto agli avversari, nonostante i 5 minuti rimanenti. Durante il loro attacco, invece, i newyorchesi si dimostrano ancora capaci di reagire, con due conquiste effettuate in modo estremamente coordinato e convincente.

Dorado PHF 3 – NYE 2

Ultima mappa del match, su Dorado tutti si chiedono: ci sarà un altro match? La risposta è no: i Fusion non riescono a conquistare il terzo punto, con il carico che viene fermato a 0.86 metri dal traguardo dal Doomfist a sorpresa di Mano, ma è la difesa dove avvengono i miracoli per il lato di Philly. Gli Excelsior, infatti, attaccano molto più velocemente dei loro rivali, ma la resistenza messa in campo da Philly sul terzo punto gli consente di stoppare i rivali per più di cinque minuti filati.

Clicca qui o l’immagine sopra per vedere le repliche delle sfide

MVP: Poko. Offtank spettacolare, fragger, peeler, Poko fa tutto e lo fa bene. Questo giocatore fa la differenza e quando gioca si vede. In tutte e tre le mappe vinte, infatti, c’è il suo nome invece di quello di Hotba. Onnipresente.

LVP: Ark. Solitamente il peggiore degli specialisti support dei NYXL è considerato Anamo, ma in questa serata Ark non si distingue, anzi. Grossi errori di posizionamento ne fanno un facile bersaglio, e una perdita della quale il suo team non può fare a meno. Sottotono.

Ci rivediamo il 28 e 29 luglio con la finalissima dei Playoff della Overwatch League!

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.