OW Contenders: il migliore, il peggiore e la più bella azione della settimana!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Aprono i CIS Hope contro gli One.Point, i leader della classifica non hanno ancora ceduto una sola mappa ai loro avversari fino a quel momento e basta poco per capire che non sarà questo il giorno in cui accadrà.
Lijiang viene giocata interamente contrapponendo 2 formazioni composte da 3 tank e 3 healer, una composizione in cui gli Hope eccellono e non lasciano alcuno scampo agli avversari chiudendo 2 a 0 con autorevolezza.
Si va ad Eichenwalde e qui Unfixed viene lasciato libero di seminare il panico con Phara, l’offesa degli O.P si ferma prima del ponte tra il primo ed il secondo punto ed in difesa non riusciranno mai a trovare le adatte contromisure per arginare un attacco a tratti dilagante che fissa rapidamente il punteggio sul 2 a 0.

La vera occasione di riscossa per i One.Point arriva a Volskaya, l’attacco è pressochè perfetto, entrambi i punti vengono presi con un disavanzo di tempo superiore ai 6 minuti che accende le speranze per una vittoria…alla fine però la vittoria non arriverà e le speranze vengono spente quasi subito da una difesa traballante che capitola in meno di 3 minuti.
Il tempo in banca è maggiore quindi si difende di nuovo e, stavolta, il risultato è sicuramente migliore ma non ancora abbastanza buono per poter fermare una squadra che ancora deve provare il sapore della sconfitta: entrambi i punti capitolano lasciando agli Hope qualche secondo da spendere nel contatore.

L’attacco degli O.P la seconda volta è molto meno incisivo della precedente, il primo punto viene preso a fatica e il secondo arriva ad un passo dal successo ma la sorte non gli vuole proprio sorridere costringendoli ad una nuova sconfitta.
Con il punteggio 3 a 0 e la serie ormai acquisita si va a Gibilterra, la granitica difesa dei CIS ferma gli avversari appena dopo il primo ponte e l’attacco diventa poco più di una formalità conclusasi in pochi secondi. Finisce 4 a 0 con i leader della classifica che appaiono ogni giorno più forti.

La seconda partita vede gli Eagle Gaming contro gli We Have Org di Midna, e come sempre è Lijiang che apre la serie che avrà un inizio per gli WHO quasi traumatico, con un assalto nemico talmente brutale da costringerli alcune volte a difendere direttamente allo spawn ed a cedere il primo punto; nonostante la brutta partenza gli WHO non si perdono però d’animo e conquistano il secondo con una serrata battaglia chiusa sul 99% pari e grazie alle solite prodezze a tempo scaduto di Danned con Doomfist. Il terzo scontro invece è totalmente a loro appannaggio facendo chiudere rapidamente la contesa finale e portandoli in vantaggio 1 a 0.

Eichenwalde cambia le carte in tavola perchè l’attacco dei We Have Org è piuttosto lento e poco efficace con un’Orisa che non funziona e 3 dps che faticano ad incidere, solo sul finire viene conquistato il carico ma il tempo in avanzo è troppo poco e ben presto l’offensiva viene arrestata ben prima di arrivare al ponte. All’inversione delle parti invece gli Eagle fanno un ottimo lavoro contro una difesa ballerina e si ritorna in parità.
A Volskaya gli WHO tornano straripanti e capaci di chiudere l’attacco con ancora più di 4 minuti all’attivo. Gli Eagle rispondono altrettanto bene sul primo e sfiorano una rapida conquista del secondo frenata 2 volte da un pizzico di sfortuna, il terzo tentativo riesce ma il tempo rimasto è poco ed allo spareggio non riescono ad avere successo con solo un minuto all’attivo lasciando la porta aperta ai loro avversari che ne approfittano non senza faticare contro una grande difesa.

Rialto decide le sorti, Midna fa un lavoro eccezionale decidendo più volte le sorti del fight e aiutando in modo decisivo la squadra a segnare 3 punti a tempo scaduto.
Gli Eagle sono altrettanto bravi arrivando a 3 metri dalla fine con ancora 5 minuti di tempo ma qui qualcosa va storto, l’attacco si interrompe e non verrà mai più ripreso, un po’ per sfortuna un po’ perchè gli WHO nei momenti decisivi hanno sempre tirato fuori quel qualcosa in più che gli ha permesso di vincere.

L’ultimo incontro della giornata non promette grandi emozioni, il Team Gigantti sfida I Copenhagen Flames, con il primo team che arriva in questa sfida da imbattuto e con sole 2 mappe concesse agli avversari, ed i secondi che invece sono disperatamente a caccia della loro prima vittoria.
Questa “prima vittoria” sembra però quasi possibile per i CF al primo punto di Lijiang dove arriva comunque una sconfitta ma questa è stata maturata solo dopo una durissima battaglia; purtroppo per loro però, si scoprirà presto che tutta la benzina dei Flames si esaurisce quasi tutta in questo singolo scorcio. Il secondo punto non ha infatti storia e c’è poco da dire anche su King’s Row dove l’attacco dei Copenhagen è buono solo per la prima metà salvo poi interrompersi per lasciare spazio ad una difesa disastrosa e mai in grado di arginare i Gigantti.

Anubi non è certo campo di eccellenza per i Flames che comunque prendono (a fatica) il primo punto ma falliscono sul secondo senza mai creare grandi pericoli e la difesa termina troppo in fretta e troppo male per poter aspirare a qualcosa.
A punteggio ormai acquisito i Gigantti sembrano concedere un po’ in difesa a Rialto, un punto e mezzo di grande qualità per i Flames che però, anche qui, si spengono troppo presto e cedono ancora una volta il passo a quei Gigantti che appaiono come la unica vera alternativa ai CIS Hope nel girone.

Classifica

IL MIGLIORE: Txao (CIS Hope)

Le sue giocate con D.Va sono di altissima qualità e sono un tassello fondamentale per i successi di questa squadra. Anche quando viene costretto ad usare altri eroi il livello non scende regalando gioie ai compagni e incubi agli avversari.

IL PEGGIORE: Superplouk (Eagle Gaming)

La sconfitta della squadra passa per il suo scudo e martello, mai in grado di farsi trovare pronto per fermare gli shatter di Midna facendo passare ai suoi più tempo sdraiati che in piedi, quando poi tocca a lui va spesso a segno (quasi quanto il suo diretto rivale) ma nonostante ciò raramente questo risultato permette ai suoi di vincere la fight.

GIOCATA DEL GIORNO: Midna (We Have Org)

Su Rialto mette a segno uno shatter sul ponte e con la successiva carica manda a nuotare nel canale mezzo team avversario. I pesci di Rialto sentitamente ringraziano.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701