Overwatch World CUP: alle 20 al via il grande show delle finali!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Tutto è pronto per il grande show delle finali dell’Overwatch World CUP che ci terrà con il fiato sospeso nelle prossime giornate fino alla celebre Blizzcon!
Le protagoniste dei quarti di finali sono Gran Bretagna e Svezia, Canada ed Australia, Cina e Francia e, infine, Stati Uniti e Corea del Sud. Proprio su questa ultima sfida si è detto di tutto in quanto la Corea del Sud è, indiscutibilmente, la corazzata da battere e gli statunitensi si ritroveranno immediatamente coinvolti in una sfida senza precedenti.

Da chiarire ancora la posizione della CINA che si ritrova con un roster sostanzialmente sconvolto rispetto a quello con cui si sono qualificati e con 4 giocatori “nuovi”.
Di seguito tutte le informazioni…vi ricordiamo che la diretta delle sfide sarà possibile da seguire questa sera alle 20.00 su GDivision (qui ulteriori dettagli).
Inoltre, visto che il nostro H82 è presente in prima persona alla Blizzcon, potrete essere aggiornati minuto per minuto seguendo il suo canale Youtube – clicca qui!

La diretta

Guarda il video live di GDivision su www.twitch.tv

Il tabellone

Per chi farete il tifo? La discussione è aperta!


Cosa tenere d'occhio all'Overwatch World Cup

Il viaggio iniziato 10 mesi fa è arrivato finalmente all’emozionante conclusione: i playoff dell’Overwatch World Cup alla BlizzCon di Anaheim, California. Otto nazionali (Australia, Canada, Cina, Francia, Corea del Sud, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti) si daranno battaglia nell’evento più importante di Overwatch di quest’anno (finora) per determinare qualche nazione porterà a casa l’ambito trofeo.È passato un po’ da quando abbiamo visto queste squadre in azione, quindi diamo un’occhiata alle novità.

UNA NUOVA SFIDA

La resurrezione da 5 eroi non c’è più, determinando la fine del vecchio meta del supporto. L’attuale posizione di Mercy nelle competizioni di alto livello porterà i giocatori di supporto dell’Overwatch World Cup a darle priorità in modo nettamente superiore rispetto a quanto fatto nella fase a gruppi. Ciò cambierà drasticamente il modo in cui le squadre operano come unità, costringendo i giocatori noti per utilizzare altri eroi di supporto a cambiare i loro programmi.

Le squadre potranno divertirsi in modo esplosivo a Junkertown, la nuova mappa aggiunta alla selezione competitiva, e usare Doomfist, per la prima volta giocabile nelle partite dell’Overwatch World Cup.

OverwatchWorldCup-BC2017-Schedule_OW_Embed-Players-L_MB.jpg

CAMBI ALLE FORMAZIONI

La formazione cinese, qualificatasi in modo netto a Shanghai, sfortunatamente non ha potuto partecipare ai playoff della BlizzCon a causa di problemi personali e di visti. L’Overwatch World Cup vuole prima di tutto celebrare la competizione, le community degli eSport di tutto il mondo e le regioni che amano questo gioco. La Cina è nota per i suoi fan appassionati e i giocatori di alto livello: in questo spirito, alla nazionale cinese sarà concesso di schierare una formazione che includerà 4 sostituti:

Li “Yaoyao” Haibo (formazione originale)
Ou “Eileen” Yiliang (formazione originale)
Huang “Leave” Xin
Bian “Time” Yutao
Cao “YuanFang2” Jiale
He “Zhufanjun” Junjian

L’altro cambiamento per i playoff è stato operato dalla Svezia, dove Simon “Snillo” Ekström sostituirà Jonathan “Reinforce” Larsson (questo è stato un cambiamento standard avvenuto prima della finalizzazione delle formazioni).

GRANDE COME LA BLIZZCON

Gli eventi della fase a gruppi sono spettacolari, ma ciò che succede alla BlizzCon è tutt’altra cosa. L’arena di Overwatch ospita 3.000 persone proprio al centro di una delle convention più affollate dell’anno. Per molti giocatori dell’Overwatch World Cup, come le superstar della nazionale statunitense Jay “sinatraa” Won e Jake “JAKE” Lyon, le partite della fase a gruppi hanno rappresentato il loro debutto su un palco, di fronte a un pubblico.

Sarà interessante vedere come i giocatori di tutte le nazionali gestiranno la pressione della maxi-folla della BlizzCon e come questa influirà sulle loro prestazioni, in un modo o nell’altro. Probabilmente, una gran parte di questa folla tiferà in modo scatenato per la “squadra di casa”, ed è ciò che agli Stati Uniti serve: per proseguire nel torneo, infatti, devono battere i campioni dello scorso anno, la Corea del Sud.

OverwatchWorldCup-BC2017-Schedule_OW_Embed-CrowdShot-L_MB.jpg

CHI AFFRONTERÀ IL BOSS?

Lo scorso anno la Corea del Sud è stata intoccabile, come pure durante la fase a gruppi di Katowice di quest’anno, dove la squadra è uscita imbattuta con un record di 12 mappe a 0. Qualunque nazionale in grado di mettere in difficoltà la Corea del Sud anche solo su una mappa rappresenterà una vera sorpresa. Gli Stati Uniti hanno questa grande responsabilità e tutte le nazionali si sono dette entusiaste all’idea di misurarsi con i migliori. La vincente tra Corea del Sud e Stati Uniti affronterà la Cina o la Francia nelle Top 4. Se la Corea del Sud vincesse contro gli Stati Uniti, riuscirà la Cina, con una formazione fondamentalmente rinnovata, a tenerle testa? Riusciranno i supporter senza uguali della Francia a dare la spinta che serve alla propria squadra?

IL MONDO ARRIVA AD ANAHEIM

Le 8 squadre qualificatesi per i playoff alla BlizzCon stanno volando verso la California sulle ali dell’entusiasmo nazionale. Australia, Cina e Stati Uniti si sono qualificate nella fase a gruppi tenutasi nelle rispettive nazioni, mentre i supporter di Regno Unito, Svezia e Canada hanno fatto il tifo da casa. I francesi sono #avecle6 e godono persino del supporto dei membri del governo. Cosa succederà quando le nazionali migliori si scontreranno sul palco (e dietro di esso) alla BlizzCon? Questi giocatori si piacciono e si rispettano a vicenda, ma sul palco giocheranno per i propri fan, svegli a orari improbabili per supportare i propri eroi.

OverwatchWorldCup-BC2017-Schedule_OW_Embed-Schedule-L_MB.jpg

I playoff dell’Overwatch World Cup iniziano alla BlizzCon il 3 novembre alle 12:00 PDT. Ulteriori informazioni sul sito worldcup.playoverwatch.com, che verrà aggiornato per tutto il weekend.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701