Overwatch: spammare voice lines potrebbe costarvi una punizione!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nuovo scontro sui forum ufficiale riguardo ai comportamenti tossici su Overwatch, e Blizzard ancora una volta mostra di avere le idee molto chiare sul comportamento da intraprendere.Tutto è partito da un post in cui un utente PS4 si è lamentato di essere stato silenziato multiple volte senza aver nessuna colpa. Intervenuto però Scott Mercer, ha esposto i fatti:

“Guardando allo storico dei report, hai ricevuto un discreto numero di report unici per abusive chat dall’ultima volta che sei stato silenziato. Questi report denotano che tu abbia usato la chat. C’è anche un considerevole numero di partite in cui tu non hai utilizzato la chat, ma sei stato segnalato per griefing e poor teamwork.”

I commenti nei file dei report affermavano come il giocatore spammasse voice lines e throwasse di proposito le partite in cui la chat non veniva usata. A quel punto altri utenti hanno risposto scioccati riguardo al fatto che si potesse essere silenziati per aver spammato voice lines. Mercer allora ha risposto citando direttamente il regolamento:

“Qualunque forma di comunicazione che inciti all’odio, discriminatoria, oscena o distruttiva […] Minacciare o molestare un altro giocatore in entrambi i team è comunque inaccettabile, a prescindere dalle parole usate.”

Di certo qualche voice line non porterà a conseguenze, ma nel caso di uno spam eccessivo si può quindi incorrere in punizioni. Questo ci mostra ancora una volta la linea dura adottata da Blizzard contro i giocatori tossici, in una crociata per epurare il gioco dai comportamenti negativi.

Correlato: In arrivo il ban permanente per il gioco competitivo!

Ricordiamo che più di 480.000 account sono già stati puniti, di cui 340.000 a causa di report di altri giocatori.

Fonte: Dot esports

Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701