Overwatch? Secondo il capitano di Pandemic sarà un successo per l’E-Sport!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Overwatch, FpS Blizzard dalla grafica cartoonesca di cui aspettiamo l’Alpha ad inizio 2015, è già diventato un indiscusso successo nell’ambito video ludico: la potente macchina creativa che la Blizzard può vantare ha deciso di gettarsi in una delle sfide più difficili…entrare nel settore estremamente competitivo degli FpS con il chiaro obiettivo di lasciare, ancora una volta, il segno in modo profondo.

Quello che risulta essere uno degli argomenti più interessanti nelle ultime settimane è il capire se e come Overwatch potrà caratterizzare la scena competitiva degli FpS. A rispondere è stato l’ex capitano del team Pandemic, una delle squadre più forti che ci siano mai state su Team Fortress 2, gioco che, più di una volta, è stato associato ad Overwatch per stile e meccaniche.

“L’ E-sports inizia per gli FpS con giochi come Doom e Quake, giochi frenetici che richiedono un skillset diverso da quelli che, come li definisce Jeff Caplan (Lead Designer di Overwatch, ndr), sono Shooter militari (Counter Strike o CoD per capirci): giochi relativamente più lenti, che necessitano di una certa metodica mentre vengono usati.
Quei giochi non si rivolgono a ragazzi come me, che amano inchiodare qualcuno a mezz’aria con un razzo, o che volano in aria mentre piovono proiettili al seguito; io quando gioco ad un FpS giro gli angoli, non mi ci appoggio…purtroppo il vuoto che passa da Doom a CoD non è mai stato riempito.

Nessuna azienda ha trovato la formula necessaria per portare questo tipo di shooter ad un vasto pubblico, nonostante i molti tentativi. Giochi come Monday Night Combat o Tribes: Ascend hanno sicuramente avuto i loro meriti ma non sono mai riusciti a capire (le software house, ndr) come sostenere se stessi e continuare il lavoro. Team Fortress 2 invece l’ha fatto, commercialmente è stato un clamoroso successo e questo è innegabile ma, pur provandole tutte per diventare un grande e-sport, a TF mancava una cosa fondamentale:  lo sviluppatore. Valve infatti non ha mai sostenuto la parte competitiva del gioco; ha preferito invece investire le risorse in una diversa visione del gioco stesso che ha sempre più alienato i tantissimi fans sparsi in tutto il mondo.

Sostenuto da una società come la Blizzard, uno dei maggiori alleati che l’ e-sports ha scoperto di avere tra i vari sviluppatori, Overwatch offre la speranza che finalmente tutto questo possa cambiare: spero che il team di Irvine riesca ad attirare una grande fetta di videogiocatori.

E’ importante capire che. quando si guarda uno shooter, lo “sparo” non è la prima cosa di cui si deve discutere. Quando ho incontrato un mio amico, dopo aver messo le mani sul gioco, la prima cosa che ha parlato è stato il movimento.

Il movimento è la caratteristica principale che definisce l’esperienza negli sparatutto più di ogni altra cosa. La maggior parte del vostro tempo in gioco lo passerete necessariamente muovendovi e non a non a sparare. Peril momento penso che OW sia un po lento ma questo è un problema che può essere risolto in tantissimi modi. Questo ovviamente non è necessariamente un fattore negativo, anche perchè, inevitabilmente, saranno aggiunti al gioco nuovi caratteri con più interessanti possibilità di movimento, soprattutto vedendo la tantissima creatività che il team Blizzard ha dimostrato fino a questo momento.

Per quanto riguarda i personaggi invece, credo che siano stati progettati molto bene. Ogni eroe è abbastanza semplice, con solo una manciata di abilità a loro disposizione, ma che possono avere una infinità di sinergie con quelle degli altri eroi; i Cooldown  inoltre sono veloci e molti eroi hanno abilità che funzionano meglio in tandem con gli altri, come gli scudi massicci impiegati dai Tank, come Reinhardt, o la capacità di supporto e Buff di Mercy, in grado di aumentare i danni dei giocatori quando loro abilità più efficaci sono pronte per l’uso.

Simile inoltre ai MOBA come League of Legends e Heroes of the Storm, ogni personaggio ha anche una capacità finale (Ultimate, ndr) con un effetto potente che talvolta può cambiare completamente gli equilibri di un game.

Le Ultimate appunto, rispetto alle capacità normali, in un primo momento sembravano fuori posto. Ma su questa caratteristica, anche grazie al fatto che le Ultimates non sono disponibili proprio all’inizio di un gioco ed hanno bisogno di una certa accuratezza nell’essere usate e non di un semplice “Clic”, mi ritengo soddisfatto ed incuriosito nel vedere nelle varie partite che impatto avranno queste abilità.

Basti guardare Hanzo ad esempio: le sue abilità, cosi come la sua ultimate, verranno usate bene da chi dimostrerà di saper gestire il posizionamento del proprio eroe e da chi sarà più in grado di leggere la partita: è questo il genere di cose che renderanno il teamplay di Overwatch, a livello agonistico, un brivido.

Per concludere volevo dire due parole sul Matchmaking: amo Team Fortress 2, è ‘un grande gioco. Ma per me, TF2 non è più molto divertente da giocare. Il problema non è con il gioco di per sé, ma è con i suoi giocatori. Partecipare ad un server pubblico ti mette, molto spesso, davanti a persone che sono cosi scarse da non far risultare divertente la partita o peggio, te le fa finire dentro il team che è ancora peggio.
Può sembrare una dichiarazione elitaria da fare, ma è solo un semplice fatto che si presenta quando giochi ad un determinato livello di abilità. È un po ‘il problema opposto a quello che puoi trovare su Quake Live dove il giocatore medio, a causa della sua poca esperienza e quindi del suo basso livello di gioco verrà bannato da diversi server.

La soluzione a questo problema è ed è sempre stato il semplice matchmaking. Ma questo, solo per fare un altro esempio, è qualcosa che Valve non ha mai ritenuto necessario implementare (anche se indiscrezioni indicano un imminente “modalità competitiva”). E’ anche qualcosa di cui Quake Live ha disperatamente bisogno ma che nella maggior parte dei casi viene ignorato; eccezion fatta per Counter-Strike: Global Offensive, un gioco che infatti sta letteralmente decollando.

Molti giocatori guarderanno Overwatch come un qualcosa per riempire quel famoso buco nel mercato Shooter di cui parlavo prima, solo in parte colmato da Team Fortress 2.
Overwatch ha assolutamente tutti gli strumenti per diventare il prossimo grande shooter esport. Si tratta di un gioco estremamente familiare, si gioca come Team Fortress 2, ci sono torrette come Team Fortress 2, le modalità di gioco sembrano Team Fortress 2, ma è un titolo nuovo che determinerà una nuova esperienza, e uno che penso ictus volontà le corde del cuore per molti giocatori .

Poi con una struttura come quella che può vantare la Blizzard…il limite è il cielo.”

E voi cosa ne pensate di quanto detto da questo, assolutamente indiscusso, esperto del “settore”?

natale powned

Non sapete cosa giocare in questo Natale? Qui alcune opzioni con gli auguri da tutta la redazione di Powned

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Natale é arrivato anche quest’anno ed ovviamente tutti ora saranno alle prese con i vari cenoni e i regali da scartare, ma sappiamo benissimo come le festività sono anche il periodo perfetto per i videogiocatori.

Noi dalla redazione di Powned tutta volevamo augurarvi un buonissimo Natale, pieno di gioia e soddisfazioni, ma ovviamente non volevamo limitarci solo a questo. Per questo motivo volevamo raccomandarvi gli eventi natalizi/invernali dei maggiori giochi (soprattutto quelli da noi trattati), da potersi godere il 25 Dicembre e non solo.

Potreste partire da Caldera, la nuova mappa di Warzone, dove mentre cercherete di essere i migliori della lobby dovrete sfuggire alla caccia del Krampus. Poi potrete atterrare sull’isola di Fortnite e festeggiare il Mezz’Inverno ricco di oggetti gratuiti direttamente dal rifugio del Sergente Bruma. Tutto questo mentre in gioco combatterete con Pupazzi di Neve e Lancia Palle di Neve.

Spostandoci in casa Blizzard, il Grande Inverno di Hearthstone (festa tipica anche su WoW) é partito da poco e vi regalerà bustine e skin, mentre potrete giocare la tradizionale Rissa natalizia con i regali, rubati, di Great Father. Su Overwatch abbiamo il Winter Wonderlands con tanti nuovi modelli e missioni da completare.

In casa Riot non ci sono dei veri e propri eventi invernali/natalizi, ma per gli appassionati c’é ancora l’evento rubacuori di League of Legends, ricco di missioni da completare e skin a tema. Anche su Legends of Runeterra ci sono nuovi oggetti pronti ad essere acquistati.

Su FIFA 22 siamo nel pieno dell’evento Jolly Invernali (su Ultimate Team), nuove carte evento nei pacchetti, in Obiettivi e Squadra Creazione Rosa. Non vi dimenticate di raccogliere i Gettoni Jolly per poter riscattare, dal 26 Dicembre, tutta una serie di succose ricompense.

Questi sono solo alcuni dei giochi che potrete provare per vivere le feste da gamer nel migliore dei modi. Noi vi facciamo di nuovo il nostro augurio per questo Natale, con la speranza, nel nostro piccolo, di portarvi informazioni e chissà magari anche divertimento nei nostri articoli.

Buone Natale dalla redazione di Powned!

sperimentale

Overwatch, i devs sulla patch “streamer” nella sperimentale: “siamo contenti che vi sia piaciuta; spunti interessanti”

Profilo di Stak
 WhatsApp

Nel corso del mese di Novembre gli sviluppatori di Overwatch proposero nella modalità Sperimentale una patch “selvaggia” e del tutto sregolata, con la quale venivano introdotte delle modifiche per gli eroi scelte da tre streamer/content creator.

Per fare alcuni esempi, questa nuova patch includeva dei buff molto sostanziosi per il Sound Barrier di Lucio, dei netti miglioramenti per Doomfist ma anche delle significative modifiche per il celebre Zenyatta.

In generale comunque, questa tornata di bilanciamenti nella Sperimentale è stata assolutamente un successo, con tanti giocatori che hanno apprezzato le modifiche volute dal trio di content creator, arrivando al punto di richiederne l’aggiunta (per alcune) sul server live.

La notizia “negativa” è che purtroppo non vedremo, almeno per il momento, nessuna di queste modifiche sul server live, almeno secondo quanto riportato dal Community Manager di Overwatch Andy B.

Stando alle sue ultime dichiarazioni infatti, pur essendo il team estremamente soddisfatto di come è andato l’esperimento, ci vorrebbe troppo tempo per testare fattivamente una di queste modifiche per poterla fare poi sbarcare anche sul live.

C’è da dire che le parole di Andy B non hanno del tutto escluso la possibilità che una o più delle modifiche scelte per la Sperimentale vengano un giorno portate anche sulla versione di gioco principale, ma hanno certamente sgonfiato l’entusiasmo di chi sperava in qualche succosa novità già dalla fine dell’anno o al più tardi dall’inizio del prossimo in arrivo.

To provide some additional clarity: in our discussion, even a small amount of consideration was heavily caveated by the phrase “we’d need to really test the numbers to even consider it”. What I find particularly cool about these kinds of discussions is more of an acknowledgement that creative and interesting ideas can come from anywhere. Even Flats

 

Super critico su Overwatch Switch

Se da un lato i devs hanno ricevuto molti feedback positivi sullo stato della Sperimentale, dall’altro hanno dovuto registrare le pesantissime critiche che il due volte campione del mondo della OWL Super ha diretto nei confronti del loro titolo per Switch.

Senza usare troppi giri di parole, Super ha descritto la versione di Overwatch sulla console portatile di Nintendo come un qualcosa di orribile, e di completamente diverso rispetto alle altre versioni presenti per il noto sparatutto.

Oltre l’iniziale fase di “shock” che ha colpito Super, gli spettatori connessi in quel momento su Twitch hanno potuto godere di uno sketch del tutto originale ed atipico: il formidabile Super messo in difficoltà e sconfitto in una normale partita di gioco, incapace di centrare anche solamente un singolo hook con il suo Roadhog

Ecco il filmato:

Cosa ne pensate del fatto che le modifiche della Sperimentale non verranno presto aggiunte al live? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

genji

Overwatch, svelata la leggendaria di Genji!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Genji – Dovrebbero mancare solamente una manciata di minuti prima dell’inizio dell’evento natalizio su Overwatch, ovvero il Winter Wonderland, che ci terrà compagnia fino al prossimo 6 di Gennaio.

Dopo aver visto i nuovi modelli leggendari in arrivo con Reindeer Orisa e Sleighing D.VA (troverete qui i dettagli su entrambi), scopriamo oggi quello relativo all’eroe Genji, che vedremo oggi in una veste molto più “glaciale” del solito. 

Nello specifico stiamo parlando di Ice Wraith Genji (troverete il post in allegato poco in basso), modello leggendario che sarà presto ottenibile una volta che sarà iniziato l’attesissimo evento Winter Wonderland.

Crossover in arrivo su Warzone con Overwatch? 

Nel corso degli ultimi giorni ha attirato la nostra attenzione un particolare leak svelato su Reddit da House of Vines, in cui il giocatore menziona un contenuto di Warzone interamente dedicato ad un personaggio celebre dello sparatutto Blizzard Wrecking Ball.

Nel dettaglio, sembra che Activision Blizzard abbia previsto un qualche tipo di evento crossover tra i suoi due titoli, durante il quale dovrebbe essere quindi disponibile un progetto arma dell’MG42 a tema “HAM”, ovvero Hammond, il celebre eroe Wrecking Ball.

In passato non avevamo mai registrato altri “crossover” di questo tipo, e questo blueprint di Hammon rappresenterebbe quindi una vera e propria “novità” per la storia del publisher. Al momento non vi sono purtroppo altre informazioni in merito, ma non appena possibile provvederemo ad aggiornarvi con nuove informazioni!

An upcoming CoD weapon blueprint is called Wrecking Ball and is legit inspired by my main. I had to share! from Overwatch

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: