Overwatch League week 3: recap della prima giornata!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Siamo alla terza settimana di Overwatch League, e gli equilibri si stanno delineando sempre di più. I roster “full korean” dei London Spitfire, Seoul Dynasty e New York Excelsior sembrano inarrestabili, e i match svoltisi ieri notte lo confermano ancora una volta. Come è confermata la situazione difficile in cui versano gli Shanghai Dragons, che al loro quinto match non hanno ancora ottenuto una vittoria. Esclusi gli estremi della classifica però, il gruppo di centro resta compatto, con buona parte degli altri team che lotta testa a testa per accaparrarsi le briciole lasciate dai coreani.

Una novità nel regolamento è stata introdotta in questa terza settimana: per evitare strani finali di match, come quello fra i Dallas Fuel e i Seoul Dynasty, l’ordine delle mappe è stato cambiato. La prima mappa sarà ibrida, mentre l’ultima sarà una mappa di scorta. In questo modo non assisteremo più a incontri in cui il miglior risultato sulla mappa finale sarebbe un pareggio, e il team comunque perderebbe il  match.

San Francisco Shock 1   London Spitfire  3

Mappe

  1. Eichenwalde
  2. Horizon Lunar Colony
  3. Oasis
  4. Junkertown

Un’altra convincente vittoria da parte degli Spitfire, che sia sulla prima mappa che sulla seconda non lasciano neanche il primo punto ai San Francisco Shock. Grande lavoro dei DPS come al solito, con Birdring che si dimostra ancora una volta una delle migliori Widowmaker della Lega. Notevole anche la performance di Fury con la sua D.Va su Eichenwalde. Su Horizon il team londinese adotta la classica difesa di cui abbiamo parlato nella rubrica Opening Moves, che devasta la dive comp adottata dagli Shock. Neanche l’impiego di Sombra negli ultimi minuti permette loro di  oltrepassare il muro creato dagli Spitfire. Nonostante l’ottima performance degli Shock su Oasis, che permette loro di aggiudicarsi la mappa, la pratica viene chiusa su Junkertown dalla squadra londinese.

Shanghai Dragons 1  Seoul Dynasty 3

Mappe

  1. Numbani
  2. Temple of Anubis
  3. Oasis
  4. Dorado

Poche erano le aspettative per gli Shanghai Dragons, dovendo questi ultimi affrontare uno dei team più temibili della Lega, ma una scintilla si è vista da parte del team cinese. Hanno venduto cara la pelle, mettendo in difficoltà la corazzata dei Seoul Dynasty, addirittura riuscendo a strappare una vittoria sull’ultima mappa per 2 a 1. I Dragons hanno mostrato volontà di sperimentare e di essere più flessibili. Speriamo che questa buona prestazione sia solo l’inizio di una ripresa del team cinese.

Los Angeles Gladiators 2  Los Angeles Valiant 3

Mappe

  1. Eichenwalde
  2. Horizon Lunar Colony
  3. Ilios
  4. Junkertown
  5. Lijiang Tower

Il finale di giornata ci porta la match caldo, il derby di Los Angeles che stavolta ha impatto concreto sulla classifica.  I Gladiators partono a palla di cannone con due vittorie sulle prime due mappe, dominando gli avversari soprattutto su Horizon, ma la risposta dei Valiant non si fa attendere, e questi ultimi ci offrono una rimonta che non si vede tutti i giorni. Ilios è dominata da Soon con la sua Widowmaker, che mette in ridicolo la performance di Asher, mentre su Junkertown il problema dei Gladiators è probabilmente la team comp stessa adottata a inizo mappa, con tre tank, Bastion e solo Mercy come support. Il tie break infine va ai Valiant, che con una tradizionale dive comp contrastano alla perfezione la strategia dei Gladiators.

Repliche

Guarda Full Match | San Francisco Shock vs. London Spitfire | Stage 1 Week 3 Day 1 di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Guarda Full Match | Shanghai Dragons vs. Seoul Dynasty | Stage 1 Week 3 Day 1 di OverwatchLeague su www.twitch.tv

Guarda Full Match | Los Angeles Gladiators vs. Los Angeles Valiant | Stage 1 Week 3 Day 1 di OverwatchLeague su www.twitch.tv

La seconda giornata della settimana si aprirà stasera alle 23:00 ora italiana, con i Boston Uprising che affronteranno gli imbattuti Spitfire. A seguire, Philadelphia Fusion vs New York Excelsior e Houston Outlaws vs Florida Mayhem.

Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.