Overwatch League: altri due team venduti, dei Cloud9 il primo team europeo!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Altri due team si uniscono all’Overwatch League!  L’organizzazione ha oggi annunciato le vendite di altri due team.  Jack Etienne, fondatore dei Cloud9 ha acquistato il team di Londra, mentre i magnati dello sport Stan e Josh Kroenke hanno acquistato un team per Los Angeles.
Come sappiamo l’Overwatch League è la prima lega professionistica globale di esport che presenta dei team legati ad una specifica città, come Boston, Londra, Seoul, Miami-Orlando, San Francisco, Los Angeles e Shangai.

Lo scorso mese erano già stati venduti 7 team, ad imprenditori e ad enti che operano nell’ambito sia sportivo tradizionale, sia in quello esport e tecnologia. Dopo oggi, l’Overwatch League conta squadre in Asia, Europa e Nord America.
“L’Overwatch League continua a godere di ottima salute” ha detto il presidente di Activision Blizzard Bobby Kotick. “Siamo elettrizzati all’idea di aggiungere Jack Etienne di Cloud9 e Stan e Josh Kroenke, proprietari di Los Angeles Rams, Arsenal Football Club, Denver Nuggets e Colorado Avalanche, al nostro straordinario gruppo di proprietari di squadre dell’Overwatch League. Essi ci permetteranno di celebrare e ricompensare giocatori e fan di Los Angeles, Londra e oltre.”

“Vogliamo elogiare la creazione dell’Overwatch League e siamo estremamente felici di collaborare con un’organizzazione che condivide i nostri valori e la nostra visione in supporto di atleti, squadre e fan” questa la dichiarazione di Jack Etienne, fondatore e presidente di Cloud9. “Siamo entusiasti che i fan di Cloud9 provenienti da tutta Europa e dal Regno Unito abbiano una squadra per cui tifare, e siamo ansiosi di rappresentare Londra nell’Overwatch League“.

Cloud9

La scelta di Londra come base operativa per i Cloud9 può sembrare strana, e lo stesso Jack Etienne ha dovuto faticare per convincere mamma Blizzard ad operare questa decisione. Secondo il presidente, attraverso i precedenti team europei posseduti dai Cloud9 si è creata una forte fanbase europea, che potrebbe spostare il suo interesse verso questo team. La chiave è costruire un team di cui chiunque potrà essere fiero di chiamare “proprio team locale”.

Questo porta a pensare che il team sarà molto attivo sul mercato per formare il team migliore possibile, e che nessuno degli attuali membri può sedere sugli allori.

“Costruire delle community incentrate sulle migliori esperienze competitive del mondo è incredibilmente gratificante, e l’Overwatch League offre la possibilità di creare qualcosa di davvero unico” afferma invece Josh Kroenke, cofondatore di KSE Sports. “Siamo colpiti dalla visione e dalla strategia dell’Overwatch League; siamo pronti a creare una grande squadra per Los Angeles, che possa ispirare i fan locali e di tutto il mondo”.

Ricordiamo che i team presenti nella League fino ad ora erano: NRG Esports da San Francisco, Misfits Gaming da Miami-Orlando, Immortals da Los Angeles, insieme ad altri quattro team venduti a compratori esterni al mondo esport.

L’Overwatch League partirà verso gli ultimi mesi dell’anni, con le iscrizioni per i team aperte dal primo di agosto fino al 30 ottobre 2017. Sono stati anche divulgati i dettagli sugli ingaggi dei giocatori, stipendi e vari benefit; lo stipendio base di ogni giocatore sarà di 50.000$ l’anno, più almeno il 50% dei bonus per le vittorie di squadra nei playoffs e altri eventi.

I giocatori potranno inoltre usufruire di assicurazione sanitaria, piano di risparmio pensionistico e strutture apposite in cui allenarsi.

Nei prossimi mesi saranno diffuse altre informazioni sul formato e sul calendario del campionato, oltre agli annunci delle altre squadre.


Overwatch League: altri due team venduti, dei Cloud9 il primo team europeo!
Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701