Overwatch – Leader induista chiede alla Blizzard di rimuovere una skin di Symmetra!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Col passare degli anni l’occhio critico dei censori ha sempre preso con cura la mira, andando negli ultimi tempi ad “attaccare” anche il mondo dei videogiochi. La Blizzard con Overwatch ha già dovuto prendere le misure in passato con alcune lamentele da parte degli utenti, sentenze, che hanno portato al cambiamento del personaggio di Tracer nella sua posa di vittoria, perché di spalle sfoggiava un lato B troppo sexy e provocante per l’utenza media che si era fatta carico della lamentela (puoi rileggere l’articolo cliccando QUI). Ma questa volta a giungere alle orecchie della Blizzard non è la protesta di un pubblico di videogiocatori ma quella del leader e rappresentante della comunità induista (Universal Society of Hinduism), Rajan Zed, che ha espresso il suo parere negativo riguardo una skin alternativa di Symmetra, denominata proprio “Devi”. Devi, ricordiamo, è appunto il nome della somma dea induista, conosciuta nei secoli con nomi e appellativi diversi, e viene rappresentata dall’eroina di Overwatch con un costume classico della tradizione induista, una carnagione di colore blu (che nell’Induismo è il colore che rappresenta l’infinito) e dei teschi decorativi legati al fianco (simbolo della dea Kali).

Zed ha chiesto esplicitamente alla Blizzard di togliere questa Skin alternativa di Symmetra (insieme alla variante di colore diverso soprannominata “Goddess”) affermando come il personaggio vada contro i precetti dell’Induismo, poiché da la possibilità al giocatore di manovrare la dea e scegliere il suo destino contrariamente a come avviene nella fede induista in cui è il fedele che pone il suo destino nelle mani della dea. Inoltre le accuse del rappresentante della Società Induista arrivano a toccare l’aspetto del personaggio stesso nelle vesti di Devi, per cui ” non rispetta le caratteristiche fisiche della dea secondo le religiose scritture.”.

Zed, who is President of Universal Society of Hinduism, said that in a video game set-up, the player controlled the movements of Devi, while in reality the devotees put the destinies of themselves in the hands of their goddesses.

Moreover, Devi and its movements depicted in Overwatch did not match with characterization of the goddesses in the scriptures, Rajan Zed noted.

ytsf9ka3q7exutuq4soo

Per il leader induista “se ri-immaginare le scritture, i simboli ed i concetti induisti non è cosa giusta poiché crea confusione, controllare e manipolare Deva con un joystick è un atto di denigrazione. In quanto la figura di Devi appartiene all’ambito contemplativo adibito alle case e ai templi, e non in un videogioco come un personaggio giocabile e per giunta in lotta con altri. “.

Rajan Zed indicated that reimagining Hindu scriptures, symbols, concepts and deities for commercial or other agenda was not okay as it created confusion. Controlling and manipulating Devi with a joystick/ button/keyboard/mouse was denigration. Devi was meant to be worshipped in temples and home shrines and not to be reduced to just a “character” in a video game to be used in combat in the virtual battleground.

Zed ha così espresso tale pensiero rivolgendo la sua accusa alla Blizzard e chiedendo loro di tenere fortemente in considerazione questi gravi termini nello sviluppo del loro lavoro presente e futuro, su questo ed altri personaggi.
Come pensate potrà evolversi la vicenda? Verranno tenute in considerazione le parole del leader induista oppure no? Vedremo “Devi” tolta dalle skin alternative oppure un cambiamento atto a riportare i toni tranquilli?

Fonte: Kotaku.com


Overwatch – Leader induista chiede alla Blizzard di rimuovere una skin di Symmetra!
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701